USS SELEYA

TIMELINE
08 - 08  
DAL BIG BANG AL XIX SECOLO
XX SECOLO
XXI SECOLO
XXII SECOLO
XXIII SECOLO
XXIV SECOLO
DAL XXV SECOLO
UNIVERSI PARALLELI
 
2333

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Raknal V

Evento

INCIDENTE DI RAKNAL V

Cinque anni dopo la firma del "Trattato di cooperazione", le cose su Raknal V non vanno come sperato da Curzon Dax e dalla Federazione: le relazioni fra le due colonie - anche a causa di una forte antipatia personale dei due governatori - sono sempre molto tese, e data la distanza del pianeta dalle frontiere delle due potenze i rifornimenti arrivano con il contagocce, sempre più rari e di qualità sempre più scadente. Si ripropone insomma una situazione simile a quella di Nimbus III, il "Pianeta della Pace Galattica", fondato come colonia congiunta della Federazione, dell'Impero Klingon e di quello Romulano nel 2267, che solo 15 anni dopo - nel 2282 - era considerato una colonia fallita.

Nel 2333 un incidente aumenta la tensione fra l'Unione Cardassiana e l'Impero Klingon: la CCV Gratok, con un equipaggio di venti persone e carica di zenite, mentre lascia l'orbita del pianeta si scontra con la IKS Chut, che trasporta 98 persone fra cui il Generale Worf (padre di Mogh e nonno di Worf, il primo Klingon a servire nella Flotta Stellare).
Ognuna delle due parti accusa l'altra di aver causato l'incidente non rispettando i prescritti corridoi di volo, ma la vera causa dell'incidente risiede nel fatto che le due parti non si parlano, ciascuna ha il proprio controllo del traffico orbitale e nessuna delle due ha in orbita satelliti che possano monitorare il traffico sopra il continente dell'altra, quindi nessuna delle due sa quando l'altra fa arrivare o partire una nave, nessuna delle due può rilevare problemi dalla parte opposta del pianeta e naturalmente nessuna delle due usa per comunicare le frequenze dell'altra parte.

Nei mesi successivi all'Incidente di Raknal V si moltiplicano gli scontri fra Klingon e Cardassiani, scontri che entrambi i governi si affrettano ad attribuire ad "elementi rinnegati" per evitare di scatenare una guerra aperta che sarebbe troppo costosa sia per la distanza del pianeta dalle rispettive frontiere, sia perché entrambe le potenze si trovano ad affrontare anche altri problemi: i Klingon, a causa delle politiche di Kaarg prima e Ditagh poi, non si sono ancora ripresi da Praxis, mentre i Cardassiani devono già gestire gli scontri di frontiera con la repubblica Talariana, la resistenza su Bajor che inizia ad organizzarsi e altre, quasi endemiche, rivolte sulle colonie periferiche dell'Unione.

La distanza di Raknal V e gli altri problemi non impediscono tuttavia alle due parti di testare la volontà dell'avversario: i Cardassiani hanno più volte attaccato navi ed installazioni nei sistemi Archanis e Cursa, ricambiati da incursioni Klingon a Cuellar e Trelka. Uno scontro tra la IKS Korvale e una nave Cardassiana si è risolto a favore dell'Impero, a cui il Comando Centrale risponde distruggendo la stazione di trasmissione di Donatu V. La CCV Boklar, classe Akril, viene intercettata nello stesso sistema dalla IKS Pu'Bekh al comando di K'mpec e distrutta.

Dopo alcuni mesi di continua escalation della tensione, entrambi i governi decidono di espellere i cittadini della loro controparte dal proprio territorio, e durante questa rapida "pulizia etnica" si verificano spesso incidenti anche gravi, in qualche caso mortali. Che naturalmente non fanno che innalzare ulteriormente la tensione.

Fonte

NOV TLE "2328-2346: The art of the impossible"


2334

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Qo'noS

Evento

MORTE DEL CANCELLIERE DITAGH

Al termine di una rapida malattia muore su Qo'noS il Cancelliere Ditagh.
Prima di morire Ditagh nomina un Arbitro di Successione, che sceglie per il duello finale per il posto di Cancelliere Kravokh e Grivak.
Il duello viene vinto da Kravokh, che diventa il nuovo Cancelliere dell'Impero Klingon. Uno dei due posti rimasti vacanti nell'Alto Consiglio viene assegnato all'Eroe di Donatu V, K'mpec.

Fonte

NOV TLE "2328-2346: The art of the impossible"


2336

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Federazione

Evento

CONSIGLIERI DELLA FLOTTA STELLARE

La Flotta Stellare istituisce la figura del "Consigliere", un ufficiale laureato in psicologia che possa fornire aiuto a supporto agli ufficiali imbarcati su navi stellari impegnate in missioni pluriennali.

Fonte

NOV TLE "2336: Well of souls"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Federazione

Evento

PROTOTIPO DI COLLETTORE DI CAMPO ZERO

L'ingegnere della Flotta Stellare Darya Bat-Levi e suo fratello gemello Joshua, un ricercatore attivo nello studio della struttura quantica dell'universo, creano il primo prototipo di ZFC (Zero Field Collector / Collettore di Campo Zero) nella storia della Federazione: una bottiglia magnetica che imprigiona l'energia creata dalle fluttuazioni quantistiche nel vuoto e la utilizza per alimentare i motori a curvatura.
La teoria di Joshua Bat-Levi è che se l'energia può essere rimossa dal tessuto dello spazio-tempo, allora può esserlo anche il tessuto stesso, creando fessure che si comportano come wormhole e che permettono di raggiungere regioni remote dell'universo, o anche altri universi o dimensioni. Poiché il più semplice degli effetti ZFC riscontrabili è l'effetto Casimir, hanno battezzato Pozzo Casimir il wormhole che si crea usando l'energia di campo zero.

Il primo problema pratico che i gemelli Bat-Levi si trovano ad affrontare è come attingere all'energia del vuoto quantistico con la tecnologia disponibile.
La soluzione trovata è quella di attivare la sequenza usando l'energia di curvatura di un normale reattore warp, ma la difficoltà risiede nel bilanciare l'energia fornita dal Pozzo Casimir con quella che arriva dal nucleo di curvatura senza mandare in sovraccarico il sistema.
Una volta superate le difficoltà tecniche e costruito il prototipo, il primo test di volo fa percorrere alla loro nave, la SS Lion, 492 anni luce in un minuto: l'equivalente di warp 42!

Purtroppo, la tecnologia non è all'altezza della teoria e il volo della SS Lion finisce in un disastro: l'assorbimento di energia del "Pozzo Casimir" si rivela impossibile da controllare con la precisione richiesta e il sistema va in sovraccarico, fornendo ai motori più energia del necessario e portando la nave oltre i limiti di integrità strutturale. Per evitare che la nave vada in pezzi il pod che contiene il dispositivo ZFC viene sganciato manualmente, ed il "ritorno di fiamma" causato dal disaccoppiamento del dispositivo di raccolta di energia rispetto ai sistemi che la utilizzano inonda il piccolo vascello di radiazioni che uccidono Joshua e feriscono gravemente sua sorella Darya.

Nonostante il grave incidente, però, si tratta del primo tentativo promettente di superare i limiti della curvatura "tradizionale" dai tempi del fallito Progetto Transwarp (2282) e la Flotta Stellare fa propria l'idea per sviluppare le tecnologie adatte a renderla pienamente operativa.

Fonte

NOV TLE "2336: Well of souls"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - GALLITEP

La regione meridionale di Gallitep, un susseguirsi di colline coperte da boschi con una scarsa popolazione, si rivela molto ricca di uridio, il principale componente dello scafo delle navi Cardassiane. Il Comando Centrale decide di costruire una miniera per estrarre il materiale, e invia come forza lavoro tutti i Bajoriani privi di una occupazione approvata da Cardassia.

Sotto il comando di Gul Dahre'el Gallitep diventa ben presto sinonimo di inferno in terra (o, più propriamente, sinonimo delle Caverne di Fuoco, la mitologica dimora sotterranea dei Pah-Wraith, gli antagonisti maligni dei Profeti): non solo l'ambiente della regione viene completamente devastato da una miniera a cielo aperto talmente vasta da essere visibile dall'orbita, ma le condizioni dei prigionieri che vivono e lavorano in quello che da campo di lavoro diventa presto un vero campo di sterminio sono terribili.

Le condizioni di vita prevedono il lavoro forzato in regime di severo razionamento alimentare, fino alla morte dei prigionieri per fame o sfinimento, per le percosse e le violenze dei guardiani del campo (che sfogano così la propria frustrazione per una assegnazione vista come una forma di condanna disciplinare), per i continui incidenti sul lavoro e, in qualche caso, per gli esperimenti medici che il dottor Crell Moset esegue sui suoi pazienti.

Le condizioni di lavoro non sono migliori di quelle di vita: i prigionieri vivono, mangiano e dormono nelle stesse gallerie in cui scavano per estrarre l'uridio e in caso - non infrequente, visto che le misure di sicurezza non esistono - di crollo si scava per liberarle solo se l'IA che controlla la miniera stima che rimanga abbastanza minerale da giustificare il costo dello scavo. Spesso non si procede, e i superstiti vengono lasciati a morire di fame o soffocamento nel tunnel.
Non è migliore la sorte di chi lavora alle vasche di acido dove si procede ad una prima, sommaria, raffinazione del materiale: se qualcuno ci cade dentro viene estratto, ma solo perché potrebbe contaminare gli acidi. Chi è in condizione di riprendere a lavorare viene rimesso al suo posto, senza alcuna cura per le ustioni o per altre ferite, mentre gli altri vengono uccisi o inviati a Crell Moset come cavie umane.

Pochi giorni di questo inferno e l'atteggiamento dei prigionieri Bajoriani diventa simile a quello dei lager nazisti sulla Terra del XX secolo: intorpidimento, chiusura in se stessi, apatia. Qualsiasi cosa succeda meglio far finta di non vedere e non immischiarsi, sperando di cavarsela.
Il benvenuto a Gallitep, d'altronde, segue un protocollo rodato, fatto per spezzare sul nascere ogni resistenza psicologica: gli uomini vengono sottoposti a percosse e sevizie, mentre le donne vengono violentate sistematicamente.
I prigionieri che muoiono vengono sostituiti da altri che i Cardassiani rastrellano su tutto il pianeta, eseguendo arresti arbitrari il cui unico scopo è quello di inviare lavoratori a Gallitep.

Nonostante Gallitep divenga ben presto la più efficiente struttura mineraria su Bajor e la maggior fonte di uridio grezzo di tutta l'Unione, Gul Darhe'el suggerisce al Comando Centrale che l'unico modo per assicurarsi il completo ed efficiente sfruttamento delle risorse di Bajor senza sprecare così tante forze per mantenerlo sotto controllo sia la pura e semplice eradicazione dei Bajoriani: imprigionarli tutti, farli lavorare tutti fino alla morte e aprire il pianeta alla colonizzazione Cardassiana.
La proposta viene rigettata, ma solo perché costerebbe troppo e la pulizia etnica richiederebbe troppe forze militari per essere attuata.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Night of the Wolfes"

Nota

Le terribili condizioni di vita di Gallitep ricordano i lager nazisti come Dora-Mittelbau, dove vennero costruite le V2 verso la fine della II Guerra Mondiale.


2338

Data
Data stellare
Luogo

2 febbraio 2338
15087.7
Omicron Theta III

Evento

SCOPERTA E ATTIVAZIONE DI DATA

La USS Tripoli risponde ad una richiesta di soccorso dalla colonia federale su Theta Omicron III, un pianeta ricco di fattorie e centri di ricerca su sui si è ritirato il dottor Noonien Soong, il più grande ricercatore di robotica della Federazione, impegnato a cercare di costruire l'androide dal cervello positronico sognato da Isaac Asimov nel XX secolo.
Noonien Soong è inoltre un discendente di Arik Soong, che nel 2154 è rimasto coinvolto nella Crisi dei Potenziati fra la Terra e l'Impero Klingon.

Al loro arrivo sul pianeta gli ufficiali della Tripoli trovano la colonia intatta ma del tutto priva delle 411 persone che l'abitavano. Nel corso delle ricerche rinvengono, in una nicchia scavata nella roccia, un androide che riescono ad attivare: Data.

Fonti

Per gli eventi e l'anno della scoperta e attivazione di Data: TNG 1x13 "Datalore"
Per il giorno e il mese della scoperta e attivazione di Data: TNG 5x14 "Conundrum / Amnesia"
Per la Crisi dei Potenziati: ENT 4x04 "Borderland / Terra di confine", ENT 4x05 "Cold Station 12 / Stazione 12" e ENT 4x06 "The Augments / I Potenziati"

Nota 1

La posizione di Omicron Theta nel sistema non viene esplicitata in TNG 1x13 "Datalore", ma deriva dallo script originale (in cui il pianeta veniva provvisoriamente chiamato Kiron III).

Nota 2

Omicron Theta III non deve essere confuso con Theta Omicron IV, visibile nella lista dei porti di partenza delle navi in arrivo nell'episodio DS9 2x14 "Whispers / Sospetti".

Nota 3

L'anno di attivazione di Data è importante per datare correttamente MOV 7 "Generations / Generazioni", in quanto nel film Data afferma di star cercando di diventare "più umano" fin dalla sua attivazione, avvenuta 34 anni prima. Il settimo film si colloca quindi nel 2338 + 34 = 2372 e non nel 2371.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - CHIUSURA DELLA BASE DI DERNA

Dieci anni dopo l'inizio dell'Occupazione, il Comando Centrale di Cardassia decide di chiudere la base navale di Derna (la quarta luna di Bajor) aperta nel 2323 dopo l'attacco Tzenkheti come sede del comando navale Cardassiano nel sistema.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Night of the Wolfes"


2339

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Aldea, Epsilon Mynos III

Evento

ULTIMA NASCITA

Su Aldea, che da secoli è affetto da crescenti problemi di sterilità dei suoi abitanti, nasce Rashella.
Per decenni questa sarà l'ultima nascita naturale su tutto il pianeta, tanto da spingere gli Aldeani - 25 anni dopo, nel 2364 - ad uscire dal loro millenario isolamento per rapire alcuni bambini presenti sulla NCC 1701-D USS Enterprise, in un disperato tentativo di salvare la propria specie e la propria cultura.

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x17 "When the bough breaks / Il pianeta sterile"
Per la posizione del pianeta Aldea nel sistema di Epsilon Mynos: MAN "Planets of the UFP"

Nota

La fonte TNG 1x17 "When the bough breaks / Il pianeta sterile" riporta che Rashella è stata l'ultima bambina a nascere su Aldea, 25 anni prima del 2364.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Federazione

Evento

FEBBRE DI RIGEL

Viene registrato l'ultimo caso di Febbre di Rigel nella Federazione.
La Febbre di Rigel, o Febbre-R, è l'unica malattia nota alla Federazione che può superare la barriera interspecie senza bisogno di vettori intermedi, e la Federazione ne conserva campioni in stasi sulla Base Stellare 23 per poterla studiare nel caso scoppi una nuova epidemia.

Fonte

NOV TLE "2360: Catalyst of sorrows"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Sistema sconosciuto

Evento

ATTACCO ALLA USS STARGAZER

La USS Stargazer incontra un sistema stellare inesplorato dominato da una gigante rossa nella fase terminale della propria esistenza, Nel sistema, ogni pianeta e luna mostra tracce di costruzioni e installazioni artificiali, e molte si trovano anche in orbita attorno a vari pianeti.
Un'analisi di queste installazioni mostra che hanno undici milioni di anni e sono il lascito della specie che abitava il sistema e che ha cercato di interrompere artificialmente il decadimento della stella. Avendo fallito, hanno lasciato il loro sistema natale alla ricerca di un altro mondo su cui continuare le ricerche.
Anche se non ci sono tracce di un loro ritorno, il sistema di difesa automatico lasciato in opera per impedire ad eventuali predoni o saccheggiatori di razziare cittcittà e installazioni è ancora in funzione, e appena la Stargazer entra nel sistema viene attaccata.

Questo incidente, come altri, verrà utilizzato dall'avvocato dell'accusa Phillipa Louvois al processo contro il Capitano Picard dopo l'Incidente di Maxia Zeta (marzo 2355) per dimostrare la sua inabilità al comando.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

 
HOME
INIZIO SEZIONE
SAGA