USS SELEYA

TIMELINE
08 - 08  
DAL BIG BANG AL XIX SECOLO
XX SECOLO
XXI SECOLO
XXII SECOLO
XXIII SECOLO
XXIV SECOLO
DAL XXV SECOLO
UNIVERSI PARALLELI
 
2360

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Zona Neutrale Romulana

Evento

EPIDEMIA VIRALE

Un'epidemia di origine sconosciuta inizia a diffondersi all'interno dell'Impero Stellare Romulano, e da lì passa prima ad alcuni pianeti della Zona Neutrale ed infine ai mondi di confine della Federazione.

Quando la Divisione Medica della Flotta Stellare viene informata dell'esplosione del virus, questo ha già causato 73 vittime (31 Vulcaniani, 23 Rigeliani e 19 Umani) in 17 diverse località della Federazione.
Le prime analisi non riescono a trovare uno schema di diffusione né altri elementi in comune: i Rigeliani erano Zami della stessa famiglia estesa, ma gli Umani e i Vulcaniani erano tutti casi isolati e senza contatti reciproci. L'unica certezza che la Divisione Medica della Flotta Stellare ha fin dall'inizio è che si tratti di un virus artificiale: il tasso di decessi è pari al 100% di coloro che manifestano i sintomi, e tra questa manifestazione e la morte non passano più di due giorni. Poiché in natura nessuna malattia ha un tasso di mortalità assoluto (sulla Terra la Peste Bubbonica uccise il 40% dei colpiti, Ebola il 90% prima che venisse scoperto un vaccino, ma richiedeva un contatto diretto da portatore a vittima, mentre l'epidemia di Influenza Spagnola nel 1919 - che si diffuse per via aerea, come sembra fare questo virus - ha ucciso meno del 25% dei contaminati in un'epoca in cui non esistevano antibiotici o cure adeguate) viene deciso di allertare la StarFleet Intelligence perché raccolga informazioni sulla sua origine.

Fonte

NOV TLE "2360: The catalyst of sorrows"

Nota 1

La Peste Bubbonica (più nota come Morte Nera o Peste Nera) ha colpito l'Europa, l'Asia e il Medio Oriente nel periodo 1347-1353, causando nella sola Europa circa 25 milioni di morti, pari al 30 / 35% della popolazione (Wikipedia - Peste Nera).

Nota 2

Ebola è una febbre emorragica endemica in alcune parti dell'Africa, con una tasso di mortalità compreso fra il 50% e il 90% dei contagiati (Wikipedia - Ebola).
Per il vaccino: Repubblica.it: Vaccino per Ebola.

Nota 3

L'epidemia di Influenza Spagnola ha colpito l'Europa e il Nord America negli anni 1919-1920, causando approssimativamente 100 milioni di morti (Wikipedia - Influenza Spagnola).

Evento

STRUTTURA DEL VIRUS

Lo studio del virus, ribattezzato "Catalizzatore" dalla Divisione Medica della Flotta Stellare, porta ad individuare la presenza di due diverse strutture virali: la Febbre di Rigel ed il Rodimento.

La Febbre di Rigel - o Febbre-R - è l'unica malattia aeriforme nota alla Federazione in grado di superare la barriera interspecie, ed è stata usata come base per infettare non solo Vulcaniani, Rigeliani e Romulani (che sono specie affini), ma anche gli Umani e potenzialmente ogni altra specie.

Il Rodimento è una malattia di origine Romulana, che non esiste più in natura da migliaia di anni anche se i suoi ceppi sono conservati nei laboratori dell'Impero. Era una malattia causata da un batterio presente nel terreno di Romulus al tempo della colonizzazione, che aveva approfittato dell'organismo dei primi coloni (non abituati ad un clima più freddo ed umido di quello di Vulcano) per annidarsi nei polmoni e da lì proliferare ed espandersi. Il batterio causava, dopo sintomi più semplici come nausea, vomito e febbre elevata, una progressiva disintegrazione dei vasi sanguigni che iniziava dai capillari esterni per poi diffondersi agli organi interni e che dava alle persone colpite l'impressione di essere divorate dall'interno, da cui il nome di Rodimento.
Anche nel caso della malattia originale, però, pur in presenza di un tasso di contaminazione prossimo al 100% le morti non avevano superato il 50% dei colpiti.

Ulteriori studi permettono di scoprire le componenti base, mutate, del Catalizzatore.
Esistono 5 ceppi noti di Febbre-R. Di questi, il ceppo R4b può mutare in due sottoceppi: R4b1 e R4b2. Quest'ultimo, quando agisce come virus ospite può causare molteplici mutazioni in altri virus con configurazione simile che vengano attaccati per essere trasportati. Grazie a questa mutazione il Catalizzatore, pur presentando i sintomi del Rodimento, non risponde alle terapie classiche usate dai Romulani, mentre il fatto di essere innestato su un ceppo di Febbre-R permette al Rodimento di superare la barriera interspecie e di colpire non solo Rigeliani, Vulcaniani e Romulani ma anche Umani ed altre specie.

Fonte

NOV TLE "2360: The catalyst of sorrows"

Luogo

Pianeta Siwon

Evento

ORIGINE DEL VIRUS "CATALIZZATORE"

La StarFleet Intelligence inizia a cercare l'origine del Catalizzatore partendo da una semplice constatazione: un virus artificiale con una mortalità del 100% è pericoloso in primo luogo per chi lo crea, che quindi deve avere prodotto anche un vaccino o un antidoto.
Poiché è composto da una forma potenziata del Rodimento (contro cui però le cure Romulane non sembrano avere effetto) e da Febbre-R, contro cui è efficace la Ryetalina, seguendo le tracce delle spedizioni di grossi quantitativi di questa sostanza nella Zona Neutrale la squadra investigativa inviata dal Comandante della StarFleet Intelligence, Ammiraglio Nyota Uhura, arriva sul pianeta Siwon, su cui i mercanti locali vendono un'erba chiamata hilopon in grado di guarire molte malattie.
L'hilopon di Siwon è una forma depotenziata, e anche se dimostra di essere in grado di attaccare il Catalizzatore non ha la forza per renderlo inerte.

Ulteriori ricerche negli archivi delle pubblicazioni scientifiche mostrano che anni addietro uno scienziato Zami, Crofter Thamnos - la cui famiglia ha lasciato Rigel IV dopo l'ingresso del sistema nella Federazione e la rivolta contro le Prime Famiglie, ma che ha mantenuto contatti con il Sindacato di Orione e molti investimenti fuori dalla Federazione - ha pubblicato un articolo sulle doti di cura miracolose di un bacillo presente nel suolo e nelle piante di Renaga, un pianeta pre-industriale della Zona Neutrale. Il bacillo, naturalmente, era l'hilopon e le ricerche si spostano su Renaga.

Fonte

NOV TLE "2360: The catalyst of sorrows"

Luogo

Pianeta Renaga

Evento

CURA DEL VIRUS "CATALIZZATORE"

Su Renaga la squadra della StarFleet Intelligence trova Crofter Thamnos e il suo laboratorio.
Il Catalizzatore risulta effettivamente creato dallo scienziato Zami con il duplice scopo di colpire la Federazione (colpevole ai suoi occhi di avere danneggiato gli affari e il prestigio della sua famiglia) e di creare una malattia pandemica mortale di cui solo lui possiede la cura, per poterla vendere quando il panico avrà colpito i mondi abitati federali, romulani e magari anche klingon.

Il "progetto" di Thamnos era nato sulla base di un ceppo particolarmente virulento di Febbre-R - una eredità di famiglia da generazioni - ma è diventato il Catalizzatore quando un operativo della Tal Shiar gli ha fornito il virus del Rodimento, con l'idea di creare una malattia che devastasse la Federazione e la lasciasse esposta ad una invasione romulana.
Sfortunatamente, Thamnos ha avuto un "incidente" proprio poco prima che gli agenti della Federazione arrivassero su Renaga, e non è quindi in grado di dare informazioni sul suo contatto all'interno della Tal Shiar.

L'hilopon risulta essere la forma levogira del Rodimento, e l'antidoto è composto semplicemente da hilopon e ryetalina: il primo neutralizza il Rodimento, mentre la seconda colpisce la Febbre-R inibendo., tra l'altro, la diffusione interspecie. La formula dell'antidoto viene inviata alla Divisione Medica della Flotta Stellare e a tutti i governi della Federazione, che iniziano immediatamente a trattare la popolazione. Le stesse informazioni vengono inviate da Uhura ad un suo contatto nel Senato Romulano, ed anche nell'Impero inizia una massiccia campagna di vaccinazioni per debellare la malattia.

Renaga viene posto sotto "amministrazione congiunta" della Federazione e dell'Impero Romulano, con una nave stellare ed un Warbird in orbita e personale medico, diplomatico e culturale sulla superficie, per aiutare la popolazione locale a superare lo shock della "invasione aliena". Shock che, peraltro, non esiste: Renaga è talmente arretrato che la sua popolazione non ha nessun concetto di popoli di altri mondi, e ritengono che esseri dissimili da loro semplicemente arrivino da terre lontane.
Gli studi sull'hilopon si rivelano in parte deludenti: il batterio ha bisogno delle specifiche radiazioni della stella del pianeta e di quelle condizioni ambientali per prosperare, e una volta raccolto dalle piante deve essere lavorato ed utilizzato subito, prima di perdere efficacia. Non è pertanto possibile creare colture fuori da Renaga né lavorare abbastanza materiale sul posto per creare un prodotto da esportazione.
Visti i costi della presenza sul pianeta, dopo poche settimane sia la Flotta Stellare che l'Impero Romulano ritirano le proprie forze, lasciando gli abitanti a non domandarsi dove siano andati gli stranieri...

Alla fine della crisi, la Divisione Medica della Flotta Stellare tira le somme: il Catalizzatore è costato 1076 vittime nella Federazione, più un numero imprecisato ma molto maggiore nell'Impero Romulano e nei mondi della Zona Neutrale.

Fonte

NOV TLE "2360: The catalyst of sorrows"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Stazione Jupiter, Sol VI

Evento

AVVIO DEL PROGRAMMA "MEDICO OLOGRAFICO"

Per evitare che in futuro una pandemia possa mettere a rischio le vite dei medici della Federazione, la Divisione Medica e il Corpo Ingegneri della Flotta Stellare iniziano a progettare un "Medico Olografico di Emergenza" da installare su navi e basi della Flotta. Il gruppo di lavoro stima che occorreranno una decina d'anni per avere i primi prototipi funzionanti.

Fonte

NOV TLE "2360: The catalyst of sorrows"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - TRASFERIMENTO DEL CRISTALLO

Ad Ashalla, la capitale di Bajor, viene terminata la costruzione di un'ala sotterranea e segreta del Monastero di Shikina. Kai Opaka fa spostare il Cristallo della Profezia e del Cambiamento, da lei stessa trovato nel 2348, in questo Monastero, sia per non dare un bersaglio unico ai Cardassiani (lei e il Cristallo), sia perché ritiene che l'ultimo posto dove i Cardassiani penserebbero di cercare una Lacrima dei Profeti è proprio a due passi dalla sede del governo collaborazionista.
La custodia del Cristallo è affidata a pochissimi Monaci e Vedek selezionati dalla stessa Kai e - come predetto nella visione ricevuta dai profeti - non verrà mai trovato dalle forze di occupazione.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Cardassia Prime

Evento

ESPANSIONE DEL CULTO ORALIANO

Dopo avere rivitalizzato il culto di Oralius nella città di Lakaria, in cui sono stati ricostruiti templi sotterranei segreti dove i fedeli possono riunirsi per pregare, Astrea ha una visione in cui vede Cardassia quasi totalmente distrutta da esseri sconosciuti, le strade della sue città coperte di cadaveri e invase da Umani, Klingon e Romulani.
Dalla visione Astrea apprende che la Via sarà necessaria per la ricostruzione di Cardassia, e che per sopravvivere all'Olocausto è necessario che lei e i suoi più fedeli collaboratori si spostino nella capitale stessa del pianeta.
Il nuovo tempio principale della Via Oraliana viene quindi spostato nel Distretto Torr di Cardassia City, lo stesso che ospita il quartier generale dell'Ordine Ossidiano.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Cardassia Prime

Evento

RITORNO DELLE TRUPPE DAL FRONTE

La base militare di Mekisar, alla periferia di Cardassia City, diventa la principale struttura di accoglienza per le truppe dell'Unione che tornano a casa dopo le battaglie contro le forze della Federazione. Nonostante la (dis)informazione della propaganda e il forte spirito patriottico dei soldati, il malcontento serpeggia fra le truppe e da queste si diffonde fra la popolazione: gli scontri sono visti come sempre più inutili, uno spreco continuo di uomini e risorse visto che le navi della Flotta Stellare hanno sensori, scudi ed armamenti migliori e quasi ogni scontro vede soccombere le forze del Comando Centrale, sia quando si combatte nello spazio che quando ci si scontra a terra.

Sempre più i soldati e la popolazione iniziano a chiedere l'abbandono delle colonie periferiche, compresa Bajor che da sola richiede un tributo in vite - tra morti, feriti e mutilati - pari a quello di tutto il resto del fronte messo assieme.
Di questo crescente malcontento verso le politiche del Comando Centrale approfitta il Consiglio Detapa, che piano piano guadagna un peso sempre maggiore e riesce ad orientare alcune decisioni, anche se non ha ancora la forza per fermare la guerra con la Federazione o per ottenere lo sgombero di Bajor.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - ATTIVAZIONE DEL SISTEMA DI SORVEGLIANZA

Dopo dodici anni di lavori, test, costruzione ed installazione delle torri di controllo, il sistema di sorveglianza sviluppato dall'Istituto Bajoriano di Scienze entra in funzione.
Ad ogni città, villaggio o campo agricolo vengono assegnati confini, invalicabili da chi non sia dotato di un trasponder militare (che ovviamente solo i soldati Cardassiani possiedono): il sistema, originariamente concepito per individuare ed abbattere ogni velivolo non autorizzato (risolvendo così il problema della calibrazione dei sensori necessaria per rilevare il balon usato come carburante dalla resistenza), viene esteso per rilevare qualsiasi corpo umanoide di massa superiore a quella di un bambino ed allertare le truppe a terra, che così possono colpire con sicurezza l'area in cui si trova una cellula della guerriglia.

Il sistema di sorveglianza si rivela talmente efficace che in soli tre giorni le cellule della resistenza che operano nelle Provincie di Jalanda, Renday ed Elemspur vengono eliminate.

Dopo l'attivazione del sistema ogni città o villaggio diventa virtualmente una realtà a sé stante, e quasi ogni viaggio si interrompe. I bambini, che in teoria sono liberi di muoversi, sono invece quelli che subiscono le restrizioni maggiori, perché se succedesse loro qualcosa al di fuori dei confini assegnati gli adulti non potrebbero andare a cercarli.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"

Nota

L'idea delle "Torri Sentinella" è utilizzata anche dall'Impero Akron nel cartone animato Daltanious.

YATI

La fonte riporta che il sistema di sorveglianza è entrato in funzione sei anni e mezzo dopo l'approvazione del progetto da parte del Comando Centrale.
La stessa fonte, però, riporta che il progetto è stato approvato nel 2348 ed è entrato in funzione nel 2360, per cui dodici anni dopo.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Terok Nor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - ARRIVO DI QUARK

Da una nave commerciale Ferengi attraccata alla stazione di Terok Nor sbarca Quark, un membro dell'equipaggio con pochi mezzi ma molta ambizione.
Quark propone al Prefetto di Bajor di aprire un locale sulla Passeggiata della stazione, un posto dove i soldati Cardassiani in licenza e i Bajoriani "affidabili" che hanno piccoli negozi possano passare il loro tempo libero bevendo e giocando.
Gul Dukat accetta la proposta, sorprendendo perfino se stesso, e Quark inizia la sua attività.

Nella migliore tradizione Ferengi, Quark affianca ad attività lecite altre che lo sono molto meno: apre dei Ponti Ologrammi (il cui uso su Cardassia è strettamente limitato ai gradi più alti della gerarchia militare) che i soldati - lontani da casa e dalle famiglie - immediatamente usano per "scopi ricreativi", ma inizia anche a commerciare con i Bajoriani, sia i collaborazionisti che i lavoratori forzati, in beni vietati, soprattutto cibo e medicine che sul pianeta sono introvabili.

L'aiuto che sottobanco Quark fornisce ai Bajoriani, soprattutto ai lavoratori forzati che spesso non hanno di che pagarlo e che nell'etica Ferengi è un atto immorale al limite della blasfemia, varrà a Quark una sorta di salvacondotto quando, dopo il ritiro di Cardassia da Bajor, i collaborazionisti veri o presunti dell'Occupazione saranno chiamati a rispondere dei loro crimini contro l'umanità.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

3 gennaio 2360
37008
Alpha Centauri III

Evento

RICERCA DELLA TERZA SFERA

Dopo il ritorno della Cleopatra's Needle su Alpha Centauri, studiando le carte stellari Ariel scopre l'esatta ubicazione della terza Sfera in cui dovrebbero trovarsi alcuni suoi compatrioti, all'epoca impegnati in un lavoro di archiviazione di tutto lo scibile della loro civiltà in un nuovo mezzo di conservazione: l'orizzonte degli eventi di un buco nero.
Poiché l'Università di Alpha Centauri non ha i mezzi per finanziare una nuova spedizione, Picard si rivolge alla Flotta Stellare che lo reintegra nei ranghi con il suo vecchio grado di Capitano e gli assegna il comando della USS Portia, consapevole dell'importanza che avrebbe poter accedere a informazioni che, scientificamente e tecnologicamente, sono migliaia di anni più avanzate rispetto all'attuale livello della Federazione.
All'equipaggio viene aggregato anche un ufficiale molto particolare, l'unico del suo genere: un androide di nome Data.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

15 febbraio 2360
37123
Alpha Centauri III

Evento

PARTENZA DELLA USS PORTIA

La USS Portia lascia Alpha Centauri III diretta nella regione oltre Albireo (Beta Cigny), una stella ad oltre 400 anni luce di distanza.
La zona si trova nello spazio conteso fra la Confederazione Breen e la Corporazione Sheliak: poiché i Breen non hanno firmato il Trattato di Armens, gli scontri fra le due nazioni non sono infrequenti, ed una delle preoccupazioni di Picard è proprio di evitare di trovarsi coinvolto in uno di questi scontri.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Nota

La fonte riporta che la USS Portia lascia Alpha Centauri esattamente 22 anni e 13 giorni dopo l'attivazione di Data. Poiché Data è stato attivato dagli ufficiali della USS Tripoli il 2 febbraio 2338, la Portia parte il 15 febbraio 2360.


Data
Data stellare
Luogo

4 marzo 2360
37173
Pianeta Adonis

Evento

TERZA SFERA MANRALOTH

Dopo quasi due mesi di viaggio, la USS Portia raggiunge una nana bruna di classe T, che brilla di un chiaro color magenta e viene battezzata Adonis.
La stella ha un sistema di anelli e di lune, la seconda delle quali è di classe L con una tenue atmosfera e una gravità pari a metà di quella della Terra. Sulla superficie della luna si trova la Sfera Manraloth che la USS Portia stava cercando.

Dopo qualche giorno di lavoro, Ariel riesce a mettersi in contatto con l'interno della Sfera e, dopo aver scoperto che 22 suoi compatrioti Manraloth sono ancora vivi, inizia a pensare ad un piano per l'estrazione.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

2 maggio 2360
37334
Pianeta Adonis

Evento

ATTACCO ALLA FEDERAZIONE

Mentre procedono le operazioni per il salvataggio dei Manraloth chiusi nella Sfera, Picard invia regolari rapporti al Comando della Flotta Stellare. Come da procedura operativa, ai rapporti vengono allegate le registrazioni delle operazioni automatiche di bordo.
Monitorando queste operazioni Data si accorge di un programma nascosto all'interno del flusso dati, frammentato in piccoli blocchi con la capacità di autoassemblarsi e riconfigurarsi. Scopre anche che il programma è un virus, destinato ad infettare tutti i sistemi della Flotta Stellare, e che l'origine è Ariel.

Messa sotto accusa da Picard e dagli ufficiali della Portia, Ariel ammette di essere l'autrice del virus.
Il suo vero nome, che le è tornato con tutta la memoria mentre si trovava su Alpha Centauri, è Erudita Giriaenn Lilaeennin eb Vairan Gelasyr, Sorella Residente del Mondo Anulare Vairashu Cinque nell'Ammasso Ranaeth, e al momento della sua inclusione nella Sfera di "Proserpina" aveva un milione di anni, età resa possibile dalle terapie genetiche e dall'uso di naniti nel suo organismo ma non inusuale fra i Manraloth.

Ariel/Giriaenn si giustifica dicendo che la Grande Moria è colpa di un esperimento Manraloth fallito 600 milioni di anni prima, e che non solo a causato le ben note estinzioni di massa ma anche l'evoluzione di nuove forme di vita che sono cresciute in una galassia competitiva invece che cooperativa, indirizzandosi quindi su una strada di guerre, violenza e morti di cui i Manraloth si sentono responsabili.
Il virus inviato non aveva lo scopo di distruggere la Federazione ma solo di bloccare, anche se in modo catastrofico e spettacolare, il programma delle navi Galaxy il cui lancio è previsto per il 2361 in occasione del Bicentenario della Federazione. Ariel/Giriaenn vede nella Federazione i semi di quello che i Manraloth erano stati nel loro tempo, ma teme che si stia espandendo troppo in fretta, senza che la loro società sia davvero armonica ed equilibrata, senza che abbiano davvero imparato a utilizzare cooperazione e sviluppo invece di antagonismo e guerre.
Il suo piano era quindi semplice: estrarre dalla Sfera gli altri Manraloth, trovare i loro archivi nei buchi neri e usare quella scienza e quella tecnologia per dare stabilità ed equilibrio alla Federazione prima di riprenderne l'espansione, un passo alla volta. Un piano di lunghissimo periodo, ma i Manraloth vivono milioni di anni e non hanno fretta.

Secondo Picard il piano di Giriaenn è una chiara violazione della Prima Direttiva e quindi un crimine ai danni della Federazione e di tutte le specie che stanno cercando una loro strada evolutiva, senza bisogno di tutele da parte di autoproclamati custodi del bene comune. Per i Manraloth la Prima Direttiva è invece un abominio, perché obbliga ad una inutile sofferenza milioni di specie, alcune delle quali vengono condannate all'estinzione prima di poter partecipare alla comunità galattica, come se un genitore per insegnare ad un figlio che il fuoco scotta lo lasciasse bruciare vivo.
Nel mezzo dello stallo Giriaenn riesce a far uscire dalla Sfera 22 Manraloth a bordo di una loro nave, e quando Picard ordina al computer della Portia di cancellare ogni informazione sulle Sfere e a Data di proteggere le informazioni in suo possesso fino ad arrivare - se necessario - a bruciare la propria rete neurale, Giriaenn lascia la Portia e si unisce agli altri Manraloth, iniziando una caccia a mappe stellari aggiornate e alla localizzazione dei loro archivi senza bisogno dell'aiuto della Flotta Stellare.

La USS Portia lascia la regione di Albireo e torna nello spazio della Federazione.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


2361

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Romulus e Remus, Impero Stellare Romulano

Evento

ABBANDONO DEL PROGETTO "CLONI"

La morte del Pretore che nel 2354 aveva avviato il progetto di creare cloni di ufficiali della Flotta Stellare - al fine di infiltrarli per prenderne il controllo - porta alla chiusura del progetto, considerato troppo costoso e dai risultati non garantiti.
Alcuni cloni erano già stati eliminati negli anni, quando il loro "originale" aveva abbandonato la Flotta o era morto in servizio. Sette anni dopo la nascita del clone di Picard, gli scienziati responsabili della sua creazione, Tran e Svana, vengono eliminati e tutti i cloni superstiti esiliati nelle miniere di dilitio su Remus, dove l'Impero si aspetta che i bambini muoiano in brevissimo tempo.

Il clone di Picard viene preso sotto l'ala protettrice di un Remano, Vkruk, che non solo lo protegge dalle guardie Romulane ma che gli dà per la prima volta un nome non umano, Shinzon, che in Remano significa "Liberatore", perché rispondeva ad una antica profezia su un Remano non di Remus o Romulus che avrebbe liberato il suo popolo dalla schiavitù delle miniere.

Fonte

MOV 10 "Nemesis / La nemesi"

Nota 1

La fonte riporta che Shinzon sia stato esiliato su Remus quando aveva 7 anni, quindi nel 2354 + 7 = 2361.

Nota 2

Sia il film che la novellizzazione riportano l'esistenza del solo clone di Picard. Poiché nel 2354 Picard è il Capitano della Stargazer (diventerà Capitano dell'Ammiraglia della Flotta Stellare solo nel 2364) è più probabile che il piano Romulano fosse più esteso e prevedesse la creazione di cloni di molti ufficiali della Flotta Stellare con il potenziale per crescere nei ranghi e diventare Ammiragli, o anche figure chiave nella politica della Federazione.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Derna, luna di Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - INTERRUZIONE DEI CONTATTI

Probabilmente a causa di un guasto al sistema di antenne nascosto dalla resistenza fra le rovine della base Cardassiana su Derna, le cellule della resistenza perdono la possibilità di comunicare fra loro e di coordinare le loro attività. Il sistema di sorveglianza, entrato in funzione l'anno prima, impedisce di inviare qualcuno sulla luna di Bajor a riparare il guasto.
La perdita del sistema interrompe anche le comunicazioni fra Bajor e le sue colonie, una fonte di informazioni non controllate dalla censura militare Cardassiana e unico modo che aveva Bajor per far conoscere la propria situazione alla Federazione.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare

Luogo

12 agosto 2361
38611
Federazione Unita dei Pianeti

Evento

SECONDO CENTENARIO DELLA FEDERAZIONE

Su tutti i pianeti e le colonie della Federazione viene festeggiato il Bicentenario della firma degli Accordi di Federazione fra i Membri Fondatori: Terra, Vulcano, Andoria, Tellar e Alpha Centauri.

Fonti

Per l'anno di nascita della Federazione: TNG 5x17 "The outcast / Il diritto di essere"
Per la data precisa (giorno e mese) di firma degli Articoli di Federazione: NOV ENT "Last full measure" e NOV ENT (Re) "Romulan War: To brave the storm"


2362

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Impero Klingon

Evento

RITIRO DAL SERVIZIO DEGLI SPARVIERI DI CLASSE D-12

A causa di un difetto strutturale, l'Impero Klingon ritira dal servizio attivo tutti gli sparvieri di classe D-12.
Alcune navi, invece di venire demolite, finiscono sul mercato nero delle armi e proprio una di queste vecchie unità, nel 2372, causerà la distruzione dell'Ammiraglia della Flotta Stellare, la Enterprise 1701-D del Capitano Picard.

Fonte

MOV 7 "Generations / Generazioni"

Nota

La fonte riporta che gli sparvieri di classe D-12 sono stati ritirati dal servizio attivo 10 anni prima dell'Incidente di Veridiano III.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Quadrante Alpha

Evento

TERMINA LA GUERRA TZENKHETI

Termina, con la vittoria della Federazione, la guerra con la Coalizione Tzenkheti.
La Coalizione si ritira da tutti i territori contesi che la Federazione però non colonizza per dimostrare le proprie intenzioni pacifiche.

Fonte

MAN LUG "Dominion War: The fires of Armageddon"


2363

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - INCONTRO FRA ODO E DUKAT

Dopo sei anni di studi all'Istituto Bajoriano di Scienze, sotto la costante supervisione del dottor Mora Pol, Odo viene invitato su Terok Nor da Gul Dukat, che vuole conoscerlo e offrirgli l'incarico di Capo della Sicurezza della Stazione. Il vero scopo di Dukat è quello di avere Odo sotto costante controllo, valutarlo e comprendere le ragione della sua resistenza e virtuale immunità a quasi ogni arma nota, al fine di replicarne le caratteristiche per costruire un esercito invincibile (e, se possibile, fedele a Dukat).

Odo rifiuta l'offerta, ritorna su Bajor e - affascinato dalle diversità che ha incontrato nel suo primo breve viaggio fuori dall'IBS - decide di lasciare il dottor Mora e iniziare a viaggiare per tutto Bajor per scoprire di più sul suo pianeta adottivo.

Dukat, da Terok Nor, ordina che il sistema di sorveglianza ne monitori i movimenti senza però intercettarlo o intralciarlo. Preoccupazione inutile, visto che quasi immediatamente Odo inizia a trasformarsi nei vari animali che incontra e scompare dal sistema.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - CAMPAGNA DI VACCINAZIONI

Dopo anni di ricerche - effettuate spesso su cavie umane - il dottor Crell Moset mette a punto un vaccino contro il Virus di Fostossa, una malattia portata su Bajor dagli stessi Cardassiani e che miete ogni anno migliaia di vittime fra i Bajoriani.
Inizia su tutto il pianeta, partendo dai campi di prigionia, una massiccia campagna di vaccinazioni. Per quanto la propaganda collaborazionista tenti di vendere il gesto come atto di benevolenza degli occupanti, la vera ragione dietro allo sforzo Cardassiano è la paura di perdere la manodopera che alimenta l'economia dell'intera Unione.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Cardassia Prime

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - PRIMI DUBBI

Su Cardassia alcuni elementi del Comando Centrale iniziano a domandarsi se abbia senso continuare l'occupazione di Bajor: il flusso di materie prime sta diminuendo e, secondo alcune analisi, potrebbe arrestarsi del tutto entro i successivi cinque anni, comunque non oltre la presente generazione. Inoltre, il costo in vite Cardassiane per mantenere l'Annessione (termine con cui su Cardassia si identifica l'Occupazione) è sempre più alto, e la carenza di giovani maschi in grado di sposarsi ed iniziare una famiglia sta avendo effetti a lungo termine sulla demografia dell'Unione.

Come prima misura, per arginare il declino delle risorse, il Comando Centrale decide di destinare tutta la produzione di Bajor al solo sistema di Cardassia, abbandonando in pratica le colonie esterne dell'Unione a se stesse.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - CAMPAGNA UMANITARIA DI CRELL MOSET

Il dottor Crell Moset è preoccupato per il futuro dei bambini Bajoriani: quando Cardassia lascerà il pianeta alla sua superstiziosa barbarie religiosa, la scarsità di cibo e risorse (provocata dai Cardassiani, per altro) ne causerà la morte in gran numero.

Per ovviare a quella che si profila come una tragedia umanitaria, Crell Moset elabora un piano: introdurre nel cocktail delle vaccinazioni un agente sterilizzante che impedisca in maniera definitiva il concepimento da parte dei Bajoriani. In questo modo si impedirà la nascita di bambini destinati ad una morte lenta e dolorosa.
Inoltre - come vantaggio collaterale - il progetto di Crell Moset, impedendo le gravidanze, aumenterà la produttività dei lavoratori Bajoriani che non dovranno più occuparsi di nuovi bambini.

Mentre Crell Moset riceve onorificenze per la sua brillante idea e gli viene offerta una cattedra nella più prestigiosa università di Cardassia - offerta che accetta prontamente lasciando Bajor in gran fretta - la sua principale assistente e compagna, che come molte donne Cardassiane vede nella gravidanza e nella famiglia il coronamento della vita - inorridita di fronte al progetto di Moset altera la formula dell'agente sterilizzante, rendendolo inoperativo.
Anche se su Bajor le campagne di "vaccinazione" proseguono, il futuro del popolo Bajoriano viene salvaguardato.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"

Nota

Nella famigerata "Conferenza di Wannsse" del 20 gennaio 1942 le autorità naziste decisero la Soluzione Finale della Questione Ebraica. Fra le varie proposte sul tavolo, stante l'impossibilità logistica di deportare tutti gli ebrei in Madagascar come si era inizialmente ipotizzato, venne valutata l'ipotesi di sterilizzare - a loro insaputa - tutti i maschi, utilizzando emissioni radioattive. L'idea era che in questo modo la questione si sarebbe risolta da sola nel giro di una generazione, senza prove di uno sterminio sistematico da parte tedesca e senza sottoporre a stress le truppe fino a quel momento incaricate delle uccisioni di massa, donne e bambini compresi.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - DISATTIVAZIONE DELLE TORRI DI SORVEGLIANZA

Mora Pol, l'ultimo scienziato bajoriano che ancora lavora all'IBS, fornisce alla resistenza i codici per disattivare le torri di controllo del sistema di sorveglianza cardassiano.

Anche se la disattivazione è solo temporanea e bisogna agire su ogni singola torre, la resistenza organizza un attacco coordinato che in pratica disattiva il sistema su quasi tutto il pianeta. Immediatamente vengono lanciate navette - molte delle quali riescono a sfuggire all'intercettazione delle navi stellari cardassiane presenti nel sistema - e un gruppo di tecnici si reca su Derna per riattivare il network di comunicazione, che come sospettato si era effettivamente guastato nel 2361.

Per tutta la durata dell'Occupazione, Mora Pol continuerà a fornire alla resistenza i codici delle torri ogni volta che i Cardassiani li cambieranno. Stranamente, all'Istituto Bajoriano di Scienze nessuna della ricercatrici cardassiane ha mai il minimo sospetto su di lui, che può continuare a lavorare indisturbato come spia nel cuore dell'organizzazione nemica.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

4 giugno 2363
40423
Base Stellare 324

Evento

ANALISI STRATEGICHE

La Base Stellare 324 ospita il centro di analisi SF-TLTARD (StarFleet - Tactical Long range Threat Assesment and Respond Division / Flotta Stellare - Divisione per l'Analisi e la Risposta alle Minacce Tattiche a Lungo raggio) la cui supervisione è affidata al Capitano Picard. Fra i suoi obbiettivi primari c'è il monitoraggio delle attività dei Manraloth fuggiti da Adonis tre anni prima e scomparsi dal territorio della Federazione, in collaborazione con la StarFleet Intelligence.

Il 4 giugno il rapporto tattico riporta pochi elementi: un nuovo trattato che consente alle navi di Betelgeuse di transitare attraverso lo spazio Mulzirak, accorciando i tempi di viaggio da Alpha Orionis alla Federazione; un sospetto coinvolgimento Klingon nella vendita di armi alle fazioni che, su Epsilon Canaris III, stanno riprendendo le ostilità; un antico artefatto su Vemlar IV che permette di comunicare con se stessi nel futuro, requisito e messo in sicurezza dagli agenti del DTI (Department of Temporal Investigations / Dipartimento Investigazioni Temporali) e, infine, un attacco della Reggenza del Trono di Corniola ad una colonia Caitiana su Kirisha IV.

Di questi rapporti il più preoccupante è l'ultimo: non solo Kirisha IV è la più distante delle colonie della Federazione e quindi la più difficilmente difendibile, ma la Reggenza (una unione di mondi vasta quasi quanto la Federazione, nelle regioni esterne della Galassia) ha fra i suoi obbiettivi dichiarati quello di rendere tutti i popoli della Galassia "schiavi del Trono di Corniola", una ipotesi ovviamente inaccettabile per la Federazione.
Mentre le due comunità interstellari si espandono e i loro confini si avvicinano, le occasioni di contrasto si moltiplicano, ma questa è la prima volta che la Reggenza attacca militarmente un mondo della Federazione, e compito dell'organismo gestito da Picard è valutare se si tratti di un incidente occasionale o del preludio ad una guerra di vasta portata.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

Luglio 2363
Non applicabile
Spazio profondo

Evento

OSSERVAZIONE DI UNA STELLA MORENTE

La SS Tsiolkovski, una nave scientifica di classe Oberth con 80 persone a bordo fra equipaggio e scienziati, giunge in prossimità di una stella gigante rossa che sta per collassare diventando una nana bianca.

Otto mesi dopo, il 17 marzo 2364, viene raggiunta dalla NCC 1701-D USS Enterprise, ed entrambe le navi restano vittime di una contaminazione simile a quella che il 24 dicembre 2265 aveva colpito la USS Enterprise del Capitano Kirk.

Fonti

Per la missione della Tsiolkovski: TNG 1x03 "The naked now / Contaminazione"
Per gli eventi dell'Enterprise di Kirk: TOS 1x06 "The naked time / Al di là del tempo"

Nota

La fonte TNG riporta che la Tsiolkovski ha raggiunto la gigante rossa otto mesi prima degli eventi narrati.


Data
Data stellare
Luogo

5 ottobre 2363
40759.5
Cantieri di Flotta di Utopia Planitia, Marte

Evento

VARO DELLA NCC 1701-D USS ENTERPRISE

Al termine di un periodo di cinque anni (dal 2358) durante i quali gli ingegneri dei Cantieri Navali di Utopia Planitia hanno testato i sistemi di bordo, la NCC 1701-D USS Enterprise viene varata e consegnata ufficialmente alla Flotta Stellare per gli ultimi test e gli allestimenti finali prima dell'entrata in servizio.

Fonte

Dedication Plaque, seconda versione (in inglese), in uso da TNG 5x04 "Silicon Avatar / L'entità di cristallo"

Nota 1

La fonte riporta "Utopia Planitia Fleet Yards, Mars / Launched stardate 40759.5" ovvero "Cantieri di Flotta di Utopia Planitia, Marte / Varata in data stellare 40759.5".

Nota 2

La fonte MAN "TNG Technical Manual", nell'elenco delle date salienti nella costruzione dell'Enterprise, indica il 4 ottobre 2363 (data stellare 40757.5) come giorno del varo.


Data
Data stellare
Luogo

21 ottobre 2363
40805
Kirisha IV

Evento

BATTAGLIA DI KIRISHA

Il sistema di Kirisha si trova alla periferia dell'Ammasso di Alpha Persei, una regione di formazione stellare al centro del Braccio di Orione che comprende anche aree come le Pleiadi, la Nebulosa di Orione, la Nebulosa di Gum e il Maelstrom di Antares.

Quando la Reggenza del Trono di Corniola ammassa una flotta ai confini del sistema per attaccare la colonia di Kirisha, lo scontro con la Flotta Stellare diventa inevitabile.
Nel mezzo della battaglia, le navi della Federazione osservano un vascello che è rimasto nelle retrovie e sta avvicinandosi al buco nero che si trova a poca distanza da Kirisha. Analisi del vascello mostrano che si tratta della nave Manraloth fuggita da Adonis tre anni prima, che probabilmente sta cercando di accedere alle informazioni conservato nel buco nero per avviare il progetto di controllo della Galassia.
Le navi della Flotta Stellare riescono a creare un varco nelle linee della reggenza e raggiungono i Manraloth, distruggendo la loro nave. A questo punto le forze della Reggenza si ritirano dietro al loro confine e la battaglia termina, senza un chiaro vincitore.

Fonte

NOV TLE "The buried age"

Evento

TRASCENDENZA MANRALOTH

Quando la loro nave viene distrutta, i 22 Manraloth a bordo non muoiono ma "trascendono", raggiungendo un piano di esistenza non corporeo dove si trovano le specie che prima di loro, a partire dalla Grande Moria, hanno effettuato la transizione.

Ariel/Giriaenn si ritrova a parlare di esseri umani con un essere un po' particolare, che battezza "l'Imbroglione": mentre lei sostiene che c'è del potenziale evolutivo nella specie umana, l'Imbroglione ritiene che si tratti solo di un'altra specie a malapena senziente che si agita sulla scena galattica.
Accetta però di fare una scommessa con Giriaenn: li osserverà per un po', li metterà un po' sotto pressione e - se dimostreranno di avere le potenzialità di cui lei parla - li aiuterà a crescere. In un gesto di "magnanimità", l'Imbroglione permette a Giriaenn di scegliere un campione, uno che rappresenti l'intera razza e che secondo lei ha le potenzialità per superare le sfide.
Giriaenn indica a Q il nome di Jean Luc Picard...

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

17 novembre 2363
40878
Kirisha IV

Evento

TRATTATO DI PACE FRA LA FEDERAZIONE E LA REGGENZA

Alcune settimane dopo la battaglia fra le rispettive flotte, rappresentanti della Federazione della Reggenza del Trono di Corniola si ritrovano su Kirisha per la firma di un trattato che ponga fine alle ostilità. Poiché gli abitanti della Reggenza danno molta importanza a simboli ed usanze, i rappresentati della Federazione (Picard) e della Reggenza (l'Ammiraglio Kunrud) iniziano un rituale di riappacificazione che richiede molti giorni, prevedendo una breve cerimonia per ogni singolo ufficiale di ciascuna delle due flotte morto nella battaglia.

Nel frattempo gli esperti della Federazione risolvono il problema della "schiavitù" nella Reggenza. Per i popoli di quella unione, il Trono di Corniola rappresenta la legge, la sua osservanza e l'onestà nel trattare con gli altri: dichiararsi "schiavi del Trono", qualcosa che ogni persona della Reggenza deve fare se vuole diventarne un pubblico ufficiale, significa dichiarare pubblicamente la propria aderenza a questi valori. E "dichiarare" è la parola chiave: l'adesione ai valori del Trono di Corniola è volontaria, anche se nella Reggenza esiste un forte ostracismo sociale nei confronti di chi rifiuta di farlo, perché ai loro occhi equivale a dichiarare di volersi comportare come un criminale.
Una volta compreso che i termini usati sono diversi, ma i valori su cui sono costruite la Federazione e la Reggenza sono gli stessi, la strada per un trattato di pace e cooperazione è aperta.

Cooperazione di cui il Trono di Corniola ha bisogno: l'esplosione della nave Manraloth nel buco nero vicino a Kirisha ha devastato molti sistemi stellari abitati nei confini della Reggenza, e la loro ricostruzione richiederà decenni. L'aiuto della Federazione in quest'opera servirà a consolidare i legami di conoscenza e rispetto fra i due governi.

Kirisha IV viene dichiarato "Coorte della Reggenza", una specie di "avamposto culturale" fuori dai confini del Trono di Corniola. Il pianeta diventa un punto di scambio fra la Reggenza e la Federazione, su cui hanno sede le delegazioni diplomatiche e commerciali di entrambi i governi.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Evento

NUOVO COMANDO PER PICARD

Per il ruolo svolto nella crisi con i Manraloth e in quella con la Reggenza del Trono di Corniola, a Picard viene offerto il comando della nuova ammiraglia della Flotta Stellare, la NCC 1701-D USS Enterprise, di classe Galaxy.

La sua prima missione sarà la mappatura della Regione del Cigno, che si estende oltre Deneb e che è stata appena resa accessibile alle navi della Flotta Stellare grazie alla costruzione della Base Stellare Farpoint, che sembra soddisfare tutti i requisiti della Flotta nonostante l'apparente arretratezza dei Bandi, il popolo di Deneb IV che avrebbe costruito Farpoint proprio per attirare la Flotta Stellare nella regione.

Qualcosa delle parole di Ariel/Giriaenn riecheggia però nella coscienza di Picard, che in particolare è poco convinto della presenza di famiglie sulla nuova classe di navi stellari, famiglie che possono essere sottoposte a pericoli e tensioni ingiustificati.
Il Comando della Flotta Stellare ha però sull'argomento una posizione chiara: le nuove navi sono costruite per missioni di esplorazione a lungo raggio, in territori dove la Federazione non è mai giunta prima e dove - probabilmente - non è mai giunto nemmeno il nome della Federazione. Per presentarsi a questi nuovi popoli, per veicolare i valori di pace e convivenza della Federazione, meglio una nave da guerra o una comunità che rappresenti uno spaccato della società della Federazione, con bambini, civili e scienziati a bordo? Meglio soldati o esploratori?

Fonte

NOV TLE "The buried age"


2364

Data
Data stellare
Luogo

10 gennaio 2364
41025.5
Cantieri di Flotta di Utopia Planitia

Evento

ARMAMENTO DELLA NCC 1701-D USS ENTERPRISE

Tre mesi dopo il varo, avendo terminato l'allestimento dei sistemi e gli ultimi test, la NCC 1701-D USS Enterprise viene formalmente accettata dalla Flotta Stellare - nel corso di una cerimonia che prende il nome di "Commission / Armamento" - ed entra in servizio come nuova Ammiraglia di Flotta.

Fonte

Dedication Plaque, prima versione, in uso da TNG 1x01/02 "Encounter at Farpoint / Incontro a Farpoint"

Nota

La fonte riporta "Utopia Planitia Fleet Yards, Mars / Commissioned stardate 41025.5" ovvero "Cantieri di Flotta di Utopia Planitia, Marte / Armata in data stellare 41025.5".


Data
Data stellare
Luogo

15 febbraio 2364
41124
Cantieri di Flotta di Utopia Planitia

Evento

PARTENZA DELLA NCC 1701-D USS ENTERPRISE

Per ordine del Contrammiraglio Nora Satie, il Capitano Jean Luc Picard assume il comando della nuova ammiraglia della Flotta Stellare e inizia la missione dirigendosi verso Deneb.

Fonte

NOV TLE "The buried age"


Data
Data stellare
Luogo

26 febbraio - 4 marzo 2364
41153 - 41174
Spazio profondo

Evento

PRIMO CONTATTO CON Q

La NCC 1701-D, USS Enterprise, si dirige verso Deneb IV. La sua missione è quella tipica di ogni nuova nave con un nuovo equipaggio e un nuovo Capitano: mappare un'area inesplorata di spazio, a cui - vista la lunga esperienza di comando di Picard - la Flotta Stellare ha aggiunto il compito di valutare una nuova Base Stellare che i Bandi, la popolazione nativa di Deneb IV, hanno costruito sul loro pianeta allo scopo di farlo diventare il nodo principale delle attività della Federazione nella regione.

Durante il viaggio da Utopia Planitia a Deneb IV la USS Enterprise viene intercettata da una entità dotata di poteri sovrannaturali che si presenta come Q - uno dei tanti Q che popolano il Continuum dei Q - e che intima a Picard di tornare sulla Terra: a suo dire l'umanità si è espansa fin troppo, portando troppo lontano da casa la propria barbarie.
Per dimostrare il punto Q allestisce un tribunale, sulla falsariga di quelli che erano sorti spontaneamente nelle comunità nord-americane durante il periodo noto come Orrore Post-Atomico (a cavallo della fine degli anni '70 del XXI secolo, quando alla Terza Guerra Mondiale e all'arrivo dei Vulcaniani avevano fatto seguito altre guerre atomiche locali).

Al termine di questo processo farsa - nello stile della giustizia sommaria in uso in quel periodo - Q (che in realtà sta solo testando la risolutezza degli umani in generale e di Picard in particolare, come aveva "promesso" a Giriaenn appena dopo la trascendenza Manraloth l'ottobre dell'anno prima) decide di "osservare" il comportamento umano nel corso della missione su Deneb IV prima di prendere una decisione definitiva, decisione che - visti i suoi poteri - potrebbe tradursi nell'estinzione del genere umano.

Fonti

Per l'incontro con Q: TNG 1x01/02 "Encounter at Farpoint / Incontro a Farpoint"
Per la Trascendenza Manraloth e il dialogo fra Q e Giriaenn: NOV TLE "The buried age"

Nota 1

Osservando il pubblico presente al processo si vedono chiaramente persone di origine diversa: bianchi, neri, ispanici e orientali. Un simile mix di popolazione, nel XXI secolo, è riscontrabile solo negli USA e - in forma minore - in Canada, da cui l'ipotesi che il tribunale si trovi in qualche località del Nord America.

Nota 2

Lungo le pareti del tribunale sono appesi striscioni rossi con il simbolo di un'aquila nera. Secondo NOV "Federation" è il simbolo del Movimento Ottimale, un regime dittatoriale fascista che prima della Terza Guerra Mondiale aveva iniziato a prendere il potere in molte nazioni della Terra, soprattutto occidentali.

I principali leader di questo movimento, che propugnava la sopravvivenza del più adatto (di chi era, appunto, "ottimale") sono stati Adrik Thorsen, considerato anche la ragione della fuga di Zefram Cochrane dalla Terra nel 2119 (NOV "Federation") e Philip Green, autore dell'attacco terroristico agli USA del 2026 che provocò 37 milioni di morti (ENT 4x18/19 "In a mirror, darkly / In uno specchio oscuro" e TOS 3x22 "The savage curtain / Sfida all'ultimo sangue") e del Discorso di Washington del 2056 sulla necessità di sterminare gli inadatti alla sopravvivenza (ENT 4x20 "Demons / Demoni").
Gli ultimi emuli del Movimento Ottimale scompariranno alla metà del XXII secolo, dopo la morte del loro leader John Frederick Paxton (ENT 4x20 "Demons / Demoni" e ENT 4x21 "Terra Prime / Lotta per la Terra").

Nota 3

Nel corso del processo Q menziona sia la Terza Guerra Mondiale, combattuta "con armi chimiche e droghe stimolanti ai soldati", sia un numero imprecisato di "guerre atomiche", al plurale. È possibile che, con il crollo della civiltà su quasi tutto il pianeta, dopo l'arrivo dei Vulcaniani qualcuna delle fazioni in campo abbia cercato di far valere la propria forza militare per accreditarsi come interlocutore degli alieni o, semplicemente, per cercare di eliminare le fazioni concorrenti.
Questa recrudescenza del conflitto può essere alla base del periodo noto come "Orrore Post-Atomico", che ha il suo culmine nel 2079, ovvero 26 anni dopo la Terza Guerra Mondiale.

YATI

Se quello di Q è un processo alla "barbarie della razza umana", che ci fanno lì Deanna Troi e Data?

Luogo

Deneb IV

Evento

MISSIONE "FARPOINT"

Terminato lo spiacevole "incontro" con Q, la NCC 1701-D USS Enterprise raggiunge Deneb IV per analizzare la Stazione Farpoint, l'avamposto civile che la popolazione del pianeta, i Bandi, dice di aver costruito come Base Stellare e centro degli interessi della Federazione in una zona di frontiera di nuova esplorazione.

Gli ufficiali della Enterprise notano però subito alcune anomalie e incongruenze: la base sembra costruita con materiali e tecnologie di gran lunga superiori a quelle in uso sul resto del pianeta, a cominciare dalla "Città Vecchia" che si estende attorno a Farpoint. Inoltre, sembra che ogni desiderio venga esaudito immediatamente (dalla richiesta di cibo particolare a quella di tessuti pregiati), senza l'uso di replicatori o di teletrasporto. Infine, il Consigliere dell'Enterprise - che è per metà Betazoide - percepisce chiaramente dolore e paura diffusi in tutta la struttura, senza però riuscire a localizzarne un'origine precisa.

Quando il Capitano Picard manifesta le sue perplessità a Groppler Zorn, l'amministratore della struttura, si sente rispondere che se la Federazione non fosse interessata i Bandi potrebbero rivolgersi ai Ferengi, che si sono mostrati altrettanto interessati e molto meno scrupolosi della Flotta Stellare. Poiché un Primo Contatto fra la Federazione e i Ferengi non è ancora avvenuto, e tutto quello che la Flotta Stellare conosce sono voci su una loro presunta aggressività espansionista, la minaccia di venir tagliati fuori da un comodo avamposto e dall'accesso alle regioni oltre Deneb ha un suo peso.

Mentre le ricerche sulla natura di Farpoint e le trattative procedono, una misteriosa nave stellare - grande dodici volte la USS Enterprise - entra in orbita sopra Deneb IV ed inizia a bombardare la Città Vecchia attorno a Farpoint.
Gli ufficiali della Flotta Stellare scoprono a questo punto che tanto la nave stellare quanto la stazione sul pianeta sono in realtà due creature viventi, cosmozoa di enormi dimensioni. "Farpoint" era una creatura ferita che si era diretta verso Deneb IV per attingere energia dalle sue abbondanti fonti geotermali e curarsi ma che i Bandi hanno imprigionato, limitandone l'accesso a quella stessa energia per costringerla a cooperare.
L'Enterprise fornisce di abbondante energia "Farpoint", permettendole di tornare nella spazio insieme alla creatura che era giunta in suo soccorso. I Bandi, scossi dall'esperienza e timorosi di perdere il vantaggioso contratto con la Flotta Stellare, si impegnano a ricostruire la Stazione Farpoint, questa volta utilizzando materiali e tecnologia locale.

Poco prima che l'Enterprise parta per la sua missione di esplorazione torna Q, che ammette che forse l'umanità è un po' cambiata dal XXI secolo. Concede quindi a Picard e ai suoi ufficiali di intraprendere la loro missione, avvertendoli però che li terrà costantemente d'occhio, riservandosi il diritto di intervenire a sua discrezione

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x01/02 "Encounter at Farpoint / Incontro a Farpoint"
Per il Primo Contatto fra Federazione e Alleanza Ferengi: TNG 1x05 "The last outpost / L'ultimo avamposto"
Per la reputazione dei Ferengi prima del Primo Contatto: NOV TLE "The buried age"

Nota 1

I Denebiani vengono citati anche nella Serie Classica, ad esempio in TOS 2X07 "Wolf in the fold / Fantasmi del passato" e in TOS 2X12 "I, Mudd / Io, Mudd".
In astronomia esistono però due stelle chiamate Deneb: una è Deneb Kaitos, Beta Ceti, che dista dal Sole 96 anni luce; l'altra è Alpha Cygni, che dal Sole dista circa 2600 anni luce.
È probabile che i Denebiani della Serie Classica abitino pianeti del sistema di Deneb Kaitos, mentre i Bandi vivano sul quarto pianeta della stella più lontana, ipotesi peraltro congruente con la missione dell'Enterprise di esplorare una nuova regione remota.

Nota 2

Si vede che l'Enterprise è una nave nuova con un equipaggio che ancora deve rodarsi.
Nel corso del primo incontro con Q viene detto che la massima velocità sostenibile dall'Enterprise è warp 9.4. Nel tentativo di sfuggire alla griglia energetica con cui Q vuole intrappolarla la nave raggiunge warp 9.8, il che può starci: in una situazione di emergenza ogni motore può girare per un po' nella zona rossa del contagiri, a patto poi di fermarsi, smontarlo e controllare se ci sono stati dei danni.
Quello che suona strano è che nemmeno una volta si senta il Capo Ingegnere chiamare la plancia e lamentarsi: "Me bairns, me poor bairns! / I miei motori, i miei poveri motori!" come faceva il Buon Vecchio Scotty...

Nota 3

Il primo cosmozoa - un po' sui generis, perché si trattava più di una enorme cellula che di un organismo completo - lo incontra la NCC 1701 USS Enterprise il 22 aprile 2268 (data stellare 4307) nel sistema Gamma 7A, in TOS 2x19 "The immunity syndrome / La galassia in pericolo". A dire il vero la prima nave a incontrarlo è la USS Intrepid, ma non sopravvive nessuno per raccontarlo...

YATI 1

Durante il primo incontro con Q le due sezioni dell'Enterprise si separano: Sezione a Disco da una parte, Sezione di Battaglia da un'altra, ad affrontare la minaccia.
Le due sezioni si riuniscono nell'orbita di Deneb IV, essendo arrivate a pochi minuti di distanza l'una dall'altra. Il che appare alquanto sconcertante, visto che solo la Sezione da Battaglia ha motori a curvatura e si era allontanata a warp 9.8 dal punto di separazione: se non vanno a riprendersi la Sezione a Disco, possono passare anni prima di colmare quella distanza con la sola propulsione a impulso...

YATI 2

Quando il secondo Cosmozoa inizia a bombardare la superficie di Deneb IV, l'Enterprise alza gli scudi e cerca di frapporsi fra i colpi e il loro bersaglio.
Poi teletrasporta a bordo la squadra di sbarco che si trova nei sotterranei della Stazione Farpoint. Con gli scudi alzati...


Data
Data stellare
Luogo

17 marzo 2364
41209
Spazio profondo

Evento

SECONDO CASO DEL "VIRUS DI PSI 2000"

La NCC 1701-D USS Enterprise è in rotta per incontrare la SS Tsiolkovski, una nave scientifica di classe Oberth che sta monitorando le fasi finali del collasso di una stella gigante rossa in nana bianca.

Durante la comunicazione fra le due navi, gli ufficiali dell'Enterprise sentono un'esplosione proveniente dall'altro vascello, che viene identificata come la decompressione della plancia. Una successiva missione della squadra di sbarco mostra che tutti gli 80 occupanti della Tsiolkovski, fra scienziati e personale di bordo, sono morti, in gran parte per assideramento.
Di ritorno dalla Tsiolkovski il timoniere dell'Enterprise mostra segni di intossicazione alcolica, con forte sudorazione e progressiva perdita di controllo. Mentre questo comportamento inizia a diffondersi fra gli ufficiali dell'Enterprise, senza che i sistemi dei biofiltri riescano a rilevare alcuna contaminazione nell'atmosfera di bordo, l'Ufficiale Medico Capo - Dottoressa Beverly Crusher - riscontra una similitudine con un episodio accaduto all'Enterprise del Capitano Kirk in Data Stellare 1704 (24 dicembre 2265). La Dottoressa Crusher prova quindi a somministrare l'antidoto che a suo tempo aveva sviluppato l'allora Ufficiale Medico Capo, il Dottor Leonard McCoy, ma questo si rivela inefficace.

Mentre sempre più ufficiali vengono contaminati, mettendo a rischio con i loro comportamenti la sicurezza della nave, la Dottoressa Crusher viene a capo del mistero: l'infezione non è affatto un virus ma una alterazione nella configurazione degli atomi di carbonio nella struttura cellulare delle persone, che a sua volta interagisce con l'acqua contenuta nei tessuti trasformandola in un composto alcolico che produce i sintomi dell'intossicazione alcolica. L'alterazione della struttura del carbonio è prodotta da intense onde gravitazionale (allora il collasso del pianeta Psi 2000, ora quello della stella morente): questa informazione permette di creare un vaccino efficace che consente agli ufficiali di tornare ai loro compiti prima che l'Enterprise venga distrutta dal cataclisma stellare che era venuta ad osservare.

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x03 "The naked now / Contaminazione"
Per il precedente capitato all'Enterprise di Kirk: TOS 1x06 "The naked time / Al di là del tempo"

Nota

Le onde gravitazionali trasformano, all'interno del corpo umano, l'acqua in alcol. Questa cosa dell'acqua trasformata in vino non mi sembra nuova...

YATI

Se le onde gravitazionali trasformano l'acqua contenuta nei tessuti in alcol, producendo gli effetti di una intossicazione alcolica, come mai anche Data rimane intossicato?


Data
Data stellare
Luogo

27 - 28 marzo 2364
41235 - 41237
Ligon II

Evento

MISSIONE SU LIGON II

La NCC 1701-D USS Enterprise si dirige sul pianeta Ligon II, unica fonte nel settore di un raro vaccino naturale che serve a curare la Febbre di Anchilles, che ha colpito in forma epidemica la colonia della Federazione su Styris IV.

Ligon II è un pianeta tecnologicamente meno avanzato della Federazione, con la quale preferisce avere il minimo indispensabile dei rapporti, abitato da una popolazione diffidente verso gli stranieri. La popolazione di Ligon II, pur essendo autoctona, ha una forte rassomiglianza sia fisica che culturale con le tribù africane del XIX secolo terrestre: vivono divisi in clan - anche se la tecnologia di cui dispongono consente collegamenti, relazioni e alleanze fra clan da parti opposte del pianeta - fortemente territoriali, in cui la terra è tradizionalmente posseduta dalle donne e amministrata e difesa dagli uomini. La società ligoniana, inoltre, è fortemente strutturata e ritualizzata, fino ad avere fatto della pazienza e delle mosse ponderate con calma una vera forma d'arte.

Prima di acconsentire alla consegna del vaccino il leader "de facto" di Ligon II (colui che controlla più terra sia direttamente che per mezzo dei suoi alleati), Lutan, e il suo vice Hagon si recano sull'Enterprise. Alla fine della visita, con una mossa a sorpresa, Lutan rapisce il capo della sicurezza - il Tenente Natasha "Tasha" Yar - e la porta nel suo palazzo sul pianeta, trattandola peraltro con il rispetto che si conviene ad un'ospite di riguardo.
Le ragioni di questo gesto apparentemente inspiegabile sono tutte di ragione politica: rapire una persona ad un avversario più forte e potente è, nella cultura ligoniana, un gesto di grande coraggio che porta al rapitore molto onore. Inoltre, il fatto che lo stesso potente avversario (in questo caso il Capitano dell'Enterprise, Picard) sia costretto a chiedere la restituzione della persona rapita davanti a testimoni, e che questa gli venga restituita come gesto di magnanimità, accresce ulteriormente l'onore e lo status sociale di Lutan.

Lutan e Picard si accordano quindi per questa "cerimonia" durante una formale Cena di Stato sul pianeta, ma all'ultimo momento Lutan cambia nuovamente idea: proclama che Tasha è la sua nuova "Prescelta", ovvero la prima delle mogli. Questa mossa provoca la reazione di Yareena, la Prescelta in carica, che si oppone allo Spodestamento sfidando Tasha in un duello mortale.
Il piano di Lutan appare a questo punto chiaro: se dovesse vincere Yareena niente cambierebbe, ma se dovesse vincere Tasha (cosa molto probabile, visto che è esperta ed allenata al combattimento corpo a corpo) erediterebbe le terre di Yareena e, non volendole, queste passerebbero di diritto al Prescelto, cioè allo stesso Lutan che a quel punto non sarebbe più solo l'amministratore ma anche il padrone di mezzo pianeta.

Il combattimento, come prevedibile, vede prevalere Tasha Yar, che però inaspettatamente - per Lutan, almeno - restituisce le terre a Yareena, la quale ripudia Lutan, sceglie come nuovo Prescelto il suo vice Hagon e relega il suo vecchio compagno ad un ruolo subordinato.
Dopo aver consegnato all'Enterprise il vaccino per Styris IV, Hagon e Yareena chiedono alla Federazione di non tornare più su Ligon II, accusandoli di non essere in grado di comprendere la natura dell'onore della cultura del pianeta... visto che Tasha non ha ucciso la sua sfidante!

Fonte

TNG 1x04 "Code of honor / Codice d'onore"

Nota

La data di fine missione è stata ricostruita: in base ai dialoghi e alle scene, gli eventi durano due giorni.

YATI

Deanna Troi sostiene che rispondere alla sfida di Yareena sarebbe più semplice se non si dovesse rispettare la Prima Direttiva. Ma Ligon II non è sotto la protezione della Prima Direttiva, altrimenti gli ufficiali dell'Enterprise nemmeno avrebbero potuto contattare il pianeta per avere il vaccino...


Data
Data stellare
Luogo

29 marzo 2364
41242
Omicron Theta III

Evento

SCOPERTA DI LORE e PRIMO CONTATTO CON L'ENTITÀ DI CRISTALLO

La NCC 1701-D USS Enterprise si reca sul pianeta natale dell'androide Data, Omicron Theta III, per indagare sulla misteriosa sparizione della colonia avvenuta ventisei anni addietro, poco prima che l'equipaggio della USS Tripoli trovasse e attivasse la creazione del dottor Noonien Soong (2 febbraio 2338, data stellare 15087).
Rispetto al rapporto della Tripoli, che descriveva un pianeta misteriosamente privo dei suoi 411 coloni ma fertile e ricco di fattorie e laboratori di ricerca, però, Omicron Theta appare ora completamente sterile: non ci sono piante né animali, e perfino i microbi sono assenti dal suolo e dall'aria.

Alle spalle della nicchia in cui era deposto Data gli ufficiali dell'Enterprise scoprono l'accesso ad un complesso sotterraneo, che contiene laboratori e alloggi in grado di accogliere tutti i coloni.
In uno dei laboratori viene trovato un androide smontato, apparentemente identico a Data. Trasportato a bordo e riassemblato, il secondo androide si attiva, dice di chiamarsi Lore e di essere stato creato dopo Data, essendo un modello più perfezionato che include anche la capacità di comprendere ed imitare le emozioni umane.

Poco più tardi, parlando con il "fratello" nel proprio alloggio, Lore gli racconta una storia differente: è stato lui a venir creato per primo, ma le sue capacità perfette hanno spaventato i coloni inducendo il dottor Soong a creare un secondo androide, più limitato (Data) e che dovesse imparare passo passo, col tempo. La colonia è stata poi attaccata e distrutta da una creatura, nota come Entità di Cristallo, che si nutre di energia vitale: i due androidi si sono salvati perché uno era disattivato (Data) e l'altro smontato (Lore).

Quello che Lore non svela a Data è che l'Entità di Cristallo è stata attirata su Omicron Theta proprio da lui, che intendeva vendicarsi in questo modo sia dei coloni che del dottor Soong che li aveva ascoltati. Lore è tuttora in comunicazione con la creatura aliena, e prende il posto del fratello (dopo averlo disattivato) allo scopo di far abbassare gli scudi della nave e permettere all'Entità di trasportare al proprio interno le persone presenti sull'Enterprise, per poi nutrirsi della loro energia vitale.
Le trasmissioni - in una banda subspaziale che non viene usata dalla Flotta Stellare - vengono però intercettate dagli ufficiali dell'Enterprise, che riattivano Data e con il suo aiuto riescono a sventare il piano di Lore, trasportandolo nello spazio. Visto fallire il suo piano, anche l'Entità di Cristallo si allontana.

Fonte

TNG 1x13 "Datalore"

Nota 1

L'episodio dura poche ore, all'interno della stessa giornata.

Nota 2

La posizione di Omicron Theta nel sistema non viene esplicitata nell'episodio, ma deriva dallo script originale (in cui il pianeta veniva provvisoriamente chiamato Kiron III).

Nota 3

Omicron Theta III non deve essere confuso con Theta Omicron IV, visibile nella lista dei porti di partenza delle navi in arrivo nell'episodio DS9 2x14 "Whispers / Sospetti".

Nota 4

In questo episodio viene definito l'anno di scoperta e attivazione di Data, mentre giorno e mese si possono leggere nelle schermate biografiche del computer nell'episodio TNG 5x14 "Conundrum / Amnesia".


Data
Data stellare
Luogo

1 - 2 aprile 2364
41249 - 41251
In rotta fra il sistema di Beta Renner e Parliament

Evento

PRIMO CONTATTO CON LA NUBE DI BETA RENNER

La NCC 1701-D USS Enterprise riceve l'incarico di trasportare i delegati di Antica e Selay - due pianeti nello stesso sistema, le cui popolazioni sono in guerra fin dal loro Primo Contatto - su Parliament, un planetoide neutrale che la Federazione usa come sede di incontri diplomatici: entrambi i pianeti hanno chiesto di poter entrare nella Federazione, chiedendo nel contempo che la stessa cosa venga impedita al loro avversario, e il Consiglio vuole approfondire la materia prima di prendere una decisione.

Lungo la rotta verso Parliament, l'Enterprise - che procede lentamente per dare modo alle delegazioni di conoscersi e iniziare a dialogare - attraversa la Nube di Beta Renner: ritenuta un fenomeno astronomico comune, niente più di una nube di gas ionizzato, è in realtà un agglomerato di esseri sensienti composti di pura energia, uno dei quali viene risucchiato dalla rete dei sensori e rimane intrappolato sulla nave stellare, isolato dai suoi simili.

Nel tentativo di comprendere l'ambiente che la circonda e di trovare un modo di tornare a casa, l'entità inizia a sondare i sistemi dell'Enterprise, causando un guasto dopo l'altro in sistemi non collegati fra loro, guasti che poi si risolvono spontaneamente. Poiché sia gli Anticani che i Selay hanno avuto contatti con i Ferengi, gli ufficiali dell'Enterprise iniziano a sospettare un sabotaggio da parte di qualche membro delle delegazioni, soprattutto dopo la sparizione di un diplomatico Selay.

Nel frattempo l'entità inizia a penetrare nelle persone, alla ricerca di chi abbia il potere di riportarla a casa: dopo Worf, che la creatura aveva usato come ponte fra la rete dei sensori e gli altri sistemi di bordo, vengono contaminati (e controllati) la dottoressa Crusher, il vice capo ingegnere Singh (che muore per lo shock), il timoniere Geordi La Forge ed infine il Capitano Picard, che riporta la creatura nella Nube di Beta Renner, fra i suoi simili.

Il capo della sicurezza dell'Enterprise, Tenente Tasha Yar, risolve anche il mistero della scomparsa del giovane membro della delegazione Selay: è stato ucciso dagli Anticani, che hanno poi chiesto al cuoco della nave di cucinarlo per loro...

Fonte

TNG 1x07 "Lonely among us / Solo in mezzo a noi"

Nota 1

La data finale è stata ricostruita: in base al dialogo fra Tasha e l'Ambasciatore Anticano, l'episodio dura due giorni.

Nota 2

Il Primo Contatto fra la Federazione e i Ferengi avverrà solo il 21 maggio, data stellare 41386 (TNG 1x05 "The last outpost / L'ultimo avamposto"): per quanto ne sa la Flotta Stellare, in questo momento i Ferengi sono ancora una minaccia.

Nota 3

Evidentemente, una delle ragioni di attrito fra Anticani e Selay è che le due specie si trovano reciprocamente... gustose. E non è facile prendere seriamente la tua cena.

YATI

Quando l'Enterprise torna nella Nube di Beta Renner, per liberare la creatura che lo controlla il Capitano Picard si teletrasporta fuori dalla nave.
Trovandosi nel vuoto cosmico, Picard sarebbe dovuto morire in pochi secondi...


Data
Data stellare
Luogo

3 aprile 2364
41255
Rubicun III

Evento

PRIMO CONTATTO CON GLI EDO

Dopo avere sbarcato un gruppo di coloni sul pianeta Strnad, la NCC 1701-D USS Enterprise si dirige verso la vicina stella Rubicun - che fa parte dello stesso ammasso, che contiene in totale 3006 sistemi solari - per iniziare una missione di mappatura.
Nel sistema l'Enterprise trova un pianeta di classe M, Rubicun III, abitato da una popolazione molto amichevole, molto bella... e molto disinibita, come scopre la missione di Primo Contatto. Gli abitanti del pianeta dicono di chiamarsi Edo, e sebbene questa sia la prima volta che incontrano una popolazione aliena invitano subito gli ufficiali della nave stellare a sbarcare sul loro mondo per una licenza.

Intanto, nell'orbita del pianeta appare una stazione, apparentemente in grado di muoversi fra dimensioni parallele, che si definisce "Il dio degli Edo". Questa entità, che in realtà è composta da una molteplicità di coscienze che pensano ed agiscono all'unisono, definisce gli Edo "suoi figli" e analizza l'Enterprise e l'androide Data per verificare le loro intenzioni verso gli abitanti di Rubicun III.
Sul pianeta, però, un grave incidente rovina il rapporto fra gli Edo e gli ufficiali della Flotta: Wesley Crusher, il figlio dell'Ufficiale Medico Capo, cade su un vivaio di giovani piante distruggendole. Intervengono i Mediatori, ovvero le forze di sicurezza del pianeta, che cercano prontamente di applicare l'unica pena prevista per ogni tipo di infrazione alla legge: la morte. Trattandosi di un ospite alieno, i Mediatori acconsentono a rimandare l'esecuzione fino al tramonto, ma non a derogare ad una legge che è in vigore da migliaia di anni e che ha fatto scomparire ogni atto illegale dalla loro società.
La situazione si complica quando interviene il "dio degli Edo", impedendo agli ufficiali della Flotta di trasportare Wesley sull'Enterprise. Una visita di due rappresentanti del Consiglio degli Edo sulla nave stellare, in cui hanno modo di vedere il loro "dio" fianco a fianco con l'ammiraglia della Federazione, e una appassionata arringa del Capitano Picard a difesa del valore della vita convincono le entità pandimensionali a lasciare andare Wesley, in cambio dell'impegno della Flotta Stellare a non interferire più nella vita degli abitanti del pianeta.

Fonte

TNG 1x08 "Justice / Il giudizio"

Nota 1

L'episodio dura poche ore nell'arco di uno stesso pomeriggio.

Nota 2

Gli Edo sono tutti belli, biondi, giovani, aitanti, atletici e pieni di energia. Si vedono anche dei ragazzini, i compagni di "gioco" di Wesley, ma dove sono i bambini e gli anziani?
Fatte le debite eccezioni, in particolare il rapporto con il sesso, sembrano la versione aggiornata degli abitanti di Gamma Trianguli VI (TOS 2x09 "The apple / La mela").

Nota 3

Durante la sua arringa Picard afferma che la Federazione non giustifica in nessun caso la pena di morte.
Questa affermazione sembra implicare che l'Ordine Generale 7 (TOS 1x15/16 "The menagerie") sia stato abolito.

YATI

L'Enterprise scopre un nuovo pianeta, abitato da una popolazione sconosciuta che, per loro stessa ammissione, non ha mai avuto contatti con popoli alieni. Non hanno nemmeno capacità di volo spaziale (per non dire stellare), eppure viene mandata una squadra di sbarco sul pianeta a contattarne gli abitanti. E la Prima Direttiva?


Data
Data stellare
Luogo

6 aprile 2364
41263
Spazio profondo

Evento

TEST DELLA "TEORIA DI KOSINSKI"

Dopo la cancellazione del "Programma Transwarp nel giugno 2282, la Flotta Stellare non ha mai smesso di cercare un sistema più rapido ed efficiente per superare il vuoto interstellare.
Un ricercatore della Flotta, Peter Kosinski, sembra avere trovato una equazione che - variando parametri quali l'intermix materia/antimateria, la forma della campo warp, l'angolo e la velocità di inserimento in curvatura - permette di superare largamente le velocità massime che le navi stellari possono raggiungere.

Anche se le simulazioni effettuate al computer dicono che l'Equazione di Kosinski non può funzionare, test eseguiti sulla USS Ajax e sulla USS Fearless sembrano dimostrare il contrario.
Kosinski si trasferisce quindi dalla USS Fearless alla NCC 1701-D USS Enterprise per effettuare gli ultimi, decisivi test, accompagnato dal suo assistente originario di Tau Cygna C, un pianeta molto lontano dallo spazio della Federazione.

Il primo test supera ogni aspettativa: in pochi secondi l'Enterprise supera la distanza di 2.7 milioni di anni luce e si ritrova alla periferia della Galassia M33: una distanza che a curvatura 9.9 avrebbe richiesto 300 anni.
Durante il viaggio di ritorno verso la Via Lattea, però, si verifica un incidente inaspettato e l'Enterprise si ritrova a più di un miliardo di anni luce dalla sua destinazione, in una regione dell'Universo in cui le stesse leggi fisiche sono differenti da quelle conosciute.

Lentamente, la verità si fa strada: l e Equazioni di Kosinski sono effettivamente inefficaci, e tutto il lavoro di spostamento in regioni remote dell'Universo è stato fatto dal suo assistente, che dice di essere un "Viaggiatore": appartiene ad un gruppo di esploratori che sfrutta passaggi su navi stellari per raggiungere zone remote da visitare, ed interfacciandosi psionicamente con i motori a curvatura sono in grado di arrivare "dove nessuno è mai giunto prima". L'incidente ha avuto luogo perché i motori di una nave stellare di classe Galaxy sono molto più potenti di quanto si aspettasse e hanno fornito una spinta inaspettata.

Con l'aiuto di Wesley Crusher, il Viaggiatore riporta l'Enterprise nel punto esatto in cui era iniziato il test. Poi, prima di scomparire, chiede al Capitano Picard di curare con attenzione la crescita di Wesley, perché vede in lui le potenzialità per diventare esso stesso un Viaggiatore.

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x06 "Where no one has gone before / Dove nessuno è mai giunto prima"
Per la cancellazione del Programma Transwarp: NOV TLE "Excelsior: Forged in fire"

Nota 1

L'episodio dura poche ore nell'arco della stessa giornata.

Nota 2

Il nome proprio di Kosinski, Peter, non viene citato nell'episodio ma deriva da una prima stesura dello script: Memory Alpha / Kosinski (in inglese).

YATI 1

Quando l'Enterprise raggiunge la Galassia M33, Geordi La Forge dice che durante il viaggio la nave ha superato curvatura 10, il che è impossibile.

YATI 2

Quando l'Enterprise si trova alla periferia della Galassia M33, Geordi La Forge dice che per tornare indietro bisognerebbe viaggiare a curvatura 9.9 per 300 anni.
In base alla formula sulla velocità delle navi stellari valida per TNG, DS9 e VOY, a curvatura 9.9 una nave viaggia a 2083c: per coprire la distanza di 2.7 milioni di anni luce sarebbero necessari quindi 1300 anni... senza tenere conto delle necessarie soste.


Data
Data stellare
Luogo

17 - 18 aprile 2364
41294 - 41295
Haven, sistema di Beta Cassius

Evento

MISSIONE SU HAVEN

La NCC 1701-D USS Enterprise raggiunge l'unico pianeta di classe M nel sistema di Beta Cassius per una breve licenza. Il pianeta, che è un Protettorato della Federazione, è conosciuto dai suoi abitanti e dai suoi molti visitatori con il nome di "Haven", per la sua incomparabile bellezza e la sua tranquillità e anche, per qualcuno, per poteri taumaturgici quasi miracolosi.

Mentre l'Enterprise si trova su Haven si avvicina al sistema una nave Tarelliana, che probabilmente trasporta gli ultimi superstiti di quella specie.
Tarella era un mondo di classe M in cui due fazioni si sono combattute, anche con l'uso di armi batteriologiche, fin quasi all'estinzione. I pochi superstiti, dotati di immunità naturale, hanno lasciato un pianeta il cui ecosistema era distrutto per raggiungere altri mondi, salvo scoprire che ovunque arrivassero i virus di cui erano portatori sani faceva strage degli abitanti. In tutta la Galassia si è così scatenato un genocidio contro i Tarelliani, e per molti anni si è creduto che l'ultima loro nave fosse stata distrutta dagli Alcyoniani nel 2356.

I Tarelliani, comunque, non sono su Haven per distruggerlo o per cercare conforto nei suoi mitologici poteri di guarigione: Ariana, la figlia del leader di questa piccola comunità di esuli, è stata attirata verso il pianeta da una vita di sogni ricorrenti in cui vedeva il volto di un umano che avrebbe potuto salvarli. Questo umano, Wyatt Miller, si trova su Haven per formalizzare le proprie nozze con il Consigliere dell'Enterprise, Deanna Troi, nozze combinate dalle rispettive famiglie secondo l'usanza dei casati nobili di Betazed.
Anche Wyatt, comunque, ha passato la vita a sognare (e dipingere) Ariana, e quando i due si incontrano Wyatt, che è un medico, si trasporta a bordo della nave Tarelliana, dandosi la missione di trovare una cura per quel popolo.

La nave Tarelliana si allontana quindi da Haven, con sollievo generale: della Prima Elettuaria del pianeta, Valeda Innis, che temeva per l'incolumità del suo popolo; degli ufficiali della Flotta Stellare, che in base ai trattati fra Haven e la Federazione avrebbero dovuto distruggere la nave aliena, condannando così all'estinzione una specie; per Deanna Troi, che non è per niente innamorata di Wyatt Miller, e per le loro famiglie, visto che Lwaxana Troi e la madre di Wyatt di detestano...

Fonte

TNG 1x11 "Haven"

Nota

La data finale è stata ricostruita: l'episodio dura poche ore, a cavallo di due giornate.

YATI

I Tarelliani sono portatori sani di uno o più virus che, invariabilmente, decimano le popolazioni dei pianeti su cui arrivano. Si deve quindi presumere che questo o questi virus siano particolarmente virulenti. Eppure, senza ancora avere una cura, Wyatt Miller si trasporta sulla nave tarelliana senza prendere alcuna precauzione, tipo una tuta hazmat.


Data
Data stellare

Luogo

21 - 28 aprile 2364
41304 - 41323

Mordan IV

Evento

NUOVA CRISI DEGLI OSTAGGI

Cinque anni dopo la fine della guerra civile su Mordan IV, un gruppo di terroristi cattura l'Ambasciatore della Federazione e il suo staff di venti persone, chiedendo che delle trattative per la loro liberazione si occupi Mark Jameson, ora Ammiraglio (in pensione).

Due giorni dopo aver ricevuto l'ultimatum, la NCC 1701-D USS Enterprise preleva l'Ammiraglio Jameson dalla sua residenza su Persephone V e si dirige verso Mordan IV, in lotta contro il tempo prima che scada l'ultimatum di sei giorni imposto dai terroristi.
Il pianeta è ora finalmente in pace, grazie alla leadership di Karnas (che 45 anni prima era stato l'autore del rapimento di 63 inviati della Federazione), ma le condizioni di vita sono al limite del sostentamento, a causa delle devastazioni ambientali prodotte dalla lunga guerra civile terminata da cinque anni.

Al suo arrivo Mark Jameson scopre che il rapitore dell'Ambasciatore Hawkins e del suo staff è, di nuovo, Karnas. Questa volta lo scopo è solo quello di attirare sul pianeta l'Ammiraglio e punirlo per il suo ruolo nella guerra civile: aver fornito armi a tutte le parti in conflitto ha infatti innescato la spirale di violenza che ha prodotto la guerra stessa.

Mentre il suo ruolo nella devastazione di Mordan IV e nella morte di milioni di persone viene rivelato da Karnas agli ufficiali dell'Enterprise, Jameson deve affrontare un'altra crisi.
Malato da tempo del Morbo di Iverson, una malattia che lascia la mente lucida ma devasta il corpo e per cui non esiste una cura, da quattro anni è costretto su una sedia a rotelle. Eppure, nel corso della missione, riacquista gradualmente le forze, riprende a camminare, ringiovanisce visibilmente: il prezzo sono fitte e dolori lancinanti che sempre più spesso lo colpiscono.

È lo stesso Jameson a svelare il segreto: saputo della Iverson si era recato su Cerberus II, un pianeta indipendente che ha fama di poter curare quasi ogni malattia grazie alle proprie erbe. Qui gli abitanti gli forniscono un mix di droghe e piante medicinali da assumere lentamente, nel corso di due anni, per ripristinare la funzionalità del proprio DNA e guarire.
Richiamato per quest'ultima missione, temendo di non essere in grado di portarla a termine, Jameson ha inghiottito in una sola volta tutte le dosi, sia le sue sia quelle che aveva acquistato per fornirle alla moglie se su di lui avessero funzionato.
Il sovradosaggio cui si è esposto ha però un effetto negativo: il DNA viene curato, come il Morbo di Iverson, ma non riesce a stabilizzarsi e in pochi giorni Mark Jameson muore per collasso degli organi interni. Karnas libera gli ostaggi e, in un inaspettato gesto di pace, consente che i resti di Mark Jameson siano seppelliti su Mordan IV, in un mausoleo che verrà costruito apposta per lui.

Fonte

TNG 1x16 "Too short a season / Guerra privata"

Nota

Le date iniziale e finale sono state ricostruite in base ai dialoghi: Picard registra il diario di bordo in data stellare 41309.5, specificando che gli eventi sono iniziati due giorni prima. L'episodio dura in tutto una settimana, fino alla morte dell'Ammiraglio Jameson.

YATI

Il Morbo di Iverson è una malattia debilitante e mortale, per cui non esiste cura. Fino alla scoperta del mix di erbe e droghe che Mark Jameson si è procurato su Cerberus II.
Eppure, nemmeno una volta la dottoressa Crusher accenna al fatto che la Flotta Stellare debba precipitarsi sul pianeta, acquisire un campione della medicina e iniziare a studiarne la composizione...


Data
Data stellare
Luogo

13 - 16 maggio 2364
41365 - 41373
Bynaus, sistema Beta Magellan

Evento

CRISI SU BYNAUS

La NCC 1701-D USS Enterprise attracca alla Base Stellare 74, una enorme struttura simile allo Spacedock terrestre in orbita attorno a Tarsas III. Scopo della visita a questa Base Stellare è il bisogno di fare un upgrade completo dei sistemi informatici, compito che viene affidato a due coppie di Bynari, una specie della Federazione che sul proprio pianeta vive collegata ad una rete computerizzata planetaria e che ha sviluppato una peculiare abilità nel gestire questo tipo di problemi.

Poco dopo l'inizio dei lavori, però, un grave allarme costringe a evacuare l'Enterprise e lanciarla, controllata dal pilota automatico, lontano dalla Base Stellare 74: secondo il computer di bordo è in atto una rottura catastrofica del nucleo a curvatura, che provocherà una devastante esplosione materia/antimateria. Non appena l'Enterprise è abbastanza lontana dalla struttura, l'allarme rientra improvvisamente come era cominciato, e la nave si dirige - con a bordo i quattro Bynari ma anche il Capitano Picard e il Primo Ufficiale Riker - verso Bynaus.

Quando i due ufficiali della Flotta Stellare lasciano il Ponte Ologrammi - in cui stavano trascorrendo il tempo in attesa del termine dei lavori, e che non si sono quindi accorti dell'allarme e del furto della nave - scoprono che l'Enterprise è in orbita attorno al pianeta natale dei Bynari, che tutti i sistemi sul pianeta sono spenti e che la popolazione è morta o morente, come i quattro tecnici rimasti in plancia.
Indagando, Picard e Riker risolvono il mistero: una stella vicina a Beta Magellan, il primario di Bynaus, è diventata una nova. Per impedire che le scariche magnetiche di questa esplosione stellare distruggessero la struttura informatica del pianeta, indispensabile alla sopravvivenza stessa del suo popolo, i Bynari hanno programmato di "spegnere" il loro intero mondo, caricando nel contempo un backup delle loro banche dati nei computer dell'unica nave stellare di classe Galaxy presente in zona (perché solo i computer di questa classe di navi stellari sono abbastanza capienti da poter contenere una copia degli archivi di tutto Bynaus), per poi utilizzarla per riavviare il sistema.
Purtroppo, l'esplosione anticipata della stella - rispetto alle osservazioni astronomiche - e il contemporaneo ritardo dell'Enterprise - che è rimasta impegnata una settimana più del previsto in una precedente missione su Omicron Pascal - hanno prodotto l'effetto disastroso di aver lasciato Bynaus senza "rete" per troppo tempo. Picard e Riker riescono comunque a trovare il file di riavvio e la password (11001001) e a salvare i Bynari e il loro pianeta.

Fonte

TNG 1x15 "11001001 / 1001001"

Nota 1

La data finale è stata ricostruita: secondo Picard, l'Enteprise deve lasciare la Base Stellare 74 entro le 48 ore successive al suo arrivo per recarsi su Pelleus V.

Nota 2

11001001 è il numero binario corrispondente a 201, mentre il numero del titolo italiano (1001001) corrisponde a 73.
Nessuno dei due numeri sembra avere un significato particolare.

Nota 3

Per trattenere Picard e Riker all'interno del Ponte Ologrammi mentre rubano l'Enterprise, i Bynari creano un personaggio femminile particolarmente affascinante: Minuette.
Minuette è talmente ben costruita che Riker si innamora davvero, e questi suoi sentimenti riemergono in TNG 4x08 "Future imperfect / Futuro imperfetto".

YATI 1

Quando l'Enterprise arriva alla Base Stellare 74, i Bynari dicono che fra le varie cose da sistemare ci sono i danni fatti dalla sonda Jarada al Ponte Ologrammi.
Questo danno è stato creato in TNG 1x12 "The big goodbye / Il grande addio", che effettivamente è andato in onda prima di TNG 1x15 "11001001 / 1001001", ma che avviene in data stellare 41997, ovvero il 31 dicembre 2364. Incredibilmente, i Bynari riescono a riparare un guasto che si verificherà solo sette mesi dopo...

YATI 2

Con tutto il rispetto per lo sviluppo della tecnologia informatica da qui al XXIV secolo (Legge di Moore), è abbastanza inconcepibile che i computer di una singola nave stellare, per quanto potenti essi siano, possano contenere tutte le banche dati di un pianeta così tanto e da così tanto tempo informatizzato come Bynaus. Anche usando algoritmi di compressione molto avanzati la quantità di dati continuerebbe ad essere semplicemente proibitiva. Inoltre, fare un backup in "cloud" di tutto non ha nemmeno senso dal punto di vista dell'efficienza: molto più semplice, veloce e facile da fare sarebbe spegnere tutti i sistemi sul pianeta, proteggendo fisicamente i server dalle scariche dell'esplosione stellare, e caricare su un computer remoto il programma di riavvio e una copia del sistema operativo...

YATI 3

Una stella vicina ad un sistema della Federazione sta per esplodere e nessuno sembra accorgersene o preoccuparsene in tempo. Tranne i Bynari e solo nell'ultima settimana prima di un evento potenzialmente catastrofico. Ma complimenti...

YATI 4

Una stella vicina ad un sistema della Federazione esplode e le sue onde elettromagnetiche colpiscono Bynaus. Quanti anni o decenni dopo, visto che le onde elettromagnetiche viaggiano alla velocità della luce? E in tutto questo tempo nessuno si è accorto di quanto stava succedendo? Annamo bene....

YATI 5

Se una stella esplode vicina ad un altro sistema solare abbastanza da creare fortissime interferenze elettromagnetiche, quando queste arrivano si portano dietro una pioggia di particelle cariche e un vento solare capace di strappar via l'atmosfera di un pianeta, oltre che (nell'universo Trek, almeno) un'onda d'urto subspaziale che al confronto l'esplosione di Praxis è una passeggiata. Negli anni che questa onda ci impiega ad attraversare il vuoto interstellare, provare ad evacuare il pianeta?


Data
Data stellare
Luogo

21 maggio 2364
41386
Delphi Ardu IV, Impero Tkon

Evento

PRIMO CONTATTO CON I FERENGI

La NCC 1701-D USS Enterprise insegue una nave ferengi che ha sottratto un convertitore di energia da una stazione automatizzata di ascolto su Gamma Tauri IV: l'interesse della Federazione non è tanto nel recupero del convertitore, che può essere replicato e rimpiazzato con facilità, quanto nell'avere finalmente un Primo Contatto con questa razza misteriosa di cui sente parlare da una decina di anni, senza averli mai incontrati. Le uniche informazioni di cui dispone la Federazione, tutte di seconda mano (e molte volutamente distorte per ordine del Grande Nagus Zek) sono che si tratti di un impero commerciale ad un livello tecnologico paragonabile a quello della Federazione stessa e il cui principio guida sia "Caveat Emptor", il che sembra indicare una mancanza di scrupoli morali nella loro relazioni con altri popoli, non diversamente dai commercianti yankee del XIX secolo terrestre.

La nave ferengi si dirige verso Delphi Ardu, un sistema di undici pianeti che la Flotta Stellare ha mappato con l'uso di sonde ma non ha mai visitato. Quando le due navi giungono in prossimità del quarto pianeta, l'unico di classe M, entrambe si ritrovano prive di energia. Una volta compreso che l'origine del loro problema è sul pianeta sottostante, il Capitano Picard riesce a stabilire una comunicazione con il suo omologo Ferengi, Daimon Tarr, ed organizza una missione congiunta di esplorazione.

Sulla superficie del pianeta, però, la squadra di sbarco dell'Enterprise viene attaccata dai Ferengi, che mirano ad impossessarsi della tecnologia della Flotta Stellare. Daimon Tarr e i suoi uomini vengono a loro volta bloccati da un misterioso Guardiano, una forma di vita forse artificiale il cui compito è controllare il passaggio dei visitatori che dal Portale 63 (questo il nome che aveva il pianeta quando era abitato) verso i mondi centrali dell'Impero Tkon.

Non senza qualche difficoltà gli ufficiali della squadra di sbarco riescono a spiegare al Guardiano che l'Impero Tkon è crollato 600.000 anni prima, durante l'Era di Makto, quando il primario del loro mondo natale è esploso in una supernova. Prima di questo evento l'Impero ha attraversato le Ere di Bastù - quella in cui il Portale 63 è stato edificato - di Xora e di Cimi.
Dopo aver verificato che nulla resta della maestosa potenza di un impero che si dice fosse in grado di spostare stelle e pianeti dalla loro orbita, il Guardiano libera le due navi stellari dal blocco energetico e torna al proprio stato di animazione sospesa.

Fonte

TNG 1x05 "The last outpost / L'ultimo avamposto"

Nota 1

L'episodio dura poche ore

Nota 2

"Caveat emptor" è una frase latina che significa "L'acquirente sia accorto", indicando come sia per gli antichi Romani che per i Ferengi diritti come quello di recesso o di vedersi sostituire merce difettosa siano inimmaginabili.

Nota 3

I Ferengi su Delphi Ardu aggrediscono gli ufficiali della squadra di sbarco dell'Enterprise utilizzando una frusta che mette potenti scariche di energia, che stordiscono gli esseri umani e mandano in roboblocco Data. Poiché quest'arma scompare totalmente in ogni futuro incontro con i Ferengi, si può immaginare che si trattasse di attrezzature che Daimon Tarr aveva sottratto in qualche sua scorreria e non di una dotazione standard dell'Unione.

Nota 4

Il susseguirsi delle ultime ere dell'Impero Tkon è citato da Data al Guardiano: Bastù, Xora, Cimi ed infine Makto.
Il sistema delle ere Tkon ricorda il sistema di computo dei periodi e delle ere del calendario giapponese.

Nota 5

Dopo questo Primo Contatto l'aura di mistero che circonda i Ferengi scompare, e iniziano interazioni sempre maggiori con la Federazione, come nel caso del Tunnel Barzano (TNG 3x08 The price / Tunnel conteso), della Conferenza Biennale del Commercio su Betazed (TNG 3x24 Menage a Troi / Il rapimento) e perfino durante le vacanze del Capitano Picard su Risa (TNG 3x19 Captain's holiday / le vacanze del Capitano).

YATI

Quando i Ferengi catturano la squadra dell'Enterprise si appropriano dei loro strumenti, compresi i comunicatori. Sembrano particolarmente interessati al fatto che siano fatti d'oro, ma l'oro è un materiale replicabile (a differenza del latinum, che però non viene menzionato prima di DS9) per cui ha un valore pressoché nullo...


Data
Data stellare
Luogo

1 - 2 giugno 2364
41416 - 41421
Relva II

Evento

ISPEZIONE ALL'ENTERPRISE

La NCC 1701-D USS Enterprise raggiunge Relva II, dove Wesley Crusher - il figlio dell'Ufficiale Medico Capo - deve sostenere l'ultimo test di ammissione all'Accademia.
Mentre la nave si trova in orbita, salgono a bordo l'Ammiraglio Gregory Quinn e il suo assistente Dexter Remmick per una ispezione a sorpresa e una verifica di alcuni comportamenti tenuti da Picard o da suoi ufficiali, che potrebbero essere in contrasto con il regolamento della Flotta Stellare.

Remmick, incaricato di indagare, assume un comportamento piuttosto aggressivo, che irrita le persone a cui si rivolge.
Quando la situazione sembra raggiungere un punto di rottura, Quinn interrompe l'indagine e spiega al Capitano Picard la vera ragione di tanta insistenza: l'unico scopo di tutta l'ispezione era valutare l'affidabilità di Picard. Il Quartier Generale della Flotta Stellare è infatti preoccupato che qualcosa o qualcuno stia cercando di infiltrare i vertici della Flotta e della stessa Federazione, per prenderne il controllo. Finora non è stato possibile determinare se si tratti di una minaccia esterna o interna, né esattamente chi sia coinvolto, ma proprio questa incertezza richiede che si identifichino ufficiali assolutamente affidabili a cui assegnare ruoli chiave.
A questo punto Quinn offre a Picard il comando dell'Accademia della Flotta Stellare, ufficialmente per la sua lunga esperienza, ufficiosamente per essere sicuri che le nuove leve di giovani ufficiali non vengano coinvolte in questo apparente complotto.
Picard rifiuta, sostenendo che proprio la distanza dalla Terra e la capacità operativa di un Capitano sono la migliore garanzia sia della sua estraneità al complotto sia della possibilità di intervenire in caso di bisogno.

Nel frattempo, su Relva II terminano gli esami e Wesley Crusher si classifica secondo.
Poiché solo il primo può accedere all'Accademia, Wesley torna sull'Enterprise che parte diretta ad Algeron IV. Il vincitore delle selezioni risulta Mordor di Benzar, il primo della sua specie ad entrare in Accademia.

Fonte

TNG 1x19 "Coming of age / L'età della ragione"

Nota 1

L'episodio dura due giorni, come risulta da un dialogo fra Worf e Wesley sulla durata del test di ammissione.

Nota 2

Questo episodio è di fatto il primo di due incentrati su una cospirazione ai danni della Flotta Stellare. Il secondo episodio è TNG 1x25 "Conspiracy / Cospirazione".

Nota 3

Se Mordor è il primo Benzita ad essere ammesso all'Accademia, significa che Benzar è appena entrato nella Federazione?

YATI 1

I candidati all'ammissione all'Accademia che si affrontano su Relva II sono quattro: Oliana Mirren (una umana che vive su Relva), T'Shalik di Vulcano, Mordor di Benzar e Wesley Crusher. Solo il primo classificato viene ammesso, ma tutta questa procedura non ha senso.
Innanzitutto, l'ammissione dovrebbe essere basata sul punteggio totale: non si capisce perché qualcuno dovrebbe essere scartato quando magari ha un punteggio superiore a qualcun altro che però arriva da un pianeta che permette l'accesso a più candidati. Non solo il sistema non è meritocratico, ma praticamente garantisce che vengano esclusi buoni elementi a favore di candidati meno preparati.
Inoltre, se Relva II permette l'accesso ad un solo candidato, questo dovrebbe essere Oliana Mirren. Perché il miglior elemento di Relva deve vedersi soffiato il posto - e quindi la futura carriera nella Flotta - da un Benzita, una Vulcaniana e un estraneo che arriva da una nave stellare di passaggio?

YATI 2

Durante l'ispezione Remmick affronta con vari ufficiali il comportamento tenuto da loro e da Picard nel corso di alcune missioni.
Con Geordi affronta il test della "Teoria Kosinski" (TNG 1x06 "Where no one has gone before / Dove nessuno è mai giunto prima"), data stellare 41263.
Con Worf la contaminazione da virus di Psi 2000 (TNG 1x03 "The naked now / Contaminazione"), data stellare 41209.
Con lo stesso Picard la violazione della Prima Direttiva sul pianeta degli Edo (TNG 1x08 "Justice / Il giudizio"), data stellare 41255.
Con Deanna Troi, infine, l'incontro con Daimon Bok (TNG 1x09 "The batTLE / La battaglia"), data stellare 41715.

Solo che... anche se l'episodio TNG 1x09 "The batTLE / La battaglia" è già stato trasmesso, la sua data stellare (41715) è successiva di mesi a quella di questo episodio (41416), quindi in teoria non è ancora successo.

YATI 3

Alla fine dell'episodio l'Enterprise lascia Relva II diretta ad Algeron IV. Ma il sistema di Algeron fa parte dell'Impero Stellare Romulano (NOV TLE "2311: Serpents among the ruins" per l'Incidente Tomed e il Trattato di Algeron; TNG 3x10 "The defector / Il traditore" e TNG 7x12 "The Pegasus / La Pegasus" per le clausole del Trattato).


Data
Data stellare
Luogo

18 - 19 giugno 2364
41463 - 41464
Velara III

Evento

SCOPERTA DI UNA NUOVA FORMA DI VITA

Mentre è impegnata a mappare l'Ammasso delle Pleiadi, la NCC 1701-D USS Enterprise viene inviata d'urgenza ad investigare la situazione dell'avamposto su Velara III - impegnato nella terraformazione del pianeta - che non dà sue notizie da giorni.
Nell'avamposto, gli ufficiali della Flotta Stellare trovano quattro specialisti - guidati dal dottor Kurt Mandl - apparentemente così impegnati nel loro lavoro da avere "dimenticato" di rispondere alle chiamate del Comando Terraformazione (che però, a dispetto del nome, non risponde al Comando della Flotta Stellare ma al Consiglio Scientifico della Federazione).

Durante il giro di ispezione degli ufficiali accade un incidente: uno dei ricercatori rimane gravemente ferito mentre usa la trivella laser utilizzata per accedere alle falde acquifere sotterranee, che essendo estremamente salate devono essere depurate prima di poter essere utilizzate nella terraformazione del pianeta. Il ricercatore, trasportato nell'infermeria dell'Enterprise, muore per le ferite riportate, e le successive indagini mostrano che non si è trattato di un incidente, ma di una deliberata aggressione, di cui rimane vittima anche il Tenente Comandante Data quando la trivella inizia a muoversi da sola, manovrata da una fonte esterna.

Un'analisi approfondita del pozzo di trivellazione mostra quella che sembra essere una forma di vita inorganica. Portata sull'Enterprise, cresce e si riproduce, reagisce ai campi elettromagnetici delle persone e - una volta generato un numero sufficiente di cristalli da poter formare una struttura - inizia a comunicare.
La Flotta Stellare apprende così che nel sottosuolo di Velara vive una forma di vita che si nutre di luce e comunica tramite impulsi elettrici. È senziente, ma le sue capacità dipendono proprio dalla possibilità di comunicare (come se si trattasse di una rete di miliardi di microelaboratori), per la quale ha bisogno della soluzione salina contenuta nel sottosuolo. Depurando l'acqua, i singoli elementi non sono più in grado di comunicare, il che per la Federazione equivale ad un vero e proprio genocidio di una specie senziente.
Quel che è peggio, i ricercatori sapevano di questa forma di vita ma ne hanno taciuto l'esistenza nei loro rapporti, per non compromettere un lavoro che si sviluppa in un arco di tempo di decenni: se interrotto, quasi tutti loro non avrebbero fatto in tempo a portare a termine un lavoro analogo su un altro pianeta.

I Velariani intimano quindi all'Enterprise e ai ricercatori di andarsene dal pianeta, lasciandoli liberi di evolversi per i successivi 300 anni prima di tentare un nuovo contatto.
Velara III viene messo in quarantena dalla Flotta Stellare e l'Enteprise torna alla sua missione di mappatura dell'Ammasso delle Pleiadi.

Fonte

TNG 1x18 "Home soil / Progetto Terraforming"

Nota

L'episodio dura poche ore, a cavallo di due giornate.


Data
Data stellare
Luogo

3 luglio 2364
41503
A bordo della USS Enterprise, nella Zona Neutrale Romulana

Evento

KORRIS IL TRADITORE

La NCC 1701-D USS Enterprise entra nella Zona Neutrale Romulana per indagare su uno scontro fra due navi: una è ridotta a rottami irriconoscibili, mentre l'altra è un cargo talariano, la Batris, gravemente danneggiato.
A bordo della Batris gli uomini della squadra di soccorso trovano tre klingon - Korris, Konmel e il morente Kunivas - che dicono di essere gli unici sopravvissuti di un assalto da parte di pirati ferengi. Trasportati a bordo dell'Enterprise, Kunivas muore e per la prima volta ufficiali della Flotta Stellare assistono al rito funerario klingon: al morente vengono tenuti spalancati gli occhi, perché veda la morte che arriva e la affronti con coraggio, e i guerrieri presenti lanciano un urlo lungo e potente al cielo, per "avvisare" gli altri defunti che un guerriero è in viaggio verso lo Sto-Vo-Kor.

Più tardi Korris e Konmel raccontano a Worf una storia diversa: sono guerrieri, in cerca di onore e di una morte gloriosa in battaglia, e sono contrari alla pace con la Federazione che - secondo loro - ha indebolito l'Impero. La nave che li ha attaccati non era ferengi ma l'incrociatore klingon T'Acog, inviato ad arrestarli per giustiziarli come traditori.
Il loro piano è ora quello di impossessarsi - con l'aiuto di Worf - della Sezione da Battaglia dell'Enterprise e usarla per compiere scorrerie nella Galassia. Vengono arrestati, mentre un secondo incrociatore klingon raggiunge l'Enterprise e chiede che i prigionieri siano consegnati all'Impero.

Nel frattempo Korris e Konmel riescono ad evadere, grazie ad armi nascoste smontate nelle uniformi, uccidendo durante la fuga alcuni membri dell'equipaggio. Konmel viene a sua volta ucciso durante l'evasione, mentre è lo stesso Worf a colpire a morte Korris mentre questo - sentendosi tradito e sapendo di essere in trappola - pianifica di far esplodere il nucleo a curvatura dell'Enterprise per morire in una "gloriosa esplosione".

Fonte

TNG 1x20 "Heart of glory / Cuore di Klingon"

Nota 1

L'episodio dura poche ore.

Nota 2

La cerimonia funebre è quella riservata ai guerrieri. Il funerale di un bambino - che non ha potuto guadagnarsi il proprio posto nello Sto-Vo-Kor, fra i guerrieri onorati - è diverso: il corpo viene bruciato su una pira mentre genitori, parenti e amici di famiglia intonano canti tradizionali. La cerimonia è descritta in NOV TLE "Excelsior: Forged in fire".

Nota 3

In questa missione Geordi La Forge testa un dispositivo che trasmette alla plancia le immagini del suo visore. Una versione migliorata di questo dispositivo verrà utilizzata da Lursa e B'Etor per spiare l'Enterprise a Veridiano nel 2372 (MOV 7 "Generations / Generazioni").

Nota 4

Anche in questo episodio, come in molti altri, il sangue klingon è rosso e non violetto come si vede in MOV 6 "The undiscovered country / Rotta verso l'ignoto".

Nota 5

Le armi klingon nascoste smontate all'interno degli ornamenti dell'uniforme richiamano l'avvertimento di Paul MuadìDib ai Fremen riguardo alle armi dei Sardaukar dell'Imperatore, nel primo romanzo del Ciclo di Dune.

YATI 1

Per indagare sulla battaglia fra la Batris e un'altra nave, Picard ordina di portare l'Enterprise all'interno della Zona Neutrale Romulana. A parte che questa azione da sola costituisce un atto di guerra, il sospetto che possa trattarsi di una trappola non lo sfiora? All'Accademia non si fa più il "Test della Kobayashi Maru"?

YATI 2

La squadra di soccorso (Riker, Data e La Forge) accompagna i Klingon in infermeria. La Crusher è ovviamente lì, e viene raggiunta da Picard e Worf. Tasha è al teletrasporto, Troi non è in plancia. Quale occasione migliore, con l'Enterprise in allarme giallo all'interno della Zona Neutrale Romulana, per lasciare il comando a... boh? Wesley Crusher?


Data
Data stellare
Luogo

5 - 8 luglio 2364
41508 - 41517
Aldea, Epsilon Mynos III

Evento

PRIMO CONTATTO CON ALDEA

La NCC 1701-D USS Enterprise viene attirata verso il sistema di Epsilon Mynos, che secondo alcune leggende ospiterebbe il mitologico pianeta Aldea, famoso nella Galassia come Atlantide sulla Terra o Neinman su Xerxes VII.
Aldea ha la fama, che dura da migliaia di anni, di un pianeta paradisiaco i cui abitanti vivono isolati dal resto della Galassia per godersi le arti e i piaceri della vita, un pianeta che nessuno può localizzare con precisione perché protetto da un impenetrabile sistema di occultamento, che lo protegge da nemici, predoni e semplici curiosi.

Quando l'Enterprise raggiunge il punto di origine del segnale che l'ha attirata nel sistema, un intero pianeta si disocculta di fronte alla nave. Due persone si teletrasportano sulla plancia del vascello della Flotta Stellare e confermano che il pianeta è proprio Aldea. Sono usciti dal loro millenario isolamento perché hanno un problema: da 25 anni non nascono più bambini, perché l'intera popolazione adulta è sterile, e vogliono scambiare dei bambini presenti a bordo (da far crescere come Aldeani e che siano in grado, una volta cresciuti, di riprodursi) con le loro conoscenze artistiche, scientifiche e tecnologiche, che sono più avanzate di quelle della Federazione.
Quando gli ufficiali dell'Enterprise rifiutano, gli Aldeani rapiscono alcuni bambini e allontanano l'Enterprise usando un particolare sistema d'arma controllato dal Custode, l'intelligenza artificiale costruita centinaia di secoli prima dai Progenitori, gli antenati degli attuali Aldeani.

Durante il viaggio per tornare su Aldea, che dura tre giorni, gli ufficiali dell'Enterprise scoprono che gli scudi che proteggono il pianeta hanno delle fluttuazioni casuali, utilizzabili per teletrasportarsi attraverso di loro sul pianeta, raggiungere il Guardiano e disattivarlo.
I bambini, nel frattempo, vengono assegnati a differenti "Unità", le piccole comunità che su Aldea hanno sostituito le famiglie e che raggruppano persone di età diverse ma passioni e talenti simili: pittori, artigiani del legno, filosofi, eccetera.

Quando l'Enterprise torna su Aldea, due ufficiali - Riker e Data - si trasportano sul pianeta, disattivano il Custode e riportano i bambini sulla nave stellare. Poi, in base a quanto scoperto dell'Ufficiale Medico Capo, spiegano agli Aldeani quale sia la causa dei loro problemi: nell'arco di migliaia di anni, l'effetto combinato di scudo e occultamento ha quasi distrutto lo strato di ozono che nei mondi di classe M impedisce alle radiazioni di colpire la superficie di un pianeta. Questo, nel lungo periodo, ha prodotto la sterilità negli Aldeani e la scomparsa di quelle specie animali che non sono riuscite ad adattarsi (come i pesci, estinti da secoli in tutti i mari di Aldea).
Spegnendo scudi e occultamento, e con l'aiuto della tecnologia medica della Federazione, gli Aldeani potranno tornare ad essere fertili e potranno ricostruire una società viva e vitale.

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x17 "When the bough breaks / Il pianeta sterile"
Per la posizione del pianeta Aldea nel sistema di Epsilon Mynos: MAN "Planets of the UFP"

Nota 1

La data finale è stata ricostruita: dopo l'allontanamento dell'Enterprise da Aldea servono tre giorni a curvatura 9 per tornare sul pianeta.

Nota 2

Il problema dovuto all'assottigliamento dello strato di ozono ha colpito anche la Terra sul finire del XX secolo.
Il 2 dicembre 1984 lo scienziato Wilson Evergreen (un'altra delle tante identità di Akharin/Flint) progetta di invertire il fenomeno usando un satellite appositamente progettato, ma viene fermato da Gary Seven che teme le conseguenze di un uso incontrollato di una simile tecnologia (fonte: In NOV "The Eugenics Wars: The Rise and Fall of Khan Noonien Singh, Vol. 1").
Alcuni anni più tardi, il 14 giugno 1992, sarà lo stesso Khan a costruire e lanciare questo satellite, proprio allo scopo di minacciare le nazioni che gli si oppongono (fonte: NOV "The Eugenics Wars: The Rise and Fall of Khan Noonien Singh, Vol. 2").

YATI 1

Anche se Aldea è occultato, continua ad avere una massa e ad occupare una precisa posizione nel sistema di Epsilon Mynos.
Questi due elementi, da soli, sono sufficienti per determinare con esattezza dove si trovi.

YATI 2

Fra i bambini rapiti c'è anche Wesley Crusher, che per resistere alle lusinghe degli Aldeani convince gli altri bambini a fare lo sciopero della fame. Gli altri rapiti hanno tutti otto/dieci anni, tranne una bambina che di anni ne ha solo quattro. L'idea è anche buona, visto che gli Aldeani si preoccupano molto della salute dei loro piccoli "ospiti", ma è difficile credere che bambini così piccoli possano resistere ai morsi della fame per tre giorni, senza piangere e senza cedere...

YATI 3

La sterilità degli Aldeani è causata dall'assottigliamento dello strato di ozono, che permette a radiazioni nocive di arrivare al suolo. Ma lo scudo dovrebbe fermare queste radiazioni, altrimenti ad un potenziale nemico basterebbe usare radiazioni ad alta potenza di quello stesso tipo per eliminare tutti gli abitanti del pianeta...


Data
Data stellare
Luogo

4 agosto 2364
41590 - 41591
Quadra Sigma III

Evento

SECONDO CONTATTO CON Q

Mentre è in rotta verso la colonia su Quadra Sigma III, per soccorrere i 504 abitanti vittime di un grave incidente minerario, la NCC 1701-D USS Enterprise viene nuovamente intercettata e bloccata da Q, l'entità con poteri semi-divini che aveva interferito con la missione a Farpoint.

Questa volta Q annuncia agli ufficiali dell'Enterprise che, dopo il loro primo incontro, il Continuum dei Q si è interessato alla razza umana, che trova piena di potenzialità.
Per comprendere in quale direzione cresceranno gli umani, e se in un remotissimo futuro potranno avere la capacità di eguagliarli e forse - visto che il Continuum è stagnante - perfino di superarli, i Q hanno deciso di fornire i loro stessi poteri ad un umano, per una serie di ragioni: vedere come si comporta, ma anche poterlo portare nel Continuum per studiare l'umanità più da vicino e, infine, per vedere se l'arrivo di un nuovo membro possa svegliare i Q dal loro torpore.

Il "prescelto" è William Riker, il Primo Ufficiale dell'Enterprise, che viene dapprima coinvolto in un "gioco mortale" su un misterioso pianeta, poi riportato sulla nave stellare. In entrambi i casi lo scopo è spingerlo ad usare i suoi nuovi poteri, cosa che si era impegnato a non fare. Quando interviene sulle vite dei suoi amici e colleghi, realizzando i loro sogni segreti per poi vedersi rifiutare questi doni come innaturali, Riker rinuncia ai propri poteri.
Q, avendo fallito nella sua missione di portare almeno un umano fra i Q, viene richiamato nel Continuum.

Fonte

TNG 1x10 "Hide and Q / Il ritorno di Q"

Nota 1

L'episodio dura poche ore.

Nota 2

I "doni" di Riker ai suoi compagni sono: l'età adulta a Wesley Crusher (che poi la rifiuta perché vuole crescere in modo naturale), la vista a Geordi La Forge (che poi la rifiuta perché il prezzo da pagare, la gratitudine verso Q, è troppo alto), una compagna Klingon per Worf, che soffre di solitudine perché le donne umane sono "troppo fragili" (ma poi la rifiuta perché è un'illusione e non ha dovuto battersi davvero per averla) e infine l'umanità a Data (che rifiuta prima ancora che Riker abbia il tempo di trasformarlo).

Nota 3

Il primo incontro con Q è avvenuto durante la missione su Deneb IV, il 26 febbraio 2364 (data stellare 41153). Fonte: TNG 1x01/02 "Encounter at Farpoint / Incontro a Farpoint".


Data
Data stellare
Luogo

8 agosto 2364
41601 - 41602
Vagra II, Settore Zed Lapis

Evento

PRIMO CONTATTO CON ARMUS

La navetta che riporta il Consigliere Troi e il Tenente Prieto sulla NCC 1701-D USS Enterprise, di ritorno da una conferenza, ha un guasto ai motori e precipita su Vagra II, un mondo privo di forme di vita e con una atmosfera minima.
Quando una squadra di soccorso inviata dall'Enterprise sbarca nel luogo dell'incidente, si trova la strada bloccata da un liquido viscoso nero che è, in effetti, l'unica creatura vivente sul pianeta. Armus - questo il suo nome - è stato creato migliaia di anni prima dagli abitanti di Vagra II, che hanno "estratto" ogni aspetto negativo da loro stessi per fonderlo in un'unica entità, prima di andarsene per sempre.

Per dimostrare la propria noncuranza nei confronti degli altri, in un gesto privo di senso e di scopo, Armus uccide Natasha "Tasha" Yar, il Capo della Sicurezza dell'Enterprise.
Poi avvolge se stesso attorno alla navetta, minacciando di soffocare i suoi occupanti. Così facendo, però, entra in contatto empatico con il Consigliere Troi, Betazoide, che scopre una "falla" in Armus: dopo millenni di solitudine, ogni dolore si è trasformato in rabbia, ma la compassione produce un abbassamento dei suoi livelli energetici.

Una seconda squadra di sbarco non incontra miglior fortuna della prima, anzi: il Primo Ufficiale viene inglobato nel corpo gelatinoso di Armus, che minaccia di ucciderlo.
Sull'Enterprise intanto gli ufficiali fanno la stessa scoperta di Troi: l'energia di Armus è massima quando commette atti ostili (come la morte di Tasha o il rapimento di Riker), minima quando qualcuno empatizza con il suo dolore.
A questo punto il Capitano Picard si trasporta sulla superficie, mette Armus di fronte al suo dolore e alle sue debolezze e, quando la sua energia raggiunge una soglia minima, usa nuovamente il teletrasporto per liberare i prigionieri e tornare sull'Enterprise.

Prima di allontanarsi da Vagra II l'Enterprise distrugge i resti della navetta, per impedire che in futuro Armus possa ripararla e usarla per fuggire. Il pianeta viene messo in quarantena.

Fonte

TNG 1x23 "Skin of evil / La pelle del male"

Nota 1

L'episodio dura poche ore, nell'arco della stessa giornata. Le date stellari sono registrate da Picard nel Diario del Capitano.

Nota 2

La navetta con il Consigliere Troi e un pilota precipita durante il viaggio di ritorno da una conferenza. Quattro giorni prima, il 4 agosto 2364, lo stesso Consigliere Troi aveva lasciato l'Enterprise per partecipare ad un incontro sulla Base Stellare G-6 (fonte: TNG 1x10 "Hide and Q / Il ritorno di Q"). Vista la convergenza di date, è possibile che si tratti dello stesso meeting.

Nota 3

Dopo la morte di Tasha, Worf viene promosso Capo della Sicurezza al suo posto.

YATI 1

In questo episodio muore Tasha Yar. Anche se normalmente viene considerato uno degli ultimi episodi della Prima Stagione, la data stellare lo colloca ad agosto, quindi più o meno a metà del primo anno di missione. Di conseguenza, esistono episodi che hanno una data stellare successiva in cui il personaggio del Tenente Yar compare ancora.
Avendo deciso di costruire questa timeline sulla base delle date dichiarate (o esplicitamente ricavabili dai dialoghi), non è possibile correggere questa incongruenza.

YATI 2

Al momento dell'incidente della navetta, l'Enterprise non può intervenire immediatamente perché ha in corso la sostituzione dei cristalli di dilitio. Quando vengono rimontati, per ottenere più potenza e quindi più velocità, il Capo Ingegnere Lynch ordina un intermix (rapporto fra materia e antimateria) di 1:25, ma dall'esame di ammissione all'Accademia di Wesley Crusher in TNG 1x19 "Coming of age / L'età della ragione" sappiamo che l'unico rapporto possibile di intermix è 1:1.


Data
Data stellare

Luogo

19 - 22 agosto 2364
41631 - 41640
Angel One

Evento

MISSIONE SU ANGEL ONE

La NCC 1701-D USS Enterprise trova il relitto della SS Hodin, un mercantile della Federazione che si è scontrato con un asteroide nel 2357. Sebbene la nave sia gravemente danneggiata, mancano tre capsule di salvataggio, il che lascia sperare che qualcuno sia sopravvissuto e abbia raggiunto il vicino pianeta di Angel One, che non è più stato visitato dalla Federazione dopo il Primo Contatto avvenuto 62 anni prima, nel 2302.

Angel One è un pianeta neutrale, retto da una oligarchia matriarcale di sei consigliere più l'Eletta, il capo di stato. Le relazioni - all'epoca del Primo Contatto - erano sembrate amichevoli, ma ora il governo si dichiara disposto a "tollerare" una visita, purché breve.
Dopo una breve camera di consiglio, l'Eletta spiega alla squadra di ufficiali della Flotta Stellare che effettivamente quattro sopravvissuti della Hodin sono sbarcati sul pianeta sette anni prima: inizialmente accolti con amicizia, sono ora dei criminali ricercati per reati di opinione, che attentano al benessere e alla stabilità della società. Il loro crimine è stato quello di richiedere uguali diritti per uomini e donne, mentre sul pianeta gli uomini non hanno diritti politici, non possono parlare in pubblico e - considerando l'abbigliamento - vengono considerati poco più che piacevoli animali da compagnia.

Usando i sensori dell'Enterprise, che ricercano tracce di platino (il metallo è assente su Angel One ma è presente nei comunicatori e in alcuni equipaggiamenti dei naufraghi), gli ufficiali della Flotta trovano effettivamente i quattro superstiti, che però rifiutano di andarsene: nei sette anni trascorsi sul pianeta si sono fatti una vita, qualcuno si è sposato e ha avuto dei figli, per cui ora considerano Angel One come casa loro.
Purtroppo, la ricerca dell'Enterprise è stata monitorata dalle forze di sicurezza del pianeta che ne approfittano per arrestare i quattro della Hodin e le loro famiglie.
Fra questi si trova Ariel - leader dell'opposizione consiliare all'Eletta, feroce fautrice di misure forti contro il dissenso e contraria ad ogni interferenza della Federazione su Angel One - che si scopre essere segretamente sposata a Ramsey, il capo di fatto dei superstiti della Hodin.
Per eliminare alla radice ogni forma di protesta, l'Eletta e il Consiglio decidono di giustiziare tutti gli arrestati: una morte rapida ed indolore, che sarà comminata all'alba del giorno dopo.

Il mattino seguente, però, gli ufficiali della Flotta Stellare riescono a convincere il Consiglio che Ramsey e i suoi colleghi sono stati solo il catalizzatore di un fenomeno politico in crescita, e che giustiziarli servirebbe solo a farne dei martiri, dando nuova forza alle loro idee. L'Eletta decide allora di commutare la pena, esiliando i quattro naufraghi, le loro famiglie e i loro seguaci in un angolo remoto, disabitato e selvaggio del pianeta, perché costruiscano lì la loro "società ideale".

La squadra di sbarco risale sull'Enterprise, dove nel frattempo era scoppiata una strana epidemia influenzale ora risolta, e si dirige verso la Zona Neutrale Romulana, dove si stanno ammassando un numero crescente di navi da guerra dell'Impero e la presenza di una nave di classe Galaxy viene reputata necessaria per dare una dimostrazione di forza e risolutezza.

Fonte

TNG 1x14 "Angel One / Missione di soccorso"

Nota 1

L'episodio dura quattro giorni. Dopo il ritrovamento della Hodin, in base a quanto dichiara Riker l'Enterprise impiega due giorni per arrivare su Angel One. Gli eventi sul pianeta occupano un'ulteriore giornata, dall'arrivo all'arresto di Ramsey, e l'esilio avviene la mattina del giorno dopo.

Nota 2

Secondo il Consigliere Troi, la struttura politica di Angel One è simile a quella di Betazed. Se ne deduce che anche Betazed sia un matriarcato, anche se meno estremista di Angel One.

Nota 3

Conoscendo i Romulani, ammassare navi al confine della Zona Neutrale serve esattamente allo scopo di farci arrivare l'Enterprise, per poter studiare il più possibile la nuova ammiraglia della Flotta Stellare.

YATI 1

In questo episodio è presente Tasha Yar.
Sebbene sia stato prodotto e messo in onda prima di TNG 1x23 "Skin of evil / La pelle del male", in base alla data stellare questi eventi sono successivi alla sua morte.

YATI 2

Quando gli ufficiali della Flotta Stellare trovano i naufraghi della Hodin, Ramsey dice che non sono obbligati a lasciare Angel One perché non sono tenuti a rispettare la Prima Direttiva. In primo luogo, Angel One non è sotto la protezione della Prima Direttiva, altrimenti l'Enterprise non potrebbe avere contattato il pianeta. In secondo luogo, tutti i cittadini della Federazione sono tenuti al rispetto della Prima Direttiva, anche se effettivamente è piuttosto improbabile che dei civili si trovino coinvolti in una situazione di Primo Contatto.

YATI 3

Sull'Enterprise si scatena una infezione virale causata dall'interazione del profumo di un fiore nativo di Qo'noS con alcuni componenti dell'atmosfera di Qwazulu VIII.
Il pianeta, però, viene simulato sul ponte ologrammi, e la sua atmosfera non dovrebbe contenere niente di direttamente o indirettamente dannoso per la salute...

YATI 4

Tutta questa parte sull'epidemia a bordo dell'Enterprise è totalmente inutile ai fini narrativi, e infatti come misteriosamente appare miracolosamente scompare, senza interferire con la missione su Angel One o con la minaccia romulana e senza lasciare alcuno strascico...


Data
Data stellare
Luogo

12 settembre 2364
41697 - 41700
Vandor IV

Evento

ANOMALIE TEMPORALI

Mentre è in rotta verso Sarona VIII, un piacevole pianeta dove trascorrere una breve licenza, la NCC 1701-D USS Enterprise viene colpita da alcune anomalie temporali. Subito dopo riceve una breve comunicazione dal sistema di Pegos Minor, in cui vengono indicate le coordinate del laboratorio del dottor Paul Manhein, il maggior esperto della Federazione in fisica temporale non lineare.

Mentre il raggio di azione delle anomalie temporali si espande, colpendo la colonia agricola di Coltar IV e la nave cargo Valo, l'Enterprise giunge a Pegos Minor per trovare solo un secondo messaggio, che la indirizza al quarto pianeta del sistema binario di Vandor. Su questo pianeta nano, Manheim - insieme alla moglie, l'unico sopravvissuto di un incidente che poche settimane prima ha ucciso il suo staff - ha creato un portale dimensionale che, sfruttando la potente gravità delle due stelle (una gigante, l'altra una pulsar), permette di manipolare il flusso del tempo.
Purtroppo, uno sbilanciamento della miscela materia/antimateria che tiene aperto il varco dimensionale non consente di calibrare il flusso temporale, da cui le anomalie continuano ad espandersi.

Nel momento di massima potenza di una queste anomalie, l'androide Data riesce a ristabilire l'equilibrio e chiudere il varco.

Fonte

TNG 1x24 "We'll always have Paris / Ricordare Parigi"

Nota 1

La data finale è stata ricostruita: l'episodio dura poco più di dodici ore.

Nota 2

Evidentemente, Manheim non ritiene abbastanza affidabili le equazioni di Spock, che pure hanno funzionato più che bene su Psi 2000 nel 2265 (TOS 1x06 "The naked time / Al di là del tempo") e sulla Terra nel 2267 (TOS 1x21 "Tomorrow is yesterday / Il domani è ieri") e nel 2282 (MOV 4 "The voyage home / Rotta verso la Terra").
E forse non si fida nemmeno del Guardiano del Tempo, che ha funzionato perfettamente nel 2267 (TOS 1x28 "The city on the edge of forever / Uccidere per amore") e nel 2269 (TAS 1x03 "Yesteryear / Viaggio a ritroso nel tempo").


Data
Data stellare

Luogo

19 - 25 settembre 2364
41715 - 41732
Sistema Xendi Sabu

Evento

RISOLTO IL MISTERO DI MAXIA ZETA

Dopo tre giorni di attesa nel sistema Xendi Sabu, la NCC 1701-D USS Enterprise viene raggiunta da una nave ferengi comandata da Daimon Bok, che porta un dono per il Capitano Picard: il relitto della NCC 2893 USS Stargazer, che la Flotta Stellare credeva perduta dopo la battaglia di Maxia Zeta, nel marzo 2355 (data stellare 32217).
Secondo Daimon Bok, la Stargazer ha vagato nello spazio per nove anni: alcuni giorni prima è entrata nel sistema Xendi Sabu, dove è stata ritrovata.
In nome delle buone relazioni fra Alleanza Ferengi e Federazione, Daimon Bok decide di ridare la nave a Picard senza chiedere nulla in cambio, azione che suscita la protesta dei suoi vice (Kazago e Rata) per i quali, in base alla loro cultura, regalare qualcosa è sostanzialmente un atto blasfemo.

Mentre Picard si reca sulla Stargazer per recuperare alcuni effetti personali, fra cui una sfera color argento di circa mezzo metro di diametro, Data riavvia il computer e analizza i diari e le registrazioni del momento della battaglia, scoprendo una scomoda verità: sarebbe stata la nave della Flotta Stellare ad attaccare per prima, e i presunti danni sarebbero in realtà da imputare ad un precedente incidente in sala macchine.
Poco convinto che questa sia la verità, Data approfondisce le analisi e scopre che i diari di bordo sono stati alterati, e nemmeno in modo professionale: i marcatori temporali sono disallineati, e alcune scene sono state ricostruite usando altre registrazioni o immagini computerizzate. Appare chiaro che i responsabili siano i Ferengi, o almeno Daimon Bok, ma non se ne comprende la ragione.

Picard, intanto, inizia a stare male: attacchi di emicrania, sempre più violenti. Durante un esame, Wesley Crusher riconosce nei tracciati ECG del Capitano la stessa forma d'onda di una trasmissione subspaziale a bassa intensità che viene emessa dalla nave ferengi: i momenti peggiori sembrano coincidere temporalmente con un aumento delle emissioni subspaziali, e il canale di comunicazione risulta essere la sfera d'argento che Picard ha trovato sulla sua vecchia nave.

Con Picard oramai in preda ad allucinazioni, sul ponte della Stargazer avviene il confronto finale fra lui e Daimon Bok, che svela la ragione di questo attacco personale: il comandante della nave ferengi distrutta a Maxia Zeta era Daimon Flax, figlio di Bok. Solo dopo aver ritrovato la vecchia nave della Flotta il comandante ferengi ha scoperto la sua sorte, e ha deciso di vendicarsi di chi lo aveva ucciso. Il confronto termina quando Kazago solleva dal comando Bok e lo arresta, per avere commesso il peggior crimine immaginabile nella società ferengi: essersi impegnato in una missione senza prospettiva di profitto...

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x09 "The batTLE / La battaglia"
Per il nome del figlio di Daimon Bok: NOV TLE "The buried age"

Nota 1

La data è stata ricostruita. Picard registra il diario di bordo in data stellare 41723.9, dicendo che l'Enterprise è in attesa dei Ferengi da tre giorni. In un successivo dialogo con Beverly Crusher, lo stesso Picard afferma di soffrire di mal di testa da tre giorni, dopo essere tornato dalla visita alla Stargazer, e l'episodio termina il giorno dopo, per un totale di sette giorni.

Nota 2

La data della Battaglia di Maxia Zeta è stata ricostruita: quando accede al computer della Stargazer, sul monitor di Data si legge la data stellare 40217, che corrisponde al 21 marzo 2363. Poiché la battaglia è avvenuta nel 2355, la data stellare è stata corretta in 32217.

YATI 1

In questo episodio è presente Tasha Yar.
Sebbene sia stato prodotto e messo in onda prima di TNG 1x23 "Skin of evil / La pelle del male", in base alla data stellare questi eventi sono successivi alla sua morte.

YATI 2

Durante il primo incontro fra Picard e Bok, Troi percepisce "inganno, frode e minaccia" da parte del Daimon. Come, visto che il cervello a quattro lobi dei Ferengi non è leggibile dai Betazoidi?

YATI 3

Parlando con Daimon Bok, Picard sostiene di non ricordare cosa sia accaduto a Maxia Zeta. Altamente improbabile, visto che ci ha perso il suo primo comando, è stato processato e ha lasciato per anni la Flotta Stellare per occuparsi di archeologia e della minaccia dei Manraloth (per questi ultimi eventi la fonte è NOV TLE "The buried age").

YATI 4

Quando la Stargazer si avvicina all'Enterprise, in plancia suona un "allarme intruso". Perché? L'allarme intruso si usa quando c'è un teletrasporto non autorizzato a bordo (vedere TNG 3x12 "The high ground / I terroristi di Rutia", oppure MOV 10 "Nemesis / La nemesi"). Quando si avvicina un vascello sconosciuto, potenzialmente ostile, suona l'allarme giallo e si alzano gli scudi...

YATI 5

Un caso raro: uno YATI che richiede una spiegazione nelle note ma che, non di meno, resta un'incongruenza.
Il monitor di Data riporta la data stellare 40217 per la Battaglia di Maxia Zeta, che però corrisponde all'anno 2363 e non all'anno 2355.


Data
Data stellare
Luogo

10 -12 ottobre 2364
41775 - 41780
Dytallix B, Mira Antlia V

Evento

INCONTRO SU DYTALLIX B

Il Capitano della NCC 1701-D USS Enterprise riceve un messaggio dal suo amico e collega Walter Keel, comandante della USS Horatio, che richiede un incontro urgente su Dytallix B, un mondo minerario disabitato nel sistema Mira Antlia. Il messaggio viene inviato usando il "Codice 47", che indica un messaggio riservato esclusivamente al capitano di una nave stellare.

Dopo aver ascoltato il messaggio, Picard ordina di cambiare rotta, dirigendo da Pacifica (dove l'Enterprise si stava recando per una breve licenza) a Dytallix B.
Su questo pianeta, oltre a Walter Keel, Picard incontra Tryla Scott (Capitano della USS Renegade) e il Boliano Rixx (Capitano della USS Thomas Paine). Questi ufficiali avvertono Picard di una serie di anomalie nel comportamento di alti ufficiali del Comando della Flotta Stellare: ordini senza senso (come la completa evacuazione, per due giorni, della Base Stellare 12), spostamento di ufficiali e navi senza uno schema apparente, promozioni in ruoli chiave di ufficiali senza le necessarie competenze e senza l'esperienza richiesta.

Tornato sull'Enterprise, Picard ordina di riprendere la rotta per Pacifica, chiedendo nel contempo a Data di verificare ogni possibile anomalia negli ordini e nelle procedure della Flotta Stellare negli ultimi sei mesi. Lungo la rotta per Pacifica, si imbatte nel relitto di una nave stellare: dall'analisi della composizione dello scafo e da parti del numero di registro, risulta esse la USS Horatio.
A questo punto il Capitano dell'Enterprise informa il suo primo ufficiale sull'incontro avuto con gli altri Capitani, e gli dice anche di aver avuto un simile avvertimento alcuni mesi prima da parte dell'Ammiraglio Quinn, quando lui e il Comandante Remmick hanno ispezionato la nave su Relva II in giugno.

Data termina il lavoro di controllo. In effetti, in un settore ben specifico della Federazione, si sono verificate anomalie evidenti: il personale, compreso quello di comando, è stato avvicendato con frequenza superiore alla media e senza apparentemente tenere in considerazione anzianità e conoscenze dei rimpiazzi; il personale di comando di questo settore ha avuto contatti con il Comando della Flotta Stellare significantemente superiori alla media; infine, molte navi stellari di pattuglia sono state spostate su nuove rotte, lasciando scoperto un corridoio dal confine della Federazione verso la Terra.

Picard decide quindi di fare rotta verso la Capitale della Federazione, per scoprire qualcosa di più su queste anomalie.

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x25 "Conspirancy / Cospirazione"
Per l'ispezione all'Enterprise su Relva II: TNG 1x19 "Coming of age / L'età della ragione"


Luogo

Comando della Flotta Stellare, San Francisco, Terra

Evento

INFILTRAZIONE ALIENA

Al Comando della Flotta Stellare Picard viene ricevuto da Quinn, dal suo assistente Remmick e da altri due Ammiragli, che lo invitano a cena per discutere delle sue preoccupazioni.
Nell'attesa, Quinn sale a bordo dell'Enterprise col proposito di infettare con un parassita l'Ufficiale Medico Capo, Beverly Crusher. Scoperto, cambia obbiettivo e tenta di aggredire il Primo Ufficiale, ma viene fermato.

I parassiti, come scopre il dottor Crusher, si annidano alla base delle vertebre cervicali e assumono il controllo del sistema nervoso, cervello compreso. Non possono però accedere ai ricordi, e interrogare una persona sul suo passato è un buon metodo per scoprire se sia stato infettato o meno. Un altro modo, più rischioso perché richiede un contatto fisico ravvicinato, è controllare se dalla base del collo spunti un piccolo pungiglione, che i parassiti utilizzano per respirare.

Quando Riker raggiunge il Comando e si unisce alla "Cena degli Ammiragli", Quinn spiega a Picard la situazione: i parassiti sono stati scoperti mesi prima durante l'esplorazione di un remoto pianeta, e da allora hanno iniziato ad infiltrarsi nei gangli vitali della Flotta Stellare, di cui sono prossimi a prendere il controllo. Tutti i parassiti sono "fratelli", derivando da un unica "regina", e sono in contatto telepatico fra di loro.
A questo punto, con l'aiuto di Riker, Picard riesce a mettere fuori gioco i suoi commensali per poi raggiungere la "regina", che si è annidata nel corpo di Remmick (di cui non rimane nulla tranne un guscio esterno). Dopo aver ucciso questo parassita, anche tutti gli altri muoiono, presumibilmente per shock neurale vista la connessione telepatica. Liberi dai parassiti gli ufficiali si riprendono e l'invasione viene sventata, ma non prima che Remmick sia riuscito ad inviare un messaggio verso la zona di frontiera della Federazione da cui sono arrivati i parassiti, un messaggio che indicava la posizione della Terra.

Fonte

TNG 1x25 "Conspirancy / Cospirazione"

Nota

Jean-Luc Picard e Walter Keel sono amici di vecchia data: si sono incontrati per la prima volta in un bar su Tau Ceti III.
Secondo vari romanzi della serie Enterprise, il sistema di Tau Ceti contiene due pianeti abitabili, chiamati rispettivamente Kaferia Interna e Kaferia Esterna (dal nome dell'esploratore umano che li ha scoperti). Mentre Kaferia Esterna (Tau Ceti IV) è una colonia della Terra, Kaferia Interna (Tau Ceti III) è abitato da una razza autoctona di insetti, che commerciano con la Federazione ma non sono interessati né a farne parte né a esplorare lo spazio per proprio conto.
Il bar in cui si sono incontrati Picard e Keel, quindi, deve trovarsi in una delle enclave commerciali della Federazione su Kaferia Interna.

YATI

Nei dialoghi la stella di Dytallix B viene indicata semplicemente come "Myra". Sul monitor di Data, quando mostra a Picard la composizione del sistema, il pianeta viene indicato come il quinto di sette e identificato come "Mira Antlia V", anche se il nome corretto dovrebbe essere "Mira Antliae V".
"Antlia" è una costellazione realmente esistente, meglio nota come "Macchina Pneumatica". Questa costellazione, però, non contiene nessuna stella di tipo "Mira", anche se sono presenti almeno due stelle variabili di altro tipo.


Data
Data stellare
Luogo

19 ottobre 2364
41798
Minos, Ammasso Lorenze

Evento

SCOMPARSA DELLA USS DRAKE

La NCC 1701-D USS Enteprise viene inviata a investigare la scomparsa della USS Drake, una nave della Flotta Stellare che stava cercando di risolvere il mistero della sparizione della popolazione di Minos. Questo pianeta si è costruito una solida reputazione come produttore di armi, che durante le Guerre di Erselrope sono state vendute ad entrambe le parti in conflitto: il timore è che qualche cliente "insoddisfatto" possa aver ripagato i Minosiani con la loro stessa moneta.

Al suo arrivo su Minos l'Enterprise viene accolta da un messaggio registrato, che magnifica le capacità produttive del pianeta. Una squadra di sbarco, inviata alla ricerca dell'origine del segnale, viene ripetutamente attaccata da sistemi di difesa automatici, che migliorano e diventano quindi più pericolosi ad ogni nuova azione. Il tutto mentre il Capitano Picard, identificato erroneamente come potenziale acquirente, deve assistere ai tentativi Minosiani di uccidere i suoi uomini.

Al terzo di questi attacchi, che si susseguono ad intervalli di 12 minuti, Picard ha l'idea che risolve l'impasse: si dice convinto delle potenzialità del sistema e si offre di comprarlo. Tanto il venditore olografico quanto i sistemi d'arma si disattivano.
Gli ufficiali risalgono sull'Enterprise, avendo purtroppo risolto entrambi i misteri: tanto l'equipaggio della Drake quanto gli abitanti di Minos sono stati uccisi nel corso di una di queste "dimostrazioni di prodotto" automatiche, perché nessuno di loro ha pensato all'unico modo per interromperle.

Minos viene messo in quarantena dalla Flotta Stellare.

Fonte

TNG 1x21 "The arsenal of freedom / L'arsenale della libertà"

Nota 1

L'episodio dura poche ore.

Nota 2

Il messaggio registrato che l'Enterprise riceve al suo arrivo su Minos sembra un omaggio a quello che riceve la Cuore d'Oro quando scopre Magrathea.
Questa volta, tuttavia, nessuna balena e nessun vaso di petunie ha subito abusi...

Nota 3

Il motto di Minos è: "Pace attraverso una superiore potenza di fuoco. Per essere totalmente sicuri bisogna essere totalmente armati".
Questo ricorda un po' il proverbio latino "Si vis pacem para bellum / Se vuoi la pace preparati alla guerra", ma soprattutto richiama gli eccessi del Secondo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti .

YATI 1

In questo episodio è presente Tasha Yar.
Sebbene sia stato prodotto e messo in onda prima di TNG 1x23 "Skin of evil / La pelle del male", in base alla data stellare questi eventi sono successivi alla sua morte.

YATI 2

Perché, se deve trovare tracce della popolazione o il centro di comunicazione da cui è partito il messaggio, la squadra di sbarco dell'Enterprise scende in mezzo ad una foresta invece che nella piazza principale della capitale di Minos?


Data
Data stellare

Luogo

25 novembre 2364
41899
Sistema Delos

Evento

CRISI DI DELOS

La NCC 1701-D USS Enterprise si reca nel sistema di Delos per studiare le anomale tempeste magnetiche della sua stella. Più di duecento anni, prima una sonda a lungo raggio aveva analizzato a distanza il sistema trovando due pianeti di classe M abitati, uno dei quali all'inizio dell'Era Spaziale.

Mentre registra i dati della stella, l'Enterprise intercetta una chiamata di soccorso ad Ornara (Delos III) da parte di una vecchia e malandata nave cargo, la Sanction, in orbita attorno a Brekka (Delos IV). L'Enterprise interviene per fornire assistenza, per scoprire che il guasto è in realtà molto semplice da riparare ma che l'equipaggio, sei persone in tutto, sembra incapace di effettuare i necessari lavori.
Quando l'Enterprise chiede che, per sicurezza, le persone del cargo salgano a bordo della nave stellare, dalla Sanction inviano invece sette contenitori sigillati. Poi il cargo inizia a disintegrarsi negli strati alti dell'atmosfera di Brekka, e un teletrasporto di emergenza riesce a recuperare solo quattro dei suoi occupanti: due Ornariani e due Brekkiani.

Il mistero dell'importanza del carico viene presto spiegato: sono contenitori di Felicium, una farmaco salvavita ricavato da una pianta che cresce solo in luoghi remoti e difficilmente accessibili di Brekka, e diventa un farmaco solo al termine di un processo lungo e difficile. Il Felicium è l'unico farmaco in grado di tenere sotto controllo una epidemia scoppiata due secoli prima su Ornara: non è una cura, ma tiene sotto controllo i sintomi che sono estremamente dolorosi. Purtroppo, il farmaco deve essere assunto con regolarità (una dose copre, a seconda della fisiologia individuale, da uno a tre giorni) e non si riesce a far crescere la pianta su Ornara.
Questa situazione ha creato una relazione simbiotica fra i due pianeti: Brekka produce esclusivamente Felicium, che poi vende a Ornara in cambio di qualsiasi cosa le serva. La relazione non sembra molto equilibrata, dato che Brekka sembra essere una società ricca e benestante e Ornara una molto impoverita. Inoltre, gli Ornariani hanno perso molte delle conoscenze che un tempo possedevano: la Sanction era l'ultimo cargo funzionante, e gli altri due sono bloccati a terra da guasti che gli Ornariani non sono in grado di identificare e tanto meno di riparare. Questo spiega anche perché, duecento anni dopo le osservazioni della sonda remota, la società di Ornara non sia progredita tecnicamente, un fatto di per sé molto inusuale.

Osservando gli effetti del Felicium sugli Ornariani a bordo, il dottor Crusher scopre che la pianta ha due effetti: da un lato cura la malattia (ed in effetti l'epidemia è stata debellata su Ornara secoli prima), dall'altro crea dipendenza, come una vera e propria droga. Si offre quindi di produrre una droga sintetica che dia gli stessi effetti del Felicium senza però creare dipendenza, in modo che gradatamente si possa farne a meno senza andare incontro a crisi di astinenza.

Picard ordina di trasportare su Ornara il carico di Felicium presente nella stiva (un totale di più di trenta miliardi di dosi), ma blocca la ricerca del dottor Crusher così come interrompe l'invio di parti meccaniche e di ingegneri su Ornara, che dovevano riparare le due navi cargo rimaste. Così facendo rispetta alla lettera la Prima Direttiva, evitando ogni forma di interferenza, e allo stesso tempo obbliga due società che sono vissute in simbiosi per due secoli a trovare un nuovo equilibrio, prima che gli Ornariani scoprano di poter sopravvivere all'esaurirsi del Felicium.

Fonte

TNG 1x22 "Symbiosis / Simbiosi"

Nota

Durante tutto l'episodio non viene citata alcuna data stellare.
Tuttavia, in Mission Log il Memo 2 riporta la data stellare 41899.7 e la nota di Gene Roddenberry "No conflict".
L'episodio dura poche ore.

YATI 1

In questo episodio è presente Tasha Yar.
Sebbene sia stato prodotto e messo in onda prima di TNG 1x23 "Skin of evil / La pelle del male", in base alla data stellare questi eventi sono successivi alla sua morte.

YATI 2

Secondo Picard, fornire agli Ornariani una droga sintetica che rimpiazzi il Felicium senza creare dipendenza violerebbe la Prima Direttiva.
Ma se Brekka e Ornara sono sotto la protezione della Prima Direttiva, perché l'Enterprise ha risposto alla richiesta di aiuto?

YATI 3

Picard rifiuta gli aiuti tecnici che rimetterebbero in sesto i due cargo Ornariani guasti, dicendo che in questo modo si genererà una crisi che alla fine porterà ad un nuovo equilibrio fra le società simbiotiche di Brekka e Ornara.
A parte che questo, molto più della droga della Crusher, costituisce una violazione della Prima Direttiva, Picard non sembra tenere conto di due cose.
Innanzitutto, 30 miliardi di dosi pressoché giornaliere per una popolazione planetaria danno un margine di quanto? Una settimana? Un mese? Un po' poco per negoziare un diverso equilibrio, troppo poco per capire come riparare le navi ornariane (specialmente se la tecnologia è andata perduta).

Secondariamente, senza navi ornariane che possano andare a prendere il Felicium e senza navi brekkiane (che non sono mai esistite), quando le scorte inizieranno a ridursi scoppierà su Ornara una guerra civile planetaria: convinti di dover morire tutti, gli abitanti di quel pianeta faranno l'impossibile per accaparrarsi le ultime dosi, creando una scia di morti e distruzione di cui i superstiti daranno la colpa alla Federazione: sarà facile per i Brekkiani dire che non sapevano che il Felicium non fosse indispensabile, mentre evidentemente lo sapevano gli ufficiali dell'Enterprise quando si sono rifiutati di aiutarli. Oppure non lo sapevano, e puntavano allo sterminio di Ornara per colonizzare il pianeta.

Considerando che la società di Brekka si regge sostanzialmente sull'esportazione del Felicium (che a loro non serve) e sull'importazione di ogni bene da Ornara, nemmeno i Brekkiani se la passeranno bene, con negozi vuoti e servizi al collasso. E loro daranno sicuramente la colpa alla Federazione...

Comunque vada, la Federazione ne esce a pezzi. Una mossa non particolarmente intelligente...


Data
Data stellare
Luogo

26 dicembre 2364
41986
Sistema Kazis

Evento

TERMINA L'ISOLAMENTO ROMULANO

Mentre attende il ritorno del Capitano Picard, impegnato in una riunione di emergenza sulla Base Stellare 718, la NCC 1701-D USS Enterprise intercetta un vecchio satellite terrestre in rotta verso le due stelle del Sistema Kazis. Gli ufficiali della Flotta decidono di utilizzare il loro tempo studiando il reperto storico e scoprono che è ancora parzialmente funzionante, con illuminazione, gravità artificiale e una tenue atmosfera. Soprattutto, scoprono che il satellite trasporta delle vecchie criocapsule costruite dalla Nichols Corporation tra la fine del XX e l'inizio del XXI secolo, e che tre di queste sono ancora funzionanti, con al proprio interno persone in animazione sospesa.

Al ritorno dalla riunione, il Capitano Picard ordina di fare rotta verso la Zona Neutrale al confine con l'Impero Romulano, e spiega ai suoi ufficiali la situazione: due avamposti nel Settore 30 risultano distrutti, e tutti quelli del Settore 31 non rispondo dalla data stellare 41903 (26 novembre 2364).
L'ultimo contatto con i Romulani è stato nel 2311, per la firma del Trattato di Algeron dopo l'Incidente Tomed, e il Comando della Flotta Stellare sospetta che si tratti di un tentativo romulano di saggiare la reattività della Federazione dopo più di cinquant'anni di isolamento, o addirittura del preludo ad una nuova guerra.

L'Ufficiale Medico Capo dell'Enterprise, nel frattempo, decide di risvegliare gli occupanti delle tre capsule trasportate dal satellite alla nave stellare. Grazie ad un vecchio Hard-Disk che il Tenente Comandante Data ha trovato sul satellite, di queste tre persone si conoscono sia i nomi che le cause della morte, cause che all'epoca erano terminali ma che la medicina del XXIV secolo può facilmente curare: Clare Raymond, morta a 35 anni per embolia polmonare nel 1994 (durante l'attentato dei Potenziati a Ginevra); Ralph Offenhouse (uno dei finanziatori del Progetto Crisalide, nonché proprietario della Colonia Moss-Offenhouse), morto a 55 anni per cardiomiopatia; Sonny Clemonds, un musicista morto per collasso multiorgano dovuto all'abuso di alcool e droghe.

I tre "naufraghi temporali" hanno qualche difficoltà ad adattarsi ad un mondo così radicalmente diverso dal loro, anche se le reazioni sono differenti: Offenhouse non si capacità della mancanza di interesse per l'arricchimento materiale, Clemonds al totale disinteresse per alcol e droghe, mentre Clare Raymond è addolorata per la morte di tutte le persone che amava.
Alla fine della missione, invece di riportarli sulla Terra l'Enterprise opta per lasciarli sulla Base Stellare 39, allungando il loro viaggio di ritorno di qualche mese ma dando loro più tempo per superare lo shock culturale.

Intanto, al suo arrivo nella Zona Neutrale l'Enterprise scopre che nessuna delle nove stazioni di monitoraggio presenti nei Settori 30 e 31 esiste ancora: più che distrutte, sembrano essere state strappate via dalla superficie degli asteroidi su cui si trovavano, o addirittura dalla superficie di un pianeta come è accaduto su Tarod IX.

Improvvisamente, un Falco da Guerra romulano di classe D'Deridex si disocculta davanti all'Enterprise. Come spiega il Comandante Tebok, anche i Romulani sono impegnati in una ricerca simile a quella della Flotta Stellare: alcuni loro avamposti lungo la Zona Neutrale sono stati attaccati - nello stesso modo - e il Senato teme che si tratti di un preludio ad un attacco da parte della Federazione.
Ci vuole poco, per i due comandanti, per capire che si tratta di un intervento aggressivo di una terza parte, e scambiarsi informazioni sugli attacchi prima di lasciare la Zona Neutrale.

Al termine dello scambio, Tebok comunica a Picard che la politica isolazionista dell'Impero Romulano è finita, e che d'ora in poi torneranno ad essere un attore di primo piano nello scenario geopolitico della Galassia.

Fonti

Per gli eventi: TNG 1x26 "Tne Neutral Zone / La Zona Neutrale"
Per la costruzione delle criocapsule da parte della Nichols Corporation: NOV "The Eugenics Wars: The Rise and Fall of Khan Noonien Singh, Vol. 2"
Per la fondazione della Nichols Corporation: NOV TLE "2298: The Sundered"
Per i dettagli dell'Incidente Tomed e il Trattato di Algeron: NOV TLE "2311: Serpents among the ruins"

Per la prima (ed unica) Guerra Romulana: TOS 1x08 "Balance of Terror / La navicella invisibile". Per l'attentato a Ginevra del 29 agosto 1994: NOV "The Eugenics Wars: The Rise and Fall of Khan Noonien Singh, Vol. 2"
Per il ruolo di Ralph Offenhouse nel Progetto Crisalide: NOV "The Eugenics Wars: The Rise and Fall of Khan Noonien Singh, Vol. 1"
Per il ruolo di Ralph Offenhouse nella costruzione delle Colonie O'Neill: NOV TLE "2298: The Sundered"

Nota 1

L'episodio dura circa un giorno (19 ore e mezzo dal ritorno di Picard all'arrivo nella Zona Neutrale, più il tempo dell'ispezione al satellite e del confronto con Tebok).

Nota 2

La fonte riporta che quella della criogenia sia stata una moda passeggera, esauritasi nella prima metà del XXI secolo. Non spiega se la fine della "moda" sia dovuta allo scoppio della Terza Guerra Mondiale (1 maggio 2053, fonte: NOV TLE "2298: The Sundered") o ad altre cause.

Nota 3

In questo episodio si vedono per la prima volta i Warbird / Falchi da Guerra romulani di classe D'Deridex, anche se dai dialoghi di TNG 3x15 "Yesterday's Enterprise / L'Enterprise del passato" risulta che l'Enterprise 1701-C ha combattuto contro quattro di questi vascelli a Narendra III. È anche possibile che quei quattro fossero i primi esemplari in servizio, e che l'attacco alla colonia klingon sia stato una specie di test di combattimento...

Nota 4

Quanto Ralph Offenhouse si dice preoccupato per il proprio futuro, Picard gli risponde che i bisogni materiali sono un ricordo del passato e che nel XXIV secolo le sfide nella vita sono per migliorare moralmente e culturalmente se stessi e gli altri: è il primo chiaro riferimento a quanto sia cambiata la società umana dal Primo Contatto (5 aprile 2063).
Questo stesso concetto viene ripreso da Picard in un dialogo con Lily Sloane in MOV 8 "First Contact / Primo Contatto".

YATI 1

Di ritorno dalla riunione, Picard dice che la Flotta Stellare non riceve notizie dagli avamposti nel Settore 31 dal 26 novembre.
Un mese? La Flotta Stellare aspetta un mese prima di mandare una nave a controllare che fine abbia fatto un avamposto di confine con l'Impero Romulano?
E se davvero si fosse trattato di un'invasione?

YATI 2

Mentre l'Enterprise si trova in allarme giallo, nel bel mezzo della Zona Neutrale, Ralph Offenhouse lascia il suo alloggio, prende un ascensore e arriva in plancia. Possibile che sulle navi della Flotta Stellare, specialmente quelle che abitualmente imbarcano civili, non esista un sistema di controllo che impedisca a chi non è autorizzato di muoversi in aree riservate? E poi, prima ancora: a nessuno è venuto in mente di chiudere la porta degli alloggi degli "ospiti", o di metterci qualcuno di guardia?


Data
Data stellare
Luogo

31 dicembre 2364
41997
Torona IV

Evento

AVVIO DELLE RELAZIONI DIPLOMATICHE CON GLI JARADA

La NCC 1701-D USS Enterprise si reca su Torona IV, il mondo natale dei Jarada, per avviare relazioni diplomatiche formali fra la Federazione e questa specie insettiforme, xenofoba, facilmente irritabile e con un rispetto maniacale per il protocollo.
Un precedente tentativo di allacciare rapporti diplomatici, tentato nel 2344, è fallito: anche se possiedono traduttori universali, gli Jarada pretendono che il saluto formale venga espresso nella loro lingua, che è estremamente complicata tanto nella grammatica quanto nella fonetica, e considerano ogni minimo errore di pronuncia (come quello accaduto venti anni prima) come un grave insulto.

Nell'attesa di raggiungere Torona IV, il Capitano Picard decide di rilassarsi trascorrendo alcune ore sul Ponte Ologrammi rivivendo un'avventura di uno dei suoi eri "gialli" preferiti, l'investigatore privato Dixon Hill.
Avvicinandosi al pianeta, gli Jarada usando una potente sonda sensoria per analizzare la nave della Flotta Stellare e questo improvviso picco di energia manca in sovraccarico il Ponte Ologrammi, che si guasta intrappolando al suo interno gli ufficiali dell'Enterprise.

Risolto il guasto, Picard raggiunge la plancia e formula correttamente il saluto, avviando le tanto attese relazioni diplomatiche fra la Federazione e gli Jarada.

Fonte

TNG 1x12 "The big goodbye / Il grande addio"

Nota 1

L'episodio dura poche ore.

Nota 2

Il nome del pianeta natale degli Jarada non è citato nell'episodio ma deriva dallo script (fonte in inglese).

YATI 1

In questo episodio è presente Tasha Yar.
Sebbene sia stato prodotto e messo in onda prima di TNG 1x23 "Skin of evil / La pelle del male", in base alla data stellare questi eventi sono successivi alla sua morte.

YATI 2

L'analisi dell'Enterprise compiuta dagli Jarada provoca un guasto al Ponte Ologrammi, guasto che viene riparato dai Bynari... in data stellare 41365 (13 maggio 2364), ovvero - secondo la timeline - ben sette mesi prima che si verifichi. Fonte: TNG 1x15 "11001001 / 1001001".

YATI 3

Mentre lui e Geordi tentano di riparare il Ponte Ologrammi guasto, Wesley dice che non si può spegnerlo altrimenti le persone intrappolate al suo interno (Picard, Crusher, Data e un altro ufficiale) potrebbero scomparire. Perché? Non sono mica ologrammi o materia replicata...


2365

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Sconosciuto

Evento

AVANZAMENTO SCIENTIFICO DEI SON'A

Dopo dieci anni di studi e ricerche, i Son'a realizzano un sistema per raccogliere le radiazioni metafasiche di Ba'ku.
Ora che possiedono la tecnologia iniziano a pensare ad un modo per accedere al pianeta, allontanandone i 600 abitanti originari: il piano deve per forza coinvolgere la Federazione, perché è nel suo spazio che si trova il Briar Patch, al cui interno orbita Ba'ku.
L'occasione si presenterà ai Son'a dopo altri dieci anni, nel 2375, quando proporranno il loro piano ad una Federazione provata dalla lunga guerra contro il Dominio.

Fonte

MOV 9 "Insurrection / L'insurrezione"

Nota

La fonte riporta che i progetti per costruire un collettore di radiazioni metafasiche hanno richiesto dieci anni di lavoro.


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Terok Nor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - LA RESISTENZA DI QUARK

Su Terok Nor il Prefetto di Bajor, Gul Dukat, introduce la "Giornata del Mercante": una volta al trimestre ogni mercante (Bajoriano o meno) presente sulla Passeggiata deve offrire un campione gratuito della propria mercanzia ad ogni Cardassiano - militare o civile - che lo richieda.
Per Quark, il proprietario del Bar che anima la Passeggiata, l'idea stessa rasenta la bestemmia: offrire qualcosa gratis è carità, ed è contrario sia all'etica ("carità" è una parolaccia in lingua Ferengi) che alle leggi di Ferenginar.

Quark decide non solo che nella "Giornata del Mercante" terrà chiuso il locale (per inventario, naturalmente...), ma anche che è venuto il momento di accelerare il ritiro Cardassiano da Bajor per far cessare una simile ignominia. Sfruttando le confidenze che riceve da soldati e ufficiali ubriachi o semplicemente troppo rilassati e le notizie che ottiene da canali di comunicazione extra-sistema, Quark inizia a fornire alla resistenza ogni informazione utile per colpire gli interessi Cardassiani sul pianeta.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


2366

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Cardassia Prime

Evento

RECUPERO DEL CRISTALLO DELLA SAGGEZZA

Su Cardassia Prime un agente dell'Ordine Ossidiano, in segreto affiliato alla Via di Oralius, recupera da un deposito di sicurezza il Cristallo della Saggezza, sottratto da Bajor all'inizio dell'Occupazione.
L'agente lo consegna ad un Gul del Comando Centrale, anche lui legato alla Via, che lo porta ad Astrea perché lo usi per contattare Oralius, come era avvenuto nel 2348.
Astrea però, che non ha più bisogno di un Cristallo per restare in contatto con la Dea, insiste perché la Lacrima dei Profeti sia custodita con cura e restituita a Bajor alla prima occasione possibile.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


2368

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Tempasa, Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - FURTO DEI PIANI DELLE TORRI DI SORVEGLIANZA

La resistenza Bajoriana riesce a penetrare nell'Archivio Planetario che i Cardassiani hanno costruito nella città di Tempasa e a sottrarre i piani di costruzione delle torri del sistema di sorveglianza.
Una volta individuati i punti deboli e i codici di controllo centrali, la resistenza riesce a disattivare in un colpo solo l'intera griglia planetaria, rendendola di fatto inutilizzabile.

Le Provincie di Gerhami e di Ilvia sono le prime a riconquistare la libertà di movimento, seguite in pochi minuti da tutte le altre. Fra i primi obiettivi colpiti dalla resistenza ci sono le fabbriche di armi che i Cardassiani hanno sul pianeta e in cui lavorano Bajoriani collaborazionisti: queste fabbriche vengono razziate (grazie alla presenza della griglia di sorveglianza i Cardassiani si sentivano al sicuro e le strutture hanno poche guardie) e distrutte; un gran numero di nuove armi arriva alle cellule della resistenza, che iniziano a ricostituirsi anche nelle Province in cui erano state eliminate.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - LA RESISTENZA DI DUKAT

Mentre la situazione su Bajor peggiora di giorno in giorno, con la resistenza che si fa sempre più audace e le risorse sempre più difficili e costose da estrarre, il Comando Centrale ordina a Gul Dukat di "sostituire" il governo di Kubus Oak, in carica fin dall'Annessione nel 2328, con uno più collaborativo ed efficace.

Il Prefetto di Bajor rifiuta di eseguire l'ordine ricevuto.
Intanto è quasi impossibile trovare un qualche Bajoriano che goda di una seppur minima credibilità - e di seguito fra la popolazione del pianeta - che sia disposto a prendere il posto di Kubus Oak.
Inoltre, la rimozione del "legittimo" governo di Bajor, senza indire elezioni distrettuali e provinciali che ricostituiscano l'Assemblea dei Ministri - l'unica legittimata a dare un successore al Primo Ministro in carica - elezioni impossibili da tenere nel clima da guerra civile che regna sul pianeta, lascerebbe aperta solo l'opzione di un governo Cardassiano diretto del pianeta, che però non solo non risolverebbe la situazione, ma darebbe alla Federazione il pretesto giuridico per intervenire nel sistema di Bajor.

Dopo la fine dell'Occupazione, Gul Dukat userà proprio la sua resistenza agli ordini del Comando Centrale come base di difesa, sostenendo di aver sempre agito per difendere e salvaguardare gli interessi di Bajor: famosa la sua tesi secondo cui i Bajoriani dovrebbero onorarlo erigendo statue a sua immagine in ogni città del pianeta...

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Cardassia Prime

Evento

PARALISI DEL CONSIGLIO DETAPA

Il cosiddetto "Governo civile" dell'Unione Cardassiana ha, sulla carta, il potere di porre il veto ai tentativi sempre più disperati del Comando Centrale di non perdere il controllo su Bajor.

Purtroppo, il Consiglio Detapa è spaccato in due correnti avversarie, i Colonialisti (per cui ogni arretramento e perdita di controllo militare sulle colonie è un passo verso la tragedia) e i Madrepatristi (che, al contrario, vorrebbero che ogni colonia venisse abbandonata al proprio destino, per concentrarsi solo sul benessere del sistema di Cardassia).
Rivalità personali, interessi divergenti e pura e semplice corruzione impediscono quindi un'azione unitaria.

Alcuni Madrepatristi, correndo il rischio personale di essere accusati di tradimento, arrivano al punto di sollecitare un intervento della Federazione, che quest'ultima immediatamente rifiuta per "evitare ingerenze negli affari interni di uno stato sovrano".

Mentre il Comando Centrale elabora piani sempre più disperati, contando sulle risorse che si sono liberate dal trattato di pace con la Federazione, l'Ordine Ossidiano - orfano del suo capo storico, Enabran Tain - osserva la lotta per il potere e pianifica le sue mosse.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Terok Nor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - ESILIO DI ELIM GARAK

Uno dei cosiddetti "Figli di Tain", un operativo particolarmente qualificato dell'Ordine Ossidiano, viene esiliato su Terok Nor dopo la scomparsa dello storico capo dell'Ordine.

Gul Dukat, che con Garak e Tain ha un conto personale da saldare, pregusta la sua vendetta, ma riceve l'ordine esplicito di non molestare in nessun modo l'agente, sotto pena di punizioni che sconterebbe la famiglia di Dukat su Cardassia.
Il Prefetto di Bajor interpreta naturalmente a suo modo gli ordini ricevuti, e Elim Garak viene destinato a svolgere il lavoro di sarto in un piccolo negozio sulla Passeggiata: non viene toccato, ma nulla vieta di umiliarlo...

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - MASSACRO DI VEKOBET

Con la resistenza di nuovo libera di muoversi su tutto Bajor, disordini e insurrezioni su tutto il pianeta e Gul Dukat che rifiuta di applicare misure drastiche, il Comando Centrale elabora un piano che dovrebbe riportare sotto controllo i Bajoriani.

I Cardassiani sanno da tempo che la figura di riferimento più importante per i Bajoriani è la loro leader religiosa, la Kai. Non sanno dove si trova, ma sanno che ha un figlio e riescono a scoprire che il figlio - che combatte nella resistenza - si trova a Vekobet, nella Provincia di Kendra, una città che è in gran parte in rovina e disabitata ma conserva una discreta popolazione. Il piano del Comando Centrale è quello di catturare il giovane e costringere così la madre a collaborare con l'occupante per riportare l'ordine su Bajor.

I militari Cardassiani iniziano quindi una massiccia operazione di rastrellamento a Vekobet, casa per casa, alla ricerca del figlio della Kai.
La resistenza si oppone all'operazione con combattimenti accaniti: nessun Bajoriano si arrende o si fa catturare vivo, proprio per non svelare il segreto sul posto dove si nasconde il ricercato, e il numero di soldati Cardassiani che perdono la vita in questa operazione sale in maniera drammatica.
Anche i civili - donne, vecchi e bambini - che non riescono a lasciare la città preferiscono uccidersi piuttosto che venire catturati e "interrogati" dai Cardassiani, e più aumenta la pressione militare più la resistenza invia uomini e armi da ogni Provincia di Bajor.

Dopo mesi di operazioni inconcludenti, i Cardassiani sembrano ritirare di colpo le loro forze, per poi colpire solo in un settore specifico della città: 42 combattenti della resistenza vengono uccisi, fra cui il figlio della Kai.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"

Nota

Per certi aspetti, Vekobet ricorda la Battaglia di Stalingrado nella Seconda Guerra Mondiale.


2369

Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

OCCUPAZIONE CARDASSIANA - INSURREZIONE GENERALE E LIBERAZIONE DI BAJOR

L'esito della Battaglia della Valle di Kendra e del Massacro di Vekobet è esattamente l'opposto di quello che il Comando Centrale si aspettava: la notizia della morte del figlio della Kai fa rapidamente il giro del pianeta, ed è il segnale spontaneo per l'insurrezione generale. Ovunque, su Bajor, basi, installazioni, fabbriche e depositi di armi Cardassiani vengono attaccati, molti dei Bajoriani che fino a quel momento avevano collaborato con l'occupante cambiano schieramento (chi perché sinceramente inorridito dall'accaduto, chi per opportunismo dell'ultima ora) e combattono a fianco della resistenza.

Il Comando Centrale tenta un ultima volta di riprendere il controllo, dando ordine alle forze Cardassiane di sparare a vista contro ogni singolo Bajoriano, ma il Consiglio Detapa vede l'occasione per strappare il potere al proprio avversario, indebolito, e vota all'unanimità il ritiro dell'Unione da Bajor.
Nuovamente, Gul Dukat - fiutando il cambio di equilibrio politico in patria - disobbedisce al Comando Centrale e si schiera con il Consiglio, ordinando l'evacuazione di tutti i Cardassiani.

In tre giorni, soldati e civili Cardassiani abbandonano il pianeta e si rifugiano su Terok Nor da cui navi da trasporto li rimpatriano su Cardassia.
Andandosene, i soldati di Cardassia si lasciano alle spalle un'orgia di distruzione: in parte per rabbia e umiliazione, in parte per impegnare la resistenza e distrarla dall'evacuazione, avvelenano pozzi e riserve idriche, distruggono infrastrutture, danno fuoco a campi, foreste e città.

Tutti i collaborazionisti Bajoriani vengono abbandonati al proprio destino, sul pianeta o sulla stazione: portarli su Cardassia costituirebbe un continuo ricordo della pesante umiliazione subita, cosa che Cardassia non è disposta a fare. Gul Dukat ha anche il tempo per cogliere una piccola vendetta personale: viene abbandonato sulla stazione anche Elim Garak, l'ex agente dell'Ordine Ossidiano caduto in disgrazia.

Dopo 51 anni dal Primo Contatto e 41 anni di occupazione, Bajor è di nuovo libera.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"


Data
Data stellare
Luogo

Sconosciuta
Non applicabile
Bajor

Evento

RINASCITA DI BAJOR

Mentre le forze Cardassiane lasciano Bajor, dalle colonie iniziano a tornare gli esuli, portando con loro massicci aiuti che la Federazione aveva accumulato in vista di questo momento.

Ad Ashalla vien riaperta la Camera dei Ministri, composta da coloro che su Bajor o nelle colonie sono sopravvissuti all'Occupazione.
Kalen Aprem, che 40 anni prima era Ministro di Hedrikspool e che per tutti questi anni ha svolto un ruolo come arbitro nella Provincia di Kendra, viene eletto Primo Ministro al posto di Kubus Oak, che viene condannato all'esilio insieme agli altri ministri del Governo Collaborazionista e alle loro famiglie.

Kalen Aprem inaugura un governo provvisorio, che deve ricostruire Bajor e rendere possibile tenere nuove libere elezioni. Il primo atto del Governo Provvisorio è chiedere aiuto alla Federazione, che invia rifornimenti e schiere di ingegneri, tecnici, agronomi e medici per supportare la popolazione nella ricostruzione.
Per coordinare le operazioni, il Governo Provvisorio mette a disposizione della Federazione la stazione Cardassiana di Terok Nor, che la Flotta Stellare battezza Deep Space 9.
La responsabilità delle operazioni su Bajor viene affidata al Comandante Benjamin Sisko, un veterano della Battaglia di Wolf 359.

Fonte

NOV TLE "Terok Nor: Dawn of the Eagles"

 
HOME
INIZIO SEZIONE
SAGA