USS SELEYA

TIMELINE
08 - 08  
DAL BIG BANG AL XIX SECOLO
XX SECOLO
XXI SECOLO
XXII SECOLO
XXIII SECOLO
XXIV SECOLO
DAL XXV SECOLO
UNIVERSI PARALLELI
 
2322

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Golana, colonia di Bajor

Evento

EVACUAZIONE DI GOLANA

Nonostante l'uso di tecnologia cardassiana per le proprie navi stellari, il Clan Jas di Korto è costretto ad evacuare la colonia fondata su Golana, troppo lontana e sottopopolata per essere autosufficiente. Jas Horza, il Ministro di Korto, inizia ad avere ripensamenti sui "vantaggi" della collaborazione con i Cardassiani proprio quando il suo Distretto, che ospita la più grande Legazione Oraliana di Bajor, è sempre più dipendente dall'Unione per la propria sopravvivenza economica.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"

Nota

La fonte riporta che Golana sia stata evacuata l'anno prima della firma del Trattato di Alleanza fra Bajor e Cardassia (2323).


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Provincia di Musilla, Bajor

Evento

AIUTO CARDASSIANO

Una serie di violenti uragani colpisce la Provincia di Musilla, su Bajor.
L'evacuazione dalle aree colpite e le cure mediche vengono prestate dai Cardassiani, con l'ausilio della loro superiore tecnologia, facendo guadagnare all'Unione il gradimento di una buona parte dell'opinione pubblica.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"

Nota

La fonte riporta che gli uragani abbiano colpito Musilla l'anno prima della firma del Trattato di Alleanza fra Bajor e Cardassia (2323).


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Repubblica Talariana / Unione Cardassiana

Evento

TRATTATO DI PACE

L'Unione Cardassiana firma un trattato di pace con la Repubblica Talariana, cedendo tutti i territori contesi.
Cardassia ha perso molte navi e molte risorse nel corso di questa lunga guerra d'attrito, navi e risorse di cui ha bisogno per consolidare la sua presa su Bajor e per rafforzare i propri confini in direzione della Confederazione Breen e della Federazione.

Il fattore limitante nella capacità cardassiana di ripianare le perdite è la scarsità di risorse. Per questo il Comando Centrale vorrebbe accelerare l'annessione di Bajor, mentre Consiglio Detapa e Ordine Ossidiano sono contrari, perché i Bajoriani reagirebbero ad un dominio esterno con una forte resistenza che si tradurrebbe in un danno invece che un guadagno: meglio prendersi il tempo di legare sempre più i destini di Bajor e dell'Unione, lasciando fare il lavoro sporco ad un governo collaborazionista.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"

Nota

La fonte riporta che il trattato fra Talar e Cardassia sia stato siglato l'anno prima della firma del Trattato di Alleanza fra Bajor e Cardassia (2323).


2323

Data
Data stellare
Luogo

1 gennaio 2323
0.00001
Comando della Flotta Stellare, Terra

Evento

NUOVA DATA STELLARE

La Flotta Stellare introduce un nuovo sistema di computo della data stellare, valido per tutte le navi, le basi e le installazioni della Flotta.
Il sistema utilizza il network di ripetitori subspaziali e la fitta rete di comunicazione della Federazione per mantenere sincronizzati tutti i dispositivi, sia della Flotta che civili.

Fonte

Non disponibile

Nota

Calcolando all'indietro i valori della data stellare in formato TNG si ottiene Lunedì 01 gennaio 2323 come punto di partenza.
La mezzanotte esatta fra il 31 dicembre 2322 e il Primo gennaio 2323 si ottiene inserendo 0.00001 nel JavaScript Stardate Converter.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

TRATTATO DI ALLEANZA BAJOR / CARDASSIA

Nei cinque anni dal Primo Contatto, la presenza cardassiana su Bajor è cresciuta costantemente, così come la presenza di tecnologia avanzata, venduta a caro prezzo in cambio di risorse che stanno avendo un impatto positivo sul livello di vita della popolazione di Cardassia Prime.

La prima delle legazioni della Via Oraliana, l'enclave di Korto (a est della città, in direzione dei Monti Perikian che costituiscono lo spartiacque fra questo distretto e la capitale Ashalla), è cresciuta notevolmente, favorita dai contadini del distretto che sono ben lieti di vendere la loro terra ai Cardassiani in cambio di cifre superiori al valore di mercato.
Altre enclave sono nel frattempo sorte nei distretti di Qui'al (di cui è Ministro Kubus Oak, il maggiore sostenitore di una più stretta alleanza fra Bajor e Cardassia), Tamulna, Hathon, Gallitep e Karnoth. Una settima enclave è in costruzione nel distretto di Tozhat.

La Camera dei Ministri (i rappresentanti di ogni Distretto), ad Ashalla, ha eletto Lale Usbor nuovo Primo Ministro di Bajor in sostituzione di Verin Kolek.
Mentre Verin, pur favorevole a rapporti commerciali con Cardassia, era contrario ad una espansione dell'Unione su suolo bajoriano, Lale - sostenuto dalla fazione guidata da Kubus Oak di Qui'al e Jas Holza di Korto - propende per una maggiore integrazione.
Uno dei primi atti del governo Lale è la firma del Trattato di Alleanza fra Bajor e Cardassia. In base ai termini di questo trattato, le enclave sono territorio cardassiano non soggetto alle leggi di Bajor. Nemmeno i flyer della Milizia possono sorvolare una enclave senza autorizzazione...

Gli atti del governo Lale non avvengono senza qualche resistenza: nei distretti di Ashalla, Jalanda e Hathon avvengono violente manifestazioni a favore di una restrizione della libertà di movimento dei Cardassiani.
A favore del governo, con un notevole effetto sull'opinione pubblica, è però intervenuta Kai Meressa: ormai malata terminale della Sindrome di Yerrin, convinta sostenitrice della fratellanza del Culto dei Profeti e della Via Oraliana, è contraria ad ogni azione che possa pregiudicare il suo lascito religioso e politico a Bajor, soprattutto in un momento in cui su Cardassia le persecuzioni aumentano, con chiusure di luoghi di culto, scomparsa di intere congregazioni e un terzo dei fedeli Oraliani che vive oramai stabilmente su Bajor.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Orbita di Bajor

Evento

ATTENTATO DI CEMBA

La stazione spaziale di Cemba, in orbita attorno a Bajor, funziona da decenni come porto commerciale del pianeta. Dall'arrivo dei Cardassiani, la stazione è anche il maggior punto di transito delle merci in entrata e in uscita ed è in pratica monopolizzato dai cargo dell'Unione.

Poco dopo l'attracco, la nave cargo Lhemor (che trasporta un gruppo di fedeli Oraliani su Bajor) esplode. I danni alla stazione sono così estesi che deve essere abbandonata e, poco dopo, si disintegra e precipita nell'atmosfera del pianeta.
Secondo le analisi forensi, condotte dalla Milizia di Bajor con l'aiuto dei Cardassiani, l'esplosivo utilizzato riconduce agli Tzenkheti, che stanno avendo sempre più scontri di frontiera con l'Unione.

Per "proteggere" Bajor da eventuali aggressione future della Coalizione, Cardassia si offre di stazionare in modo permanente uno squadrone navale nel sistema: 8 incrociatori più le navi di supporto. Il governo Lale, con il forte supporto del partito di Kubus Oak, è favorevole all'offerta nonostante le opposizioni provino a far notare che gli Tzenkheti non sono mai stati terroristi e che tutta la vicenda ha aspetti poco chiari.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Luogo

Bajor

Evento

CERIMONIE ELEDA E DISORDINI

Su tutta Bajor si svolgono Cerimonie Eleda per commemorare i morti della Stazione Cemba: vengono suonate le Campane della Anime, vengono accese Lampade Duranjas e cantati inni.
Si svolgono però anche molte manifestazioni meno pacifiche: c'è chi protesta per il posizionamento delle navi del Secondo Ordine a Bajor e chi perché non sono abbastanza, chi protesta perché la navi cardassiane offendono l'onore della Guardia Spaziale e chi perché la loro presenza può provocare una aggressione Tzenkheti, chi protesta perché la Milizia disperde le manifestazioni più violente usando la forza e chi, semplicemente, perché se tutti protestano ci sarà un motivo...

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Sistema Ajir

Evento

INCIDENTE DI AJIR - ATTACCO DELLA GUARDIA SPAZIALE

Per vendicare la distruzione della Stazione Cemba e il proprio onore, messo in discussione dal governo Lale, la Guardia Spaziale di Bajor attacca un Marauder della Coalizione Tzenkheti intento a rifornirsi di idrogeno ed altre sostanze prelevandole dall'atmosfera di un gigante gassoso nel Sistema Ajir.
L'attacco, che coglie di sorpresa gli Tzenkheti, riesce a danneggiare il Marauder prima che questo, dotato di armamenti e tecnologia superiori a quelli bajoriani, riesca a disabilitare le navi della Guardia Spaziale.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Evento

INCIDENTE DI AJIR - INTERVENTO CARDASSIANO

Una squadra navale cardassiana nascosta nel Sistema Ajir, guidata da Dalin Dukat, interviene nello scontro fra la Guardia Spaziale Bajoriana e il Marauder Tzenkheti.
Approfittando dei danni subiti da quest'ultimo nello scontro, riesce a disabilitarne gli scudi per poi teletrasportare a bordo una biotossina che in pochi secondi uccide quasi tutto l'equipaggio.
Una squadra d'abbordaggio, guidata dallo stesso Dukat, elimina i pochi superstiti, rimette in funzione il Marauder e lo usa per attaccare e distruggere le navi bajoriane, registrando l'evento per poter dimostrare l'aggressione Tzenkheti.

La colonia bajoriana di Andros, la più vicina al territorio della Federazione (in un'area che i Bajoriani chiamano "Marche verso il Nucleo") riceve una trasmissione di emergenza da parte delle navi della Guardia Spaziale, che mostra l'attacco Tzenkheti, e registra la partenza del Marauder diretto verso Bajor.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"

Nota

Dalin è un grado militare cardassiano che corrisponde a Tenente Comandante della Flotta Stellare.
Dalin Dukat ha partecipato al Primo Contatto con Bajor nel 2318, quando era Primo Ufficiale della CCV Kornaire agli ordini di Gul Kell.


Evento

INCIDENTE DI AJIR - ATTACCO A BAJOR

Il Marauder Tzenkheti - controllato in realtà dai Cardassiani - raggiunge Bajor e dopo aver eliminato le scarse forze della Guardia Spaziale inizia a bombardarne la superficie.
I primi obiettivi colpiti sono la città di Korto, in cui viene distrutta l'enclave degli Oraliani, e il distretto di Kendra, il cui Santuario viene completamente raso al suolo. Seguendo la rotazione di Bajor, il bombardamento prosegue colpendo Ashalla, la capitale del pianeta, Janir, Lonar e Dakhur, dove si trova l'Ambasciata Cardassiana.

Poiché i Bajoriani non sanno che si tratta di una manovra orchestrata da Cardassia per aumentare la presa su Bajor, la distruzione di Dakhur e dell'Ambasciata di Cardassia (preventivamente sgomberata dal personale, rimpiazzato con Oraliani e prigionieri cardassiani in uniforme militare) serve a dimostrare la colpevolezza Tzenkheti e l'estraneità di Cardassia nell'attacco.

Anche il Santuario di Kendra è un bersaglio scelto specificamente, per due ragioni: da un lato Cardassia spera che colpendo uno dei luoghi più sacri di Bajor la popolazione insorga contro gli Tzenkheti, dall'altro ne approfitta per mettere le mani su uno dei Cristalli dei Profeti (il Cristallo della Verità) custodito proprio nel Santuario, che viene teletrasportato in una installazione segreta dell'Ordine Ossidiano un momento prima che il Marauder apra il fuoco.
Mentre i Bajoriani sono convinti che il Cristallo sia andato distrutto e vedono in questo un segno del fatto che i Profeti hanno abbandonato il popolo, i Cardassiani si preparano a studiarlo per svelarne i segreti e le potenzialità.

Una squadra navale cardassiana - la stessa che aveva preso il controllo del Marauder e distrutto la flotta bajoriana - interviene "provvidenzialmente" e distrugge la nave Tzenkheti, fermando il bombardamento di Bajor.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Evento

ATTACCO A BAJOR - CONSEGUENZE

Quattro settimane dopo l'attacco, la Camera dei Ministri di Bajor (che si riunisce nella Fortezza di Korto perché la sede di Ashalla è stata pesantemente danneggiata nel bombardamento "Tzenkheti") decide non solo il via libera all'invio della squadra navale cardassiana promessa dopo l'Incidente di Cemba, ma anche la firma di un vero e proprio Patto di Difesa Reciproca fra Cardassia e Bajor, patto che si traduce in una rapida militarizzazione del sistema da parte dell'Unione. Viene anche decisa la costruzione di una installazione militare su Derna, la quarta luna di Bajor, per il comando e controllo di tutte le forze cardassiane nel sistema.

Le proteste contro la firma di questo patto esplodono su tutto Bajor, con la popolazione convinta che l'aumento dell'ostilità degli Tzenkheti sia causato dalla crescente presenza cardassiana.
Si apre inoltre una grave crisi istituzionale, con l'Assemblea dei Vedek orientata all'annullamento del Patto di Difesa e la Camera dei Ministri che lo difende sostenendo che i Vedek abbiano il potere di annullare solo le decisioni dei Ministri che attengano alla "vita spirituale" di Bajor, ed è proprio sulla definizione di "vita spirituale" che le opinioni divergono e lo scontro si inasprisce.

Come conseguenza del Patto di Difesa e dello scontro fra Ministri e Vedek, inizia un massiccio esodo di Bajoriani verso le colonie esterne, in particolare verso Valo II che in breve tempo si troverà ad ospitare una popolazione superiore alle proprie capacità di sostenerla.

Nel frattempo, la Coalizione Tzenkheti annuncia di essere del tutto estranea all'attacco su Bajor ma di essere pronta a difendersi da una eventuale risposta militare cardassiana o bajoriana, che verrà considerata un atto di guerra. Bajor, naturalmente, non ha le capacità di affrontare da sola gli Tzenkheti, e Cardassia non ha risorse da impiegare anche su questo fronte, per cui la tensione piano piano sfuma in una tregua armata.

Su Cardassia, nel frattempo, gli ultimi Oraliani vengono espulsi dal territorio dell'Unione e "invitati" a trovare rifugio su Bajor. Le loro navi, tuttavia, vengono attaccate e distrutte dal Comando Centrale: dell'antico culto sopravvivono quindi solo gli esuli su Bajor e i pochi Bajoriani che si sono convertiti, abbandonando la fede nei Profeti.

Dalin Dukat, l'autore ed esecutore del piano di attacco "Tzenkheti" a Bajor, viene promosso al grado di Dal, ma contemporaneamente assegnato ad un nuovo incarico lontano dal pianeta.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"

Nota

Dalin e Dal sono gradi militari cardassiani: Dalin corrisponde a Tenente Comandante della Flotta Stellare, Dal a Comandante.


2325

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Sistema Tarlac e Sistema Ellora

Evento

CONQUISTA SON'A DEI TARLAC E DEGLI ELLORA

I Son'a, il gruppo che ha abbandonato il pianeta Ba'ku nel 2275, invadono e conquistano due pianeti con una popolazione ad uno stadio di sviluppo pre-industriale, i Tarlac e gli Ellora.
I Son'a, il cui numero inizia a diminuire a causa dell'età dei suoi membri e della sterilità che impedisce loro di procreare, utilizzano i Tarlac e gli Ellora come forza lavoro e, in misura sempre maggiore, come tecnici e luogotenenti, affidando loro sempre maggiori responsabilità.

Fonte

MOV 9 "Insurrection / L'insurrezione"

Nota

La fonte riporta riporta che la conquista dei Tarlac e degli Ellora è avvenuta cinquant'anni prima del 2375.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

MORTE DI KAI MERESSA

Muore su Bajor Kai Meressa, malata da lungo tempo della Sindrome di Yerrin.
L'Assemblea dei Vedek, non meno divisa della società civile, non riesce ad accordarsi sul nome di un successore e Bajor rimane senza la sua guida spirituale in un momento di grande bisogno.

Vedek Meressa era stata scelta come Kai dopo aver ricevuto una visione direttamente dai Profeti, che anticipava un tempo di estrema tribolazione seguito dall'arrivo dell'Emissario del Tempio Celeste, colui che "È del popolo ma non del nostro mondo e porterà pace e prosperità vegliando su Bajor da una corona di ferro sospesa nel cielo".

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


2327

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Vulcano

Evento

INCIDENTE DIPLOMATICO CON CARDASSIA

Mentre su Vulcano si svolgono trattative diplomatiche fra la Federazione e Legara IV, un piano malamente concepito e peggio eseguito da parte del Comando Centrale Cardassiano crea un grave incidente diplomatico fra l'Unione e la stessa Federazione: il tentativo di uccidere l'Ambasciatore Sarek (fresco di nozze con la sua terza moglie, Perrin) e portare Legara IV nell'orbita politica ed economica dell'Unione, che si sta rapidamente ed aggressivamente espandendo nelle aree lungo il proprio confine con la Federazione, viene scoperto dalla V'Shar, la sicurezza di Vulcano.
L'effetto politico della mossa del Comando Centrale è pesante per Cardassia: non solo Legara IV firma un trattato di cooperazione e mutua difesa con la Federazione, diventandone un solido alleato in una regione chiave per l'espansione dell'Unione, ma per la Federazione l'Unione stessa passa da "potenziale alleato" a "ostile", con tutte le conseguenze negative in termini di commercio e dispiegamento di forze militari che ne derivano.

Anche su Cardassia le ripercussioni non mancano.
Da secoli il potere è tripartito fra il Consiglio Detapa, il Comando Centrale e l'Ordine Ossidiano. La crisi consente al Consiglio di ridurre un po' il potere politico del Comando, mentre un nuovo Direttore - Enabran Tain - ascende al vertice dell'Ordine Ossidiano dopo che il suo predecessore - colpevole di non essersi accorto o di non aver fermato il piano del Comando Centrale - va incontro ad uno sfortunato caso di avvelenamento alimentare, essendo purtroppo allergico al locan, una comunissima spezia che si trova in molti cibi.
Il Comando Centrale è costretto a spostare forze dal settore dove, nonostante il "cessate il fuoco" di cinque anni prima, prosegue una guerra a bassa intensità contro la Repubblica Talariana alla frontiera con la Federazione, lasciando le colonie dell'Unione nell'area esposte ad attacchi talariani. Inoltre, non può espandere la sue forze per coprire tutti i fronti perché il Consiglio Detapa, nel tentativo di migliorare l'immagine dell'Unione agli occhi della Federazione per riaprire almeno le indispensabili trattative commerciali, rifiuta di finanziare l'esercito.

Per riguadagnare potere e prestigio, e per accedere a risorse indipendenti, il Comando Centrale accelera l'invasione di Bajor, che accadrà nel 2328 dopo che già da una decina di anni migliaia di "consiglieri" Cardassiani sono presenti sul pianeta e un passo alla volta l'economia viene asservita agli scopi e ai bisogni dell'Unione.

Fonti

Per gli eventi: NOV TLE "2328-2346: The art of the impossible"
Per il trattato del 2322 fra Talar e Cardassia: NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


2328

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

DISORDINI ANTI-ORALIANI

Dieci anni dopo il Primo Contatto fra Bajor e Cardassia, cinque dopo l'attacco "Tzenkheti" che ha portato ad una massiccia presenza di forze militari dell'Unione su Bajor, la Camera dei Ministri dominata dal partito di Kubus Oak approva una legge per cui non solo le enclave ma gli stessi cittadini Cardassiani presenti sul pianeta non rispondono alle autorità di Bajor ma a quelle dell'Unione.
Immediatamente scoppiano disordini in tutte le principali città e distretti di Bajor. L'Alleanza per l'Unità Globale compie veri e propri attentati ai danni degli unici Cardassiani che non hanno armi per difendersi: gli Oraliani presenti sul pianeta, che in qualche caso vengono linciati dalla folla insieme ai - pochi, per la verità - Bajoriani che si sono convertiti al loro credo abbandonando la fede nei Profeti.
La mancanza di una guida spirituale su Bajor (3 anni dopo la morte di Kai Meressa l'Assemblea dei Vedek non ha ancora eletto un sostituto) rende ancora più caotica la situazione, mentre la Milizia, con pochi mezzi e pochi organici, non riesce a contenere le violenze e le truppe del Comando Centrale sono del tutto disinteressate a difendere gli Oraliani, sia Cardassiani che Bajoriani, dalle violenze.

Nel frattempo, su Cardassia si consuma uno scontro di potere fra il Comando Centrale e il Consiglio Detapa: il primo vuole procedere speditamente ad una occupazione completa di Bajor per accedere senza limitazioni alle sue risorse, espandere la flotta e ampliare le forze al confine con la Federazione, mentre il secondo vuole procedere più lentamente, per via diplomatica e politica, proprio per non pregiudicare i possibili rapporti commerciali con la Federazione che spera di ripristinare dopo l'incidente su Vulcano l'anno prima.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

MISSIONE DELLA FLOTTA STELLARE

Mentre la situazione sociale e politica su Bajor si deteriora, la Federazione viene pressata dai Bajoriani esuli su Valo II e sulle altre colonie che richiedono a gran voce un intervento che allontani i Cardassiani dal pianeta, intervento impossibile secondo le leggi della Federazione perché fino a quel momento ogni passo verso l'annessione di Bajor nell'Unione è stato effettuato attraverso trattati firmati dalle legittime autorità di Bajor, la Camera dei Ministri e il Primo Ministro Lale Usbor.

Per raccogliere informazioni fresche, la Flotta invia due ufficiali (una della StarFleet Intelligence e l'altra dell'Ufficio Analisi Culturali) direttamente sul pianeta.
Con l'aiuto di un ufficiale della Milizia, le due "risorse informative" della Flotta penetrano all'interno di una enclave Cardassiana e scoprono vasti depositi di armi configurate per combattere in ambito urbano e opporsi ad azioni di guerriglia: è la prova che la Federazione cercava per dimostrare che Cardassia si appresta ad invadere Bajor e privarlo della sovranità.

Scoperte, le due ufficiali riescono a fuggire e raggiungere una nave della Flotta Stellare in missione di "mappatura" nel vicino Sistema di Tasak. Purtroppo, la loro individuazione e la successiva fuga fanno precipitare gli eventi su Bajor, privando la Federazione del tempo per manovrare diplomaticamente e spingere Cardassia ad abbandonare il pianeta.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

INIZIO DELL'OCCUPAZIONE CARDASSIANA

Un mese dopo l'inizio dei disordini anti-Oraliani e poco dopo la fuga delle ufficiali della Flotta Stellare da Bajor, Cardassia si muove per annettere il pianeta.
L'Ordine Ossidiano organizza disordini che iniziano con l'incendio del Tempio nel Mercato Notturno di Korto, incendio apparentemente provocato da Oraliani che insultano i Bajoriani che si recano alla funzione dell'alba. Gli incidenti si estendono alla città di Korto e da lì ad Ashalla e tutte le altre città di Bajor.

Il Primo Ministro Lale Usbor "rimane ucciso" nei disordini, ed in una seduta di emergenza la Camera dei Ministri nomina Kubus Oak nuovo Primo Ministro di Bajor.
Il primo atto del governo collaborazionista - che resterà in carica per tutta la durata dell'Occupazione - è quello di firmare e fare approvare alla Camera il Trattato di Annessione di Bajor all'Unione Cardassiana, passo formale che permette alle truppe del Comando Centrale di sbarcare a milioni sul pianeta ed iniziare un rastrellamento nelle strade e nelle case di ogni città, ufficialmente alla ricerca degli Oraliani che sono accusati di aver fomentato i disordini in combutta con gli Tzenkheti e la Federazione, mentre elementi chiave attorno a cui potrebbe focalizzarsi la resistenza vengono eliminati ad uno ad uno: ministri ostili a Kubus Oak o a Cardassia, alti ufficiali del governo, della Milizia e della Guardia Spaziale (che vengono sciolte con un decreto del Primo Ministro), personalità di spicco della società civile.

Con una mossa inusuale, contraria alle tradizioni, il nuovo governo collaborazionista nomina Vedek Arim nuovo Kai di Bajor. Kai Arim, con il supporto dei Vedek favorevoli a Cardassia, lavora per pacificare la popolazione e renderla collaborativa e produttiva, ma sia la sua politica che le modalità della sua nomina spaccano l'Assemblea dei Vedek, molti dei quali non lo riconosceranno mai come legittimo Kai di Bajor.

Mentre l'Occupazione procede speditamente, agenti dell'Ordine Ossidano - che usano mascherature biomimetiche per sembrare Bajoriani - si fingono Monaci, Ranjen e Vedek e penetrano in ogni Santuario di Bajor che contenga un Cristallo e lo portano via, spesso convincendo i monaci del posto di doverlo nascondere per ordine del Kai.

Gul Kell, l'ufficiale che ha guidato la spedizione di Primo Contatto su Bajor dieci anni prima, viene premiato per l'annessione del pianeta con la promozione a Legato (il più alto grado della gerarchia militare e politica dell'Unione) e torna su Cardassia. Il suo vice dell'epoca, Dalin Dukat, che dopo aver organizzato il finto attacco Tzenkheti nel 2323 è stato promosso Dal e nominato a capo della prigione di Letau (una luna di Cardassia Prime), viene promosso al grado di Gul e nominato Prefetto (governatore militare del sistema) di Bajor.
Come Prefetto, Gul Dukat inizia a pianificare la costruzione di una base di classe Nor da porre in orbita sopra Bajor, per spostare il quartier generale delle operazioni Cardassiane dalla luna di Derna ad una posizione dove il popolo del pianeta possa "ammirare" la potenza dell'Unione.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Luogo

Federazione

Evento

REAZIONE DELLA FEDERAZIONE

La Federazione è paralizzata di fronte al rapido svolgersi degli eventi su Bajor, perché l'Occupazione non è una invasione militare ma, almeno ufficialmente, una richiesta di aiuto da parte del legittimo governo di Bajor ad una potenza alleata per porre fine ai disordini causati su Bajor da alcuni cittadini di quella stessa potenza.
Anche l'annessione è un atto firmato dal governo legittimo, e nonostante le proteste degli esuli Bajoriani il Consiglio della Federazione non ha le basi legali per fare nulla più che inviare una protesta diplomatica.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Day of the Vipers"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Raknal V

Evento

SCOPERTA DELLA COLONIA PERDUTA DI CH'GRAN

Una settimana dopo l'annessione di Bajor, la CCV Sontok al comando di Gul Monor scopre un pianeta di classe M, Raknal V, ricco di zenite, minerale di cui le colonie agricole hanno un disperato bisogno per combattere una infezione endemica che colpisce sistematicamente tutte le colture che costituiscono la base dell'alimentazione Cardassiana.

Durante una prima esplorazione del pianeta, i soldati della squadra di sbarco guidata da Glinn Ekron (il vice di Gul Monor) scoprono alcuni teschi con creste frontali e, poco dopo, i resti di una nave sul cui scafo rimangono tracce di un logo Klingon, del tipo che veniva usato all'epoca in cui Qo'noS venne invaso dagli Hur'q, mille anni prima.

Fonte

NOV TLE "2328-2346: The art of the impossible"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Nebulosa Betreka

Evento

BATTAGLIA DELLA NEBULOSA BETREKA

La IKS Wo'bortas, che stava seguendo occultata la Sontok per raccogliere dati su quella che per l'Impero è una nuova specie che si sta espandendo aggressivamente in nuovi territori, intercetta una trasmissione fra la nave e Cardassia in cui - fra le altre cose - Gul Monor descrive i resti Klingon trovati sul pianeta.

Secondo Qaolin, il comandante della Wo'bortas, ciò che i Cardassiani hanno trovato sono i resti delle Colonia Perduta di Ch'gran, il primo tentativo di un gruppo di guerrieri Klingon di espandere l'Impero nello spazio, attuato subito dopo la fine dell'Invasione Hur'q. Tutta quello che l'Impero sa di Ch'gran e della sua spedizione è che le navi hanno smesso di comunicare con Qo'noS dopo aver trovato un pianeta abitabile vicino alla Nebulosa Betreka, e poiché la ricerca della Colonia Perduta è una impresa quasi mistica, come quella della Spada di Kahless o del Santo Graal sulla Terra, la Wo'bortas chiede aiuto a Qo'noS per avere altre navi in aiuto per allontanare i Cardassiani del pianeta, mentre la Sontok chiede l'invio di altre navi per iniziare la colonizzazione del pianeta.

A distanza di qualche giorno entrambe le flotte arrivano nel sistema e si scontrano dentro e attorno alla Nebulosa Betreka, che si trova a poca distanza da Raknal. Le forze navali Klingon e Cardassiane sono praticamente equivalenti, e il pianeta si trova abbastanza lontano dai confini di entrambe le potenze da non poter ricevere aiuti immediati, per cui lo scontro si trascina per qualche giorno senza vinti né vincitori.

Fonte

NOV TLE "2328-2346: The art of the impossible"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Raknal V

Evento

TRATTATO DI COOPERAZIONE KLINGON/CARDASSIANO

Tre settimane dopo l'inizio della Battaglia di Betreka, l'Ambasciatore della Federazione Curzon Dax riesce a mediare un accordo fra le parti, prendendo spunto dalle condizioni di pace imposte dagli Organiani alla Federazione e all'Impero Klingon 61 anni prima (marzo 2267): Raknal V sarà amministrato congiuntamente dai Cardassiani e dai Klingon, con i Cardassiani che controlleranno il continente settentrionale (dove si trovano i resti della nave di Ch'gran) e i Klingon che controlleranno il continente meridionale (ricco della zenite che serve all'Unione).
Curzon Dax spera che in questo modo le due parti siano costrette a cooperare per ottenere quello che vogliono e che dalla cooperazione nasca una migliore comprensione reciproca.

Il "Trattato di cooperazione e sviluppo di Raknal V" viene siglato sulla USS Carthage, una delle ultime navi di classe Miranda ancora in servizio, e porta le firme del Consiglio Detapa e del Cancelliere Ditagh, succeduto a Kaarg. Entrambe le parti nominano come governatori i comandanti delle due navi che per prime si scontrate per il possesso del pianeta: Gul Monor della Sontok e Qaolin della Wo'bortas.

Fonte

NOV TLE "2328-2346: The art of the impossible"

Nota

Nell'Universo dello Specchio la cooperazione fra Klingon e Cardassiani che porterà alla nascita dell'Alleanza viene fatta risalire proprio alla firma dell'Accordo di Raknal V.

 
HOME
INIZIO SEZIONE
SAGA