USS SELEYA

TIMELINE
08 - 08  
DAL BIG BANG AL XIX SECOLO
XX SECOLO
XXI SECOLO
XXII SECOLO
XXIII SECOLO
XXIV SECOLO
DAL XXV SECOLO
UNIVERSI PARALLELI
 
2350

Data
Data stellare
Luogo

3 giugno 2350
27420
Cantieri di Flotta di Utopia Planitia, Marte

Evento

INIZIA LA COSTRUZIONE DELLA NCC 1701-D USS ENTERPRISE

Nei Cantieri di Flotta di Marte, in orbita 16.625 km al di sopra della regione nota come Utopia Planitia, con la gamma-saldatura dei primi elementi strutturali inizia la costruzione della terza nave di classe Galaxy, dopo la NCC 70637 che dà il nome alla classe e la NCC 71807 USS Yamato.
Con l'inizio della costruzione la nave viene battezzata e riceve ufficialmente il suo nome: NCC 1701-D USS Enterprise, quinto vascello della Flotta Stellare a portare il nome.

Fonte

MAN "TNG Technical Manual"

Nota

Le navi della Flotta Stellare a portare il nome Enterprise fino al 2364 sono state:
NCC 1701, classe Constitution: soggetta a refit e upgrade nel 2270-2273, distrutta su Genesis nel 2282;
NCC 1701-A, classe Constitution refit (o classe Enterprise), ritirata dal servizio nel 2293;
NCC 1701-B, classe Excelsior mark II, ritirata dal servizio;
NCC 1701-C, classe Ambassador, distrutta nella Battaglia di Narendra III nel 2344.
NCC 1701-D, classe Galaxy. Verrà distrutta nel 2372 nella Battaglia di Veridiano III.

La NX-01, pur essendo stata la prima nave stellare a portare il nome Enterprise, non apparteneva alla Flotta Stellare della Federazione ma a quella della Terra.
Gravemente danneggiata nel corso della Battaglia di Cheron, è stata rimorchiata fino all'orbita terrestre e dal 2160 è visitabile presso gli Orbital Annex dello Smithsonian Museum.


2351

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Sistema di Vandor

Evento

IL NUOVO LABORATORIO DI PAUL MANHEIM

Due anni dopo aver lasciato la Terra per trasferirsi su Pegos Minor, il dottor Paul Manheim - il massimo esperto della Federazione in fisica temporale non lineare - lascia questo pianeta per costruire, insieme al suo staff, un nuovo laboratorio in un sistema lontano da mondi abitati o rotte commerciali.
La destinazione scelta è Vandor IV, un pianeta nano in un sistema binario (di cui una stella è una gigante di classe B1, mentre l'altra è una pulsar) che ha il pregio di fornire violente e massicce alterazioni gravitazionali, che secondo la teoria di Manheim sono quanto serve per aprire un portale dimensionale che, a sua volta, possa alimentare un dispositivo che consenta salti temporali controllati.

Fonte

TNG 1x24 "We'll always have Paris / Ricordare Parigi"

Nota

La fonte riporta che Manheim ha lasciato Pegos Minor due anni dopo esserci arrivato (2349 + 2 = 2351), diretto a Vandor IV.


2353

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - INCIDENTE DI GALLITEP

Mentre su Cardassia il comandante del campo di lavoro di Gallitep, Gul Dahre'el, viene premiato per i risultati ottenuti, su Bajor un incidente blocca l'estrazione di uridio nella miniera.

La IA che controlla le attività minerarie non si accorge della presenza di una sacca di gas sconosciuto in un nuovo tunnel che si sta iniziando a scavare. Il gas si rivela essere una potente neurotossina, e in pochi minuti - diffondendosi in tutta la miniera - lascia sul terreno dozzine di morti, migliaia di feriti e circa un terzo dei presenti - sia Bajoriani che Cardassiani - intossicati e impossibilitati a riprendere il lavoro. Poiché il gas è sconosciuto ai Cardassiani non esiste una cura o un antidoto, e tutte le operazioni devono essere sospese a tempo indeterminato, fino a quando non sarà possibile garantire quel minimo di sicurezza che permetta la ripresa dei lavori.

Su Cardassia, ricevuta notizia dell'incidente, Gul Dahre'el accusa il Prefetto di Bajor di essere la causa dei problemi della miniera, avendo lesinato su uomini e risorse. Gul Dukat risponde accusando a sua volta Gul Dahre'el di incompetenza, lo umilia togliendoli pubblicamente il premio appena consegnato ma dà anche ordine di aumentare le truppe e i finanziamenti destinati a Gallitep. Per quanto riguarda la forza lavoro, Dukat ordina che tutti i Bajoriani che siano anche solo sospettati di essere malati vengano inviati a Crell Moset, mentre si intensificano i rastrellamenti per rimpiazzare i prigionieri.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Night of the Wolfes"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - ISTITUTO BAJORIANO DI SCIENZE

Anche se dall'inizio dell'Occupazione esiste più di nome che di fatto, l'Istituto Bajoriano di Scienze occupa ancora due ricercatori non Cardassiani (Mora Pol e Daul Mirosha) impegnati nel trovare una cura per la Malattia di Orkett, una forma epidemica che colpisce i bambini internati nei campi di lavoro e che, prima dell'Occupazione, era curabile con un trapianto di midollo spinale che ora le autorità Cardassiane non consentono perché giudicato troppo costoso per dei prigionieri.

Dopo l'incidente di Gallitep entrambi vengono tolti al loro lavoro ed assegnati ad un nuovo progetto: Daul Mirosha, che è un esperto informatico, si occupa degli upgrade e del riavvio della IA della miniera, mentre a Mora Pol viene chiesto di studiare uno strano blob gelatinoso trovato nella Cintura di Denorios ed etichettato "Odo'ital", "Campione sconosciuto" in lingua Cardassiana.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Night of the Wolfes"


2354

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Romulus, Impero Stellare Romulano

Evento

CREAZIONE DI UN CLONE DI PICARD

Due scienziati Romulani, Tran e Svana, usando la tecnica di sequenziamento temporale dell'RNA creano un clone del Capitano della Flotta Stellare Jean Luc Picard. La creazione di questo ed altri cloni era parte di un piano pensato dal Pretore dell'Impero Romulano per infiltrare la Flotta sostituendo alcuni suoi alti ufficiali con copie Romulane.
Il piano prevedeva la possibilità, ad un certo punto, di accelerare l'invecchiamento del clone per fargli raggiungere la stessa età di Picard (nato nel 2305, quindi di 54 anni più vecchio del clone).
Quando il piano è stato abbandonato e la sequenza temporale accelerata non è stata attivata, la struttura cellulare del clone ha iniziato a degenerare.

Fonte

MOV 10 "Nemesis / La nemesi"

Nota

Beverly Crusher, nel 2379, analizza il clone e dice che ha 25 anni, da cui 2379-25 = 2354 come anno di nascita.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Sistema Onistol-Ven

Evento

INIZIA LA GUERRA FRA ONISTOL E VEN

Onistol e Ven sono due pianeti di classe M (uno verde e lussureggiante, l'altro un deserto rossastro simile a Vulcano) con orbite quasi sovrapposte all'interno dello stesso sistema, abitati da due specie differenti. Entrambi i pianeti aspirano a controllare le rotte commerciali che portano ad altri sistemi e, non riuscendo a raggiungere un accordo, entrano in guerra.
Ogni tentativo di mediare da parte della Federazione si rivela inutile: l'uso massiccio e prolungato da parte di entrambi i pianeti di armi di distruzione di massa (nucleari, chimiche e biologiche) riduce allo stremo la popolazione dei due pianeti, scesa ad un numero così esiguo da far temere la loro estinzione.

Fonte

NOV TLE "2355: Deny thy father"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - MONASTERO DELLA KAI

Per proteggere la nuova Kai dai Cardassiani, i Bajoriani iniziano la costruzione di un nuovo, piccolo monastero, edificandolo in una valle secondaria e disabitata al confine della Provincia di Kendra.
Oltre alla Kai e a chi vive nel monastero, solo pochi Vedek sanno dell'esistenza di questo monastero e di chi sia il suo ospite.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


2355

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Sconosciuto

Evento

AVVIO DEL PROGETTO SON'A SUL PROLUNGAMENTO DELLA VITA

I Son'a iniziano a pensare ad un piano per entrare in possesso delle radiazioni metafasiche di Ba'ku, spinti dall'invecchiamento della loro popolazione (sterile): i più anziani fra loro iniziano a morire di vecchiaia o di alterazioni genetiche che la medicina non riesce più a tenere sotto controllo.

Fonte

MOV 9 "Insurrection / L'insurrezione"

Nota

La fonte riporta che i Son'a hanno iniziato a lavorare ad un progetto per riprendere il controllo delle radiazioni metafasiche di Ba'ku 20 anni prima della Guerra del Dominio, quindi nel 2375 - 20 = 2355.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Federazione

Evento

PONTI OLOGRAMMI

La Flotta Stellare inizia ad installare sulle sue navi destinate ad esplorazioni di lunga durata una nuova invenzione, i ponti ologrammi, strutture in grado di riprodurre con estrema precisione qualsiasi ambiente, reale o immaginario. La Flotta ritiene che in questo modo gli ufficiali ed il personale imbarcati possano godere di momenti di svago - indispensabili per ridurre la tensione e mantenere l'efficienza di un equipaggio - anche lontano da basi stellari o pianeti su cui godere di licenze di sbarco.

Fonte

NOV TLE "2355: Deny thy father"


Data
Data stellare

Luogo

21 marzo 2355
32217
Sistema Maxia Zeta

Evento

INCIDENTE DI MAXIA ZETA

La NCC 2893 USS Stargazer esplora un sistema solare sconosciuto con 12 pianeti. Nessuno di questi è di classe M, ma il terzo ed il quarto sono nella fascia abitabile e sono quindi terraformabili.
Il sistema è ricco di risorse: la luna più grande del quinto pianeta (un gigante gassoso) è praticamente kelbonite allo stato puro, e gli altri pianeti e lune abbondano di dilitio, latinum, verterio e topalina.

Nascosta dietro la luna maggiore del quarto pianeta si trova anche una nave di una specie sconosciuta alla Federazione: i Ferengi.
Da alcuni anni i Ferengi hanno ricevuto dai loro partner commerciali rapporti sulla Federazione, un'alleanza di specie che si dicono interessate all'esplorazione e alla conoscenza e per niente al profitto: avrebbero addirittura una economia priva del concetto di proprietà o di denaro (sic!), il che per i Ferengi li rende bugiardi o pazzi. In ogni caso potenzialmente pericolosi.

Il Grande Nagus Zek (il capo supremo di tutta l'Alleanza Ferengi), seguendo la 194ma Regola dell'Acquisizione che recita: "Fa sempre bene agli affari conoscere i nuovi clienti prima che varchino la tua soglia" ha deciso per un approccio sottotraccia, quasi clandestino, nei confronti di questa Federazione: le trattative commerciali con nuove razze sono state condotte via subspazio, senza mostrarsi, per creare un alone di mistero che metta l'Alleanza in una posizione di forza. Sono stati dati forti incentivi economici alle specie con cui l'Alleanza era già in rapporti commerciali per tacere o mentire sull'aspetto dei Ferengi, in particolare sulla loro altezza, e per spargere voci sulle loro abitudini guerriere: distruggono interi mondi che si oppongono al loro volere, e non esitano a mangiare donne e bambini che non servono a dovere i guerrieri...
Infine, il Grande Nagus ha investito per costruire quasi da zero una flotta esclusivamente militare, che possa contrastare la Federazione nel caso si riveli pericolosa per gli interessi dell'Alleanza.

L'unico problema è che l'Alleanza sarà pronta a confrontarsi con la Federazione solo fra una decina d'anni, e la 75ma Regola (la nave Ferengi guidata da Daimon Flax, il cui nome richiama la Regola dell'Acquisizione che recita:"La casa è dove dimora il cuore, ma le stelle sono fatte di latinum") rischia di essere scoperta dalla USS Stargazer nel sistema di Maxia Zeta.
Daimon Flax decide quindi di attaccare senza preavviso la nave della Federazione che, essendo un vascello da esplorazione di classe Constellation, è più piccola e meno armata del Marauder Ferengi.
Il combattimento è breve e cruento: sfruttando un espediente che già pochi mesi dopo verrà studiato ed insegnato all'Accademia con il nome di "Manovra Picard", il Capitano della Stargazer riesce ad avere la meglio sulla misteriosa nave assalitrice, distruggendola. I danni riportati dalla nave della Flotta Stellare sono però così ingenti da costringere il suo equipaggio ad abbandonarla.
Nello scontro muoiono 22 ufficiali della Flotta Stellare; mentre gli shuttle e le navette di salvataggio si allontanano dal sistema, il relitto della USS Stargazer viene lasciato precipitare nel pozzo gravitazionale del quinto pianeta di Maxia Zeta, un gigante gassoso.

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x09 "The battle / La battaglia"
Per i dettagli: NOV TLE "The buried age"

Nota 1

La data è stata ricostruita. In TNG 1x09 "The battle / La battaglia", quando Data riattiva il computer di bordo della Stargazer appare una schermata che mostra la data stellare della Battaglia di Maxia Zeta: questa data (40217.3) è però sbagliata, perché corrisponde all'anno 2363. Per farla corrispondere all'anno 2355 deve essere rettificata in 32217.

Nota 2

Il Primo Contatto con i Ferengi avviene su Delphi Ardu IV il 21 maggio 2364, data stellare 41386 (fonte: TNG 1x05 "The last outpost / L'ultimo avamposto"), anche se un primo "incontro" c'era già stato nel novembre 2151 fra l'Enterprise NX 01 e alcuni predoni di questa specie (fonte: ENT 1x19 "Acquisition / Acquisizione").


Data
Data stellare
Luogo

9 maggio 2355
32350
Federazione

Evento

RICHIESTA DI SOCCORSO

Sette settimane dopo la Battaglia di Maxia Zeta, il segnale di soccorso inviato dalle navette della Stargazer raggiunge la Federazione. La USS Ceres viene inviata alla ricerca dei superstiti.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

23 maggio 2355
32389
Spazio profondo

Evento

INIZIO DELLA RICERCA

Due settimane dopo aver ricevuto la richiesta di soccorso dalla Stargazer, la USS Ceres entra nel settore dove dovrebbero trovarsi le navette.
Per timore che chi ha attaccato la sua nave cerchi i superstiti per finire il lavoro, Picard ordina che le navette viaggino con i trasponder spenti. La USS Ceres deve quindi controllare da vicino tutti i sistemi del settore e ampi volumi di spazio interstellare prima di trovare i naufraghi.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

30 maggio 2355
32408
Spazio profondo

Evento

RECUPERO DEI NAUFRAGHI DELLA STARGAZER

Finalmente, una settimana dopo aver iniziato la ricerca, la USS Ceres localizza le navette con gli ufficiali superstiti della Stargazer e li trasporta a bordo.
Durante le dieci settimane dalla Battaglia di Maxia Zeta sono morti altri due ufficiali per le ferite riportate nello scontro (portando il totale dei caduti a 24), e quelli ancora in vita soffrono di denutrizione, disidratazione, infezioni da ferite curate in maniera non ottimale e ipossia, dovuta al crescente malfunzionamento dei sistemi di supporto vitale.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

12 - 14 giugno 2355
32443 - 32449
Base Stellare 32

Evento

PROCESSO AL CAPITANO DELLA STARGAZER

Secondo le procedure della Flotta Stellare, la perdita di una nave richiede una udienza preliminare per accertare la cause dell'accaduto. La Corte Marziale è prevista solo nel caso in cui durante l'udienza preliminare emergano prove di negligenza da parte dell'ufficiale al comando.
Nel caso della Battaglia di Maxia Zeta, il Capitano Picard viene sottoposto a corte marziale perché non ci sono prove che la Stargazer sia davvero precipitata nel gigante gassoso e non sia invece caduta in mani ostili con il suo carico di armi, tecnologia e informazioni contenute nei computer.

L'accusa è rappresentata da Phillipa Louvouis, avvocato del JAG, che rivolge al Capitano Picard tre imputazioni:
Per negligenza, aver messo in pericolo un vascello della Flotta Stellare. Nello specifico, essere entrato in territorio ignoto e potenzialmente ostile senza scudi.
Per negligenza, aver impiegato una forza eccessiva nello scontro. Nello specifico, aver distrutto il vascello ostile senza provare a disabilitarlo.
Colpevole inefficienza nello svolgimento del dovere. Nello specifico, non essersi assicurato che il proprio vascello non cadesse in mani ostili.
Ognuna di queste accuse, se provata, può condurre il Capitano della Stargazer a mesi di reclusione seguiti dalla radiazione con disonore dalla Flotta Stellare.

A supporto delle accuse l'avvocato Louvouis riporta una serie di incidenti accaduti alla Stargazer sotto il comando di Picard nel 2339, 2341, 2345 e 2348: tutti incidenti che avrebbero in comune il comportamento negligente di Picard.

L'avvocato della difesa, la vulcaniana T'Lara, impiega poco tempo a fare a pezzi le argomentazioni dell'accusa.
Quattro incidenti - Maxia Zeta escluso - su 356 nuovi sistemi esplorati in 22 anni sono un record positivo, non negativo, che dimostra la prudenza di Picard.
Le due accuse di negligenza seguono rapidamente la stessa sorte: nel caso della prima, i protocolli della Flotta Stellare prevedono che l'esplorazione di un sistema in cui non sono presenti pericoli evidenti avvenga con i sistema d'arma attivi o disattivi a discrezione del Capitano, e su una nave vecchia come la Stargazer la richiesta di energia per gli scudi ne avrebbe privato altri sistemi, a cominciare dai sensori: da qui la decisione di non alzare preventivamente gli scudi. Per la seconda, i diari di bordo (recuperati durante l'evacuazione) dimostrano che i danni subiti dalla Stargazer hanno impedito una precisa calibrazione della potenza dei colpi, la quale ha portato alla distruzione del vascello ostile in maniera non voluta.
Gli stessi diari di bordo dimostrano inoltre che anche l'accusa di inefficienza è infondata: la Stargazer stava letteralmente andando in pezzi per le forze di marea del gigante gassoso e i colpi ricevuti, che avevano indebolito la sua integrità strutturale (già ridotta a causa dell'elevata anzianità del vascello), vaste aree della nave erano esposte al vuoto e la priorità, una volta disabilitato il vascello ostile, era portare in salvo l'equipaggio. Inoltre, il sistema di autodistruzione era in avaria così come il sistema automatico di spegnimento degli incendi.
In quella situazione Picard, secondo T'Lara, ha agito correttamente puntando la Stargazer verso il gigante gassoso per poi ordinare l'abbandono nave.

Dopo due giorni di processo ed una rapidissima camera di consiglio, la giuria assolve il Capitano Picard da tutte le accuse, reintegrandolo nel grado e nelle funzioni.
Picard però rassegna le dimissioni e lascia la Flotta Stellare, per diventare Professore Associato alla Facoltà di Archeologia dell'Università di Alpha Centauri.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Nota 1

La fonte riporta che la USS Ceres è arrivata alla Base Stellare 32 dodici giorni dopo aver recuperato i superstiti della Stargazer, quindi l'11 giugno 2355. Il processo è iniziato il girono dopo ed è durato due giorni.

Nota 2

Gli incidenti a cui fa riferimento l'accusa sono:
2339 Attacco da parte di un sistema automatico di difesa vecchio di undici milioni di anni.
2341 Incontro con una anomalia quantica nuda e salto in avanti del tempo di dieci giorni.
2345 Primo Contatto con i Polifemiani.
2348 Scontro con un gruppo di Radunatori Acamariani.


2356

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Alcyon

Evento

MASSACRO TARELLIANO

Tarella era un mondo di classe M in cui due fazioni si sono combattute, anche con l'uso di armi batteriologiche, fin quasi all'estinzione. I pochi superstiti, dotati di immunità naturale, hanno lasciato un pianeta il cui ecosistema era distrutto per raggiungere altri mondi, salvo scoprire che - ovunque arrivassero - i virus di cui erano portatori sani facevano strage degli abitanti.
In tutta la Galassia si è così scatenato un genocidio contro i Tarelliani, e quando una loro nave giunge su Alcyon gli abitanti del pianeta la distruggono, uccidendo tutti i suoi occupanti.

Fino al 2364, quando un'altra nave tarelliana si avvicina ad Haven, si è ritenuto che con il Massacro di Alcyon i Tarelliani si fossero estinti.

Fonte

TNG 1x05 "Haven"

Nota

La fonte riporta che una nave tarelliana ha cercato di raggiungere Alcyon otto anni prima del 2364, quindi nel 2356.


2357

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Angel One

Evento

NAUFRAGIO DELLA SS HODIN

Mentre transita vicino al pianeta Angel One - visitato da una nave mercantile della Federazione, l'ultima volta, nel 2302 - la SS Hodin viene colpita da un asteroide.
Il mercantile viene danneggiato in maniera irreparabile, ma una parte dell'equipaggio riesce a mettersi in salvo sul vicino pianeta usando tre capsule di salvataggio, in un viaggio che - per coprire la distanza di due giorni luce - richiede più di cinque mesi.

Fonte

TNG 1x14 "Angel One / Missione di soccorso"

Nota 1

La fonte riporta che l'incidente alla Hodin sia occorso sette anni prima del 2364.

Nota 2

La distanza fra il relitto e il pianeta si ricava da una affermazione di Riker, secondo cui nel 2364 l'Enterprise impiega due giorni a coprire la distanza viaggiando a curvatura 1.
Poiché "curvatura 1" corrisponde alla velocità della luce, due giorni di viaggio corrispondono ad una distanza di due giorni luce.

Nota 3

Il tempo di viaggio impiegato dai naufraghi viene esplicitato da Data: "Cinque mesi, sei giorni, undici ore, due minuti, 57 secondi...". Poi, per fortuna, viene fermato...


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Sistema Onistol-Ven

Evento

TERMINA LA GUERRA FRA ONISTOL E VEN

Dopo tre anni termina la guerra fra Onistol e Ven iniziata nel 2354 per il controllo delle rotte commerciali all'interno del sistema che le due specie condividevano.
Il massiccio ricorso ad armi nucleari e biogeniche sempre più sofisticate ha condotto entrambe le specie sull'orlo dell'estinzione: la guerra termina perché entrambe le civiltà collassano e non hanno più le risorse materiali ed umane per proseguire lo scontro.

La Guerra Onistol-Ven diventa un caso da manuale, studiato all'Accademia, su valori e limiti della Prima Direttiva. La Federazione, in tre anni, si è più volte proposta di mediare la disputa prima che le conseguenze dello scontro andassero oltre il punto di non ritorno, ma ogni volta l'una o l'altra o entrambe le parti hanno rifiutato il dialogo, impedendo la mediazione fino a quando non è diventato troppo tardi.

Al termine della guerra, con entrambe le popolazioni decimate quasi al limite dell'estinzione, la Federazione non può fare altro che porre il sistema sotto protettorato, lasciare delle boe segnaletiche che informino le navi di passaggio che il sistema è interdetto al traffico civile e tornare di tanto in tanto a controllare la situazione.

Fonte

NOV TLE "2355: Deny thy father"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Varlac V

Evento

ROVINE DI LOGILLIUM

Due anni dopo aver lasciato la Flotta Stellare, l'ex Capitano della USS Stargazer inizia a costruirsi una solida fama nel campo dell'archeologia. Nel 2357 Picard e il rettore della Cattedra di Archeologia dell'Università di Alpha Centauri esplorano le rovine di Logillium, su Varlac V, e scoprono la Tomba di Zaterl, un luogo a lungo ritenuto nulla più di un mito al pari di Troia, sulla Terra.
All'interno della tomba ritrovano, proprio come previsto dalle leggendo, il gigantesco Smeraldo di Zaterl che, con le opportune cautele e protezioni, viene lasciato sul posto per preservare intatta l'eredita culturale Varlaca.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - LIBERAZIONE DI GALLITEP

La malattia causata dal gas velenoso sprigionato nel 2353 a Gallitep è stata chiamata "Sindrome di Kalla-Nohra" e continua a colpire sia i prigionieri Bajoriani che le guardie Cardassiane, anche se ora è stata trovata una cura.
Quando il filone principale di uridio si esaurisce e le vene secondarie si dimostrano troppo esigue per essere scavate, visto che il costo per mantenere attiva l'IA e per curare i Bajoriani infetti supera la profittabilità i Cardassiani decidono di chiudere il campo.
Per evitare che i Bajoriani malati possano estendere l'infezione a tutto il pianeta Gul Dahre'el decide di sterminare tutti i prigionieri, sani e malati indifferentemente.

Daul Mirosha, che da anni si occupa della IA della miniera e che ha ricevuto l'ordine di spegnerla, venuto a conoscenza del progetto Cardassiano informa la resistenza che organizza una missione disperata per liberare Gallitep: utilizzando una piattaforma di teletrasporto presente nell'Istituto Bajoriano di Scienze - cui accedono proprio grazie alla complicità di Daul Mirosha, che dall'interno di Gallitep agisce spegnendo i sistemi di sicurezza controllati dalla IA - un commando entra nella miniera, uccide 47 guardie Cardassiane e libera gran parte degli internati. Nel corso della liberazione rimangono uccisi molti prigionieri e qualche membro del commando, compreso lo stesso Daul Mirosha.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Night of the Wolfes"


Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - ODO'ITAL

Con la morte di Daul Mirosha l'ultimo Bajoriano rimasto a lavorare all'Istituto di Scienze è il dottor Mora Pol, che prosegue i suoi studi sul campione etichettato "Odo'ital", che per semplicità chiama semplicemente Odo.

Negli ultimi quattro anni di studi il dottor Mora ha dimostrato che Odo è una forma di vita sconosciuta, un mutaforma che non appartiene a nessuna delle specie note (Antosiani, Camaleontidi, Wraith o Vendoriani), e che è una forma di vita intelligente, in grado di apprendere e interagire con le persone attorno a lui.
Mentre la direttrice - Cardassiana - dell'Istituto considera il progetto "Odo" poco più di una inutile curiosità che serve solo a tenere occupato l'ultimo Bajoriano ancora presente, Gul Dukat inizia ad interessarsi a quello strano essere le cui proprietà, se fossero replicabili, potrebbero permettere a Cardassia di creare un esercito invincibile.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Night of the Wolfes"

Nota

Gli Antosiani sono la specie che ha insegnato la metamorfosi cellulare a Garth di Izar e sono citati in TOS 3x16 "Whom Gods destroy / Il sogno di un folle".
I Camaleontidi sono citati in MOV 6 "The undiscovered country / Rotta verso l'ignoto" come la razza cui appartiene Martia, la mutaforma che aiuta Kirk e McCoy a evadere da Rura Penthe.
I Vendoriani sono citati in TAS 1x05 "The survivor / Il superstite".


2358

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Cantieri di Flotta di Utopia Planitia, Marte

Evento

COMPLETAMENTO DELLA NCC 1701-D USS ENTERPRISE

In anticipo di due anni rispetto al progetto originale, i Cantieri di Marte completano la costruzione della nuova ammiraglia della Flotta Stellare, la NCC 1701-D USS Enterprise.
Nei successivi cinque anni, fino al 2363, la nave viene testata dagli ingegneri dei Cantieri di Flotta per verificare il funzionamento di tutti i sistemi prima di dichiararla "Adatta alla navigazione spaziale".

Fonte

MAN "TNG Technical Manual"

Nota

Il termine "Spaceworthy / Adatta alla navigazione spaziale" è un neologismo derivato dal termine marinaro "Seaworthy / Adatta alla navigazione marittima"; un termine analogo, utilizzato in campo aeronautico, è "Airworthy / Adatto alla navigazione aerea".


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Quadrante Alpha

Evento

INIZIA LA GUERRA TZENKHETI

Allo scopo di fermarne "l’aggressiva espansione imperialistica", la Coalizione Tzenkheti dichiara guerra alla Federazione.

Fonte

MAN LUG "Dominion War: The fires of Armageddon"


Data
Data stellare
Luogo

21 ottobre 2358
35802
Alpha Centauri

Evento

RICERCA SULLA "GRANDE MORIA"

Facendo ricerche sulla estinzione del Permiano/Triassico di 250 milioni di anni prima, Picard (uno degli scopritori della Tomba di Zaterl su Varlac V l'anno prima) trova indizi che lo inducono a pensare che possa essersi trattato di un fenomeno artificiale: gli archivi di Kalanda parlano di una misteriosa struttura che "esiste fuori dal tempo" risalente all'epoca, e ciò che resta della Biblioteca Fer-Gruacch (costruita 310.000 anni prima e scomparsa 10.000 anni dopo) riporta l'esistenza di numerose strutture simili, anche se non fornisce la posizione di nessuna di loro.

Quando Picard trova notizie nell'Archivio Archeologico B'nurlac che parlano di rovine molto ben conservate di 250 milioni di anni prima (in un sistema con tre nane rosse attorno alla stella principale e i cui tre pianeti interni sono gioviani) ha finalmente un punto di partenza per iniziare una spedizione archeologica che, grazie alla fama conquistata l'anno prima, gli viene accordata: l'Università di Alpha Centauri affida alla spedizione una nave scientifica, la SS Cleopatra's Needle, che può ospitare alcuni scienziati e - sfortunatamente per Picard - le loro famiglie, bambini compresi.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Nota

La fonte riporta che la ricerca ha inizio 8 mesi prima del 21 giugno 2359, data stellare 36468.


2359

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Mordan IV

Evento

TERMINA LA GUERRA CIVILE

Dopo quarant'anni di scontri sanguinosi, che hanno devastato il pianeta, termina la guerra civile su Mordan IV.

Fonte

TNG 1x16 "Too short a season / Guerra privata"

Nota

La fonte riporta che la guerra civile è iniziata quarantacinque anni prima del 2364 (2364 - 45 = 2319) ed è terminata dopo quarant'anni (2319 + 40 = 2359).


Data
Data stellare
Luogo

4 febbraio 2359
36093
Alpha Centauri

Evento

PARTENZA DELLA SPEDIZIONE ARCHEOLOGICA

La Cleopatra's Needle lascia lo spazioporto di Alpha Centauri, alla ricerca dell'origine della Grande Moria. La sua destinazione è un sistema a tre mesi di viaggio da Alpha Centauri, lontano dallo spazio della Federazione, in una zona di cui esistono solo mappe tracciate da sonde automatiche.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Nota

La fonte riporta che la Cleopatra's Needle trova il sistema indicato dall'Archivio B'nurlac in data stellare 36338 (4 maggio 2359), tre mesi dopo la sua partenza da Alpha Centauri.


Data
Data stellare
Luogo

4 maggio 2359
36338
Sistema Tanebor

Evento

PRIMO CONTATTO CON I MABRAE

Dopo tre mesi di viaggio la SS Cleopatra's Needle giunge nel sistema citato dall'Archivio B'nurlac: una stella di classe G7, con tre compagne di classe M e un sistema solare i cui primi tre pianeti sono di classe J, il quarto di classe M con numerose piccole lune di tipo asteroidale, il quinto e sesto pianeta simili a Marte e poi molti altri corpi celesti, tra pianeti nani e nubi cometarie.

Mentre gli scienziati della Federazione analizzano dall'orbita il quarto pianeta, vengono intercettati da una nave della Guardia Orbitale di Tanebor, il nome di quel mondo nella lingua Mabrae.
Tanebor è infatti una colonia dell'Unione Mabrae, una specie umanoide con una caratteristica unica: le persone non indossano vestiti ma piante, alterate geneticamente per ancorarsi alle pieghe della loro epidermide. I militari e le forze di sicurezza sono coperti da una spessa corteccia, flessibile ma molto resistente, mentre artisti, commercianti e altre categorie preferiscono coprirsi di foglie e fiori di svariati colori e grandezze.
Un'altra caratteristica unica della società Mabrae è che i suoi abitanti non terraformano i pianeti per adattarli alla loro fisiologia, ma alterano piante locali perché funzionino simbioticamente con i loro corpi: in questo modo riescono ad adattarsi ad ogni nuova colonia.
I Mabrae trovano questo sistema più etico, ma è anche molto complicato, per cui sono estremamente territoriali ed aggressivi nel difendere le proprie colonie. Per questa ragione, il Primo Contatto fra gli scienziati di Alpha Centauri e questa nuova specie inizia in maniera un po' burrascosa, per poi diventare amichevole quando i Mabrae capiscono che la Federazione non ha alcuna mira sui loro territori.

Dopo aver risolto le iniziali controversie, gli scienziati della Cleopatra's Needle ottengono il permesso di fare ricerche sulla struttura di cui parlavano i B'nurlac.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Nota

La fonte riporta che la Cleopatra's Needle trova il sistema indicato dagli Archivi B'nurlac in data stellare 36338 (4 maggio 2359).


Data
Data stellare
Luogo

19 giugno 2359
36463
Tanebor

Evento

RITROVAMENTO DELLA STRUTTURA B'NURLAC

Dopo un mese e mezzo di ricerche su Tanebor, gli scienziati della Federazione trovano il luogo in cui è nascosta la struttura di cui parlano gli Archivi B'Nurlac: una sfera, vecchia di 252 milioni di anni, sepolta sotto una frana artificiale - causata forse dai B'nurlac stessi, forse dai popoli in rivolta contro il loro dominio - accaduta più di 300.000 anni prima.
Attorno alla misteriosa "sfera", gli stessi B'nurlac avevano costruito una struttura per poterla studiare, ed è attraverso questa struttura che gli scienziati federali pensano di poterci arrivare.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Nota

La fonte riporta che le ricerche della Sfera durano un mese e mezzo dall'arrivo della Cleopatra's Needle su Tanebor.


Data
Data stellare
Luogo

22 giugno 2359
36471
Tanebor

Evento

ACCESSO ALLA STRUTTURA SEPOLTA

Dopo tre giorni di scavi, resi complicati dalla struttura B'nurlac (essendo anchilosauri i B'nurlac era bassi e larghi, quindi i loro corridoi e le loro stanze sono difficili da percorrere per degli umanoidi) gli scienziati della Federazione arrivano ad una sala in cui sono conservati alcuni artefatti che le analisi mostrano provenire dall'interno della sfera.
Molti di questi artefatti sono diventati polvere negli ultimi 300.000 anni, e altri sono completamente incomprensibili. Fra di loro, però, vengono ritrovati anche i relitti di alcune navette, ed una di esse contiene cristalli-dati ancora in buono stato, che vengono recuperati per essere letti.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Nota 1

La fonte riporta che gli scavi nella struttura B'nurlac sepolta durano tre giorni.

Nota 2

Gli anchilosauri sono una specie di dinosauri vissuta sulla Terra circa 66 / 68 milioni di anni fa. Ulteriori informazioni su Wikipedia - Ankylosaurus.


Data
Data stellare
Luogo

4 settembre 2359
36674
Tanebor

Evento

DECIFRATI I CRISTALLI DI TANEBOR

Dopo più di due mesi di lavoro, gli scienziati della Federazione riescono a decifrare i dati contenuti nei cristalli ritrovati nella struttura B'nurlac.
Come avevano immaginato - e sperato - si tratta di mappe stellari che mostrano, tra l'altro, l'ubicazione di altre tre sfere risalenti all'epoca della Grande Moria. Dopo aver calcolato la posizione attuale delle stelle indicate, tenendo conto di più di 250 milioni di anni di deriva, la Cleopatra's Needle lascia Tanebor e i Mabrae e si dirige verso la più vicina di queste stelle, avvicinandosi alla Federazione in direzione di Lambda Scorpii.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Nota

La fonte riporta che i cristalli vengono decifrati sette mesi dopo la partenza della Cleopatra's Needle da Alpha Centauri, avvenuta il 4 febbraio 2359.


Data
Data stellare
Luogo

20 settembre 2359
36718
Pianeta "Proserpina"

Evento

ESPLORAZIONE DI PROSERPINA

L'esplorazione della prima delle coordinate trovate su Tanebor si rivela infruttuosa: nel sistema (una stella K6) il pianeta di classe M non esiste più, lanciato fuori dalla sua orbita da un qualche cataclisma cosmico 220 milioni di anni prima, e le innumerevoli installazioni presenti sugli altri pianeti sono state saccheggiate eoni addietro.

Nel secondo sistema (una stella G4) il terzo pianeta è di classe M ma ridotto ad un deserto, a malapena abitabile, con nessuna traccia di una civiltà. Il quinto pianeta, tuttavia, si rivela interessante: delle dimensioni di Marte ma con un nucleo roccioso coperto di acqua liquida ed una crosta di ghiaccio di 15 chilometri di spessore, sul modello di Europa (una delle lune di Giove, Sol VI).
La superficie liscia dimostra che il pianeta (che viene battezzato "Proserpina" dagli scienziati) è geologicamente attivo, con criovulcani che spargono vapore acqueo nell'atmosfera di azoto e metano che si rideposita sotto forma di neve. I criovulcani sono attivi grazie al calore generato dagli elementi radioattivi del nucleo, e le analisi con i bioscanner mostrano numerose forme di vita acquatiche, probabilmente basate sulla chimica senza luce e anaerobica tipica di questi pianeti: purtroppo, non sembrano senzienti e nel loro ambiente non esistono costruzioni o tecnologia.

Continuando l'analisi di Proserpina, gli scanner della Cleopatra's Needle scoprono una sfera di 40 metri di diametro, che riflette al 100% i sensori e non emette nessuna radiazione. La Sfera è al centro di un più vasto complesso, parzialmente incastrato nella parte inferiore della crosta ghiacciata. Il gruppo di scienziati della Federazione decide di analizzare la struttura del complesso per cercare di trasportare qualcosa dentro o fuori dalla sfera e cercare di risolvere il mistero della Grande Moria.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

22 - 25 settembre 2359
36723 - 36731
Pianeta "Proserpina"

Evento

LIBERAZIONE DI ARIEL

Dopo due giorni di analisi gli scienziati della Federazione trovano il modo di inserire una sonda all'interno della Sfera, per analizzarne il contenuto. Purtroppo, l'inserimento della sonda provoca uno squilibrio energetico (la Sfera era un perfetto Campo ad Entropia Zero, un pratica un campo di stasi totalmente immutato da più di 250 milioni di anni) che genera un catastrofico effetto a catena di collasso strutturale. Gli scienziati, operando in fretta, riescono ad agganciare quattro segni vitali e a teletrasportarli, uno solo dei quali riesce a venire reintegrato in modo coerente.

La forma di vita che viene salvata è una femmina umanoide, con una biologia robusta e adattiva. Molti dei suoi sistemi vitali sono ridondanti e decentralizzati: non ha un solo cuore ma molte piccole pompe sparse nel corpo, canali respiratori che bypassano la trachea e molti altri organi sembrano essere replicati in piccolo in varie parti del tronco. Inoltre, tutto il suo corpo risulta pieno di naniti, che si riattivano iniziando ad aggiustare le parti danneggiate dal teletrasporto.
L'unico danno sistemico che non sembra riparabile dalla fisiologia o dai naniti è la memoria: la femmina umanoide non ricorda assolutamente nulla che preceda il suo risveglio a bordo della Cleopatra's Needle. Ha comunque una prodigiosa capacità di apprendere nuove lingue, e Picard decide di chiamarla provvisoriamente "Ariel".

Analisi mediche mostrano che Ariel è semitelepatica, ma solo nella aree del cervello legate alla comunicazione - verbale e non verbale - e alla empatia: praticamente, Ariel è un comunicatore nato, anche se non è chiaro se si tratti di una sua caratteristica unica o di un tratto comune alla sua specie.

Dopo tre giorni di studio dei documenti trovati nella base di Tanebor e di quelli salvati su Proserpina prima che la struttura collassasse, Ariel scopre di appartenere ad un'antica specie chiamata Manraloth.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

 
HOME
INIZIO SEZIONE
SAGA